Home Coronavirus LA RUSSIA SVELA LA NAZI-UCRAINA FIGLIA DEL DEEP STATE

LA RUSSIA SVELA LA NAZI-UCRAINA FIGLIA DEL DEEP STATE

0

Questo pomeriggio alle Nazioni Unite dalle ore 17 saranno presentate le prove dei bio-lab ucraini realizzati con un osceno sostegno dagli USA.

Per il Nuovo Ordine Mondiale sarà una bruttissima giornata, perché i loro ‘camerieri’ negli Stati Uniti saranno messi sulla graticola.

Sessanta anni fa esatti gli Stati Uniti accusarono l’Unione Sovietica, nel corso di una memorabile riunione del Consiglio di sicurezza dell’ONU, di malafede alla base della crisi dei missili di Cuba, oggi invece la Russia avrà una sua rivincita morale.

Gli uomini di Mosca all’ONU scaricheranno sul tavolo degli ‘assi’ che faranno comprendere il senso del presunto azzardo militare di Putin. Oggi sarà svelato il sostegno degli Stati Uniti alle attività criminali del Nazi-Governo ucraino, il quale negli ultimi 17 anni ha addirittura impiegato massivamente esseri umani, e finanche bambini, come cavie per la ricerca in ambito di armi biologiche costituite da agenti patogeni apparentemente naturali.

Ma c’è ancora di più.

Gli analisti dell’intelligence statunitense del Deep State la scorsa settimana sono andati in ambasce quando hanno saputo che i russi avevano impiegato in Ucraina unità russe molto esperte di armi chimico batteriologiche. La questione importante dovrebbe essere questa: sapremo cosa il Dipartimento della Difesa Usa realizzava indirettamente in Ucraina supportando le attività di un governo Nazista legato ad interessi politici globali ma anche, di converso, ai fatturati del Cartello mondiale di multinazionali farmaceutiche?

L’azione di Putin contro il governo di Kiev non si è trattata, quindi, di un’invasione militare tout court ma di unità russe che sono state schierate per proteggere con la forza l’Umanità dal rischio che dai laboratori di produzione di malattie potessero fuoriuscire armi biologiche molto più distruttive del COVID-19, evidentemente funzionali all’Agenda 2030 concepita sul presupposto annunciato di ben 10 anni di pandemie. Nel corso di questo processo di messa in sicurezza i russi avrebbero recuperato armadi pieni di documenti che mostrano come qualcuno dagli Stati Uniti violasse l’accordo internazionale che disciplina le armi chimiche e biologiche (vedi link).

È forse giunto il momento di iniziare a scoprire come scaturiscono tante malattie che ammorbano l’Umanità?

Leggi anche:
Il Ministero della Difesa russo: “Abbiamo le prove su laboratori di ricerca su armi biologiche” finanziati dagli Stati Uniti in Ucraina. VIDEO
Gli Stati Uniti hanno finanziato attraverso le fondazioni di George Soros lo sviluppo di armi biologiche in Ucraina, proprio accanto al confine russo

Previous article“OSPEDALE DI MARIUPOL: FAKE-NEWS”. Libero da Pazienti ma Covo di NeoNazisti. Ambasciatore Russo: “ONU Avvisata da Giorni”
Next articlel’OMS consiglia all’Ucraina di distruggere i patogeni nei bio-lab per prevenire la diffusione di malattie
Gianmarco è un uomo della generazione X che oggi è alle soglie dei 49 anni e non ha ancora capito cosa quella X debba significare. E' nato a Brindisi ma vive da 29 anni a Bologna, dove si è laureato in economia, inizialmente specializzandosi in Contabilità Nazionale. Attualmente si occupa di consulenze nel settore finanziario a banchieri e manager finanziari internazionali, e in passato ha fatto il consulente in finanza aziendale alle PMI, l'assistente parlamentare, il consulente in marketing politico, il dirigente in una ONLUS, il funzionario in una holding finanziaria, il giornalista indipendente, e altre cose di apparente minore valenza in giovane età, come l'agente immobiliare, il venditore di tappeti e porcellane cinesi e il facchino sui Tir, esperienze egualmente significative per cercare di descriverlo. I suoi hobby sono innanzitutto il basket, che pratica tuttora nelle minors e sui playgrounds bolognesi (è tifoso della New Basket Brindisi e della Fortitudo Bologna), lo studio della Storia (ha fatto alcuni significativi esami universitari ma non è laureato anche in Storia) e il gioco degli scacchi, che pratica a livello dilettantesco. Per una decina d'anni a cavallo dei trenta anni ha tenuto le fila organizzative di una importante rete di associazioni culturali di area Centrodestra, attiva in tutta la regione Emilia Romagna, un'esperienza che lo ha formato nel senso di tentare di approcciare la realtà con ricerca multidisciplinare e devozione alla cultura umanistica tipicamente italiana. Da sempre è un cattolico molto disorientato, evidentemente precorrendo i tempi attuali, così come da sempre non è considerato di sinistra, anche se sotto molti versi, potrebbe esserlo senza mai averlo saputo. Questa 'limite' o 'merito' gli fu anche rivolto nel 2013 alla fine di un dibattito elettorale a TeleBari, dall'attuale sindaco di Bari De Caro, e dal segretario della Sinistra italiana, Fratoianni, entrambi infastiditi dal doversi confrontare dialetticamente senza chiari steccati ideologici con un liberale di centrodestra esperto di finanza pubblica e privata. Sin dall'inverno 2016 è un sostenitore di Donald Trump, ed è stato tra i primi a sostenere il Presidente del Make America Great Again qui in Italia, con innumerevoli e coraggiosi pezzi editi da Imola Oggi già alle primarie presidenziali del 2016.