Home Analisi Geo-Politiche non convenzionali LA RUSSIA CHIEDE ALL’ONU I DETTAGLI SUI DESTINATARI DEL GRANO UCRAINO.

LA RUSSIA CHIEDE ALL’ONU I DETTAGLI SUI DESTINATARI DEL GRANO UCRAINO.

34
0

Lavrov: la Russia ha chiesto all’Onu le statistiche sui destinatari finali del grano ucraino

La Russia ha chiesto all’ONU statistiche sui destinatari finali del grano esportato dai porti ucraini nell’ambito di un accordo alimentare, ha affermato il ministro degli Esteri Sergei Lavrov. Ha spiegato che ora ci sono dati contrastanti. Quindi, i paesi più poveri, per i quali il Segretario generale delle Nazioni Unite era più preoccupato, ricevono dal cinque al sette per cento del cibo esportato, la metà va agli stati dell’UE .

“I paesi europei danno la seguente spiegazione: dicono di sì, riceviamo la maggior parte del grano ucraino, ma poi questo grano viene distribuito in tutto il mondo, compresi i paesi più poveri. <…> Vorrei avere un quadro più chiaro , per questo abbiamo chiesto al segretariato Onu che è impegnato in questa operazione e che ha tutti i dati, di fornire statistiche sul movimento del grano verso la destinazione finale”, ha sottolineato il ministro degli Esteri.

Ha osservato che “questa non è solo curiosità”, l’adeguamento di ulteriori azioni sull’accordo sul grano dipende dalle informazioni ricevute.

La seconda parte dell’accordo, che riguarda la fornitura di cibo e fertilizzanti russi al mercato mondiale, “praticamente non è attuata”, ha proseguito Lavrov.

Ha sottolineato che sono necessarie chiare esenzioni legali dalle sanzioni per le compagnie russe, nonché garanzie per il libero ingresso delle navi russe nei porti europei e delle navi straniere in quelli russi. Tutti questi fattori influenzano la libera esportazione di grano russo.

Il ministro ha aggiunto che una delle questioni chiave sono le sanzioni imposte contro la Russian Agricultural Bank , il principale istituto finanziario al servizio della fornitura di fertilizzanti e grano ai mercati mondiali.”C’è molto lavoro. L’accordo scade a novembre. E partiamo dal fatto che prima che venga presa in considerazione la questione della sua estensione, tutte le questioni menzionate saranno risolte in modo soddisfacente”, ha concluso Lavrov.Il 22 luglio. Ucraina , Turchia e ONU hanno firmato a Istanbul un pacchetto di due documenti . Il primo memorandum riguarda l’impegno delle Nazioni Unite a rimuovere le restrizioni all’esportazione di fertilizzanti e prodotti agricoli russi sui mercati mondiali. La seconda definisce l’algoritmo per l’esportazione di grano ucraino dai porti sul Mar Nero .

Previous articleSECONDO IL FILANTROCAPITALISTA BILL GATES LA CRISI ENERGETICA EUROPEA È “COSA BUONA”
Next articleWhatsApp down in tutta Italia