Politica

La Serbia esce dai giochi di guerra con la Russia in Bielorussia dopo le forti pressioni dell’Unione Europea

La Serbia ha abbandonato le esercitazioni militari programmate in Bielorussia con la  Russia  dopo le pressioni dell’UE, ha detto mercoledì il ministro della Difesa dello Stato balcanico.

La Serbia, un paese candidato all’UE che mantiene anche stretti legami con Mosca, avrebbe dovuto partecipare all’esercitazione “Slavic Brotherhood 2020” con le truppe russe e bielorusse questo mese.

“Ci viene chiesto, a costo di lasciare il nostro futuro europeo … di abbandonare le esercitazioni militari programmate con la Bielorussia”, ha detto il ministro della Difesa serbo Aleksandar Vulin.

La Serbia, militarmente neutrale, ha dovuto affrontare “una grande e immeritata pressione da parte dell’Unione europea” e dovrebbe sospenderebbe le esercitazioni militari con tutti i partner per sei mesi, ha aggiunto.

Serbia e Bielorussia hanno rapporti amichevoli, con Belgrado che ospita l’uomo forte Alexander Lukashenko lo scorso dicembre.

Ma Belgrado sta anche gareggiando per entrare nell’Unione Europea e il mese scorso ha ricevuto elogi dagli ambasciatori occidentali quando ha appoggiato una dichiarazione dell’UE che criticava le controverse elezioni presidenziali in Bielorussia come né libere né eque.

Secondo il ministero della Difesa bielorusso, le esercitazioni di guerra avevano pianificato di attirare 1.500 soldati in un’area vicino alla città bielorussa sudorientale di Brest nella “seconda metà di settembre”.

L’esercitazione arriva mentre il paese è scosso da settimane di proteste senza precedenti contro i 26 anni di governo di Lukashenko.

L’uomo forte si è rifiutato di dimettersi e si è rivolto alla  Russia  per chiedere sostegno per rimanere al potere, mentre i suoi servizi di sicurezza hanno risposto con una violenta repressione e arresti di massa.

Intanto Putin si scusa con il leader serbo per il post “Basic Instinct”.

 Putin e il ministro degli Esteri Sergei Lavrov si sono scusati con il presidente Serbo per un post del portavoce diplomatico russo sui social che sembrava deriderlo.

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha scatenato un battibecco tra gli alleati quando ha pubblicato una foto del presidente serbo Aleksandar Vucic alla Casa Bianca insieme a uno screengrab della famosa scena del thriller del 1992 “Basic Instinct”. Vucic ha chiarito alla televisione serba, secondo l’agenzia di stampa statale russa RIA Novosti, che sia Putin che Lavrov hanno parlato con lui dopo l’incidente di questa settimana.

L’immagine di Vucic che Zakharova ha pubblicato lo ritrae seduto di fronte al presidente degli Stati Uniti Donald Trump alla Casa Bianca venerdì scorso, dove ha partecipato a una cerimonia per una firma mediata dagli Stati Uniti che normalizza le relazioni economiche con l’ex provincia serba del Kosovo. 

Articoli correlati

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite PayPal o carta di credito. 

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!