IntelScienza e Tecnologia

LA SPACE FORCE DESIGNATA 18° MEMBRO DELLA COMUNITÀ DI INTELLIGENCE


La mossa garantirà che i leader della Space Force abbiano accesso a tutte le informazioni necessarie per avere successo

Il direttore dell’intelligence nazionale John Ratcliffe venerdì ha annunciato la Space Force come il 18 ° membro della comunità dell’intelligence, in una mossa per “abbattere le barriere” alla condivisione delle informazioni e per aiutare a informare l’analisi della comunità delle minacce nello spazio. 

Fox News ha appreso che Ratcliffe ha annunciato la designazione della US Space Force Intelligence, Surveillance and Reconnaissance Enterprise, che è la componente di intelligence della Space Force.

L’ufficio del direttore dell’intelligence nazionale (ODNI) ha definito la designazione “un evento di una generazione”.

“Questa adesione riafferma il nostro impegno a proteggere lo spazio esterno come un dominio sicuro per gli interessi americani”, ha detto Ratcliffe venerdì. “Il potere americano nello spazio è più forte e più unificato che mai. Oggi diamo il benvenuto alla Space Force nella comunità dell’intelligence e attendiamo con impazienza la potenza e l’ingegnosità di una squadra di sicurezza spaziale senza rivali in nessuna nazione”.

“Attraverso la condivisione di informazioni e intelligence relative allo spazio, IC e DOD aumentano l’integrazione e il coordinamento delle nostre attività di intelligence per ottenere il miglior effetto e valore nell’esecuzione delle nostre missioni”, ha affermato Ratcliffe. “Questa mossa non solo sottolinea l’importanza dello spazio come dominio operativo prioritario di intelligence e militare per la sicurezza nazionale, ma garantisce l’interoperabilità, lo sviluppo di capacità e operazioni future e una vera consapevolezza globale strategica”.

L’elemento di intelligence della Space Force è la prima nuova organizzazione ad entrare a far parte della comunità dell’intelligence dal 2006, quando si è unito l’Ufficio per la sicurezza nazionale della DEA.

La mossa, secondo ODNI, abbatterà le barriere alla condivisione delle informazioni e garantirà che i leader della Space Force abbiano accesso a tutte le informazioni di cui avranno bisogno per avere successo.

La mossa consente inoltre alla comunità dell’intelligence di avere accesso a tutta la consapevolezza del dominio spaziale operativo che aiuterebbe a informare la sua analisi delle minacce nello spazio.

Ratcliffe, alla riunione del Consiglio spaziale nazionale il mese scorso, ha segnalato per la prima volta la sua intenzione di accogliere la Forza spaziale nell’IC.

Una fonte ha detto a Fox News che a margine di quell’incontro, Ratcliffe ha parlato con il vicepresidente Mike Pence e ha sottolineato che l’amministrazione Trump ha posto lo spazio più al centro di qualsiasi amministrazione dagli anni ’60. La fonte ha detto che Ratcliffe ha esortato Pence a contribuire a rendere la Space Force parte della comunità dell’intelligence.

La fonte ha detto a Fox News che dopo quella conversazione, Pence “ha premuto l’acceleratore per farlo prima del giorno dell’inaugurazione“.

Nel frattempo, durante la riunione del National Space Council, Pence ha dedicato la Cape Canaveral Space Force Station e la Patrick Space Force Base, entrambe in Florida, come prime due basi per la Space Force.

La Space Force è diventata il sesto ramo delle forze armate statunitensi lo scorso anno.

Sempre il mese scorso, Pence ha annunciato che le truppe della Space Force sarebbero state chiamate “I guardiani”.

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA

Davide Donateo

Sono il fondatore e direttore (editor se preferite) di Database Italia. Il mio indirizzo e-mail è: [email protected]

Articoli correlati

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite PayPal o carta di credito. 

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!