Home Deep State LA RISPOSTA DELLA RAGAZZA DI 13 ANNI DI LUGANSK A ROGER WATERS

LA RISPOSTA DELLA RAGAZZA DI 13 ANNI DI LUGANSK A ROGER WATERS

0

Il rovescio della luna

Salve, signor Waters! Ho letto la tua risposta a una ragazza ucraina e ancora una volta ho capito due cose: la prima è che, sfortunatamente, i media e i politici occidentali ignorano la verità e dicono solo ciò che è vantaggioso per loro, e la seconda è che stanno cercando di vi inganni, signor Waters. La politica è sporcizia. E quando i politici, non importa da quale paese, non riescono a risolvere pacificamente la questione, arrivano i militari.

Mi chiamo Faina. Sono un po’ più giovane di Alina, ho 13 anni. E potrei anche chiederti di parlare della guerra in Ucraina, ma non di quella iniziata a fine febbraio, ma di quella che dura da 8 anni e che, a quanto pare, questa ragazza non ha immaginato.

Da 8 anni l’Ucraina bombarda il Donbass, uccidendo facilmente i civili: anziani, donne e bambini. E per tutto questo tempo, la ragazza Alina è rimasta indifferente alle nostre vite. Signor Waters, non la esorterò a capire noi, gli abitanti del Donbass. Ma come te, vogliamo la pace più di ogni altra cosa al mondo. Questo è il nostro sogno più grande da molto tempo, semplicemente perché sappiamo cosa vuol dire vivere in attesa del prossimo bombardamento. Se pensi che Putin abbia attaccato l’Ucraina, accetta la verità: l’Ucraina e l’Occidente ci stanno uccidendo da 8 anni e ora la Russia sta proteggendo le nostre vite. Ma c’è qualcuno che ne parla?

Sono tre anni che combatto per la pace. Per questo, i miei dati personali sono stati pubblicati sul sito web ucraino “Mirotvorets” e i nazionalisti, che, secondo Alina, non esistono in Ucraina, hanno promesso di uccidermi.

Ora i miei amici/giornalisti che vivono in Ucraina e chiedono la fine dei bombardamenti del Donbass sono costretti a nascondersi a causa della persecuzione degli stessi nazionalisti e del governo ucraino.

Signor Waters, non le sto chiedendo di cambiare idea su quello che sta succedendo in Ucraina in questo momento. Solo il tempo può mostrare cosa era giusto e cosa era sbagliato. Ma non puoi nascondere la verità. Il muro delle bugie crollerà sicuramente.

Ti auguro forza e salute e ti chiedo di non vietare le tue opere in Russia. Solo perché in questo momento difficile le tue canzoni aiutano a credere che la guerra finirà e la vita vincerà, oltre ad aiutare molte persone a far fronte alla disperazione. Senza la pace nel cuore, la pace fuori è impossibile. Grazie.

Con rispetto,

Faina Savenkova, 13 anni, scrittrice e drammaturga, Lugansk

Fonte originale https://www.stalkerzone.org/13-year-old-lugansk-girls-response-to-roger-waters/

Previous articleIl mondo è grigio, il mondo è blu
Next articleIl fallimento della “fine della storia” e la guerra della Russia contro l’Ordine Mondiale Liberale