Analisi Geo-Politiche non convenzionaliPolitica

L’ambasciatore cinese nel Regno Unito avverte Londra: “Interferenze su Taiwan potrebbero sfociare in una guerra”

CINA: L’indipendenza di Taiwan significa guerra

L’ambasciatore cinese nel Regno Unito esorta Londra a non seguire l’esempio di Washington sulla questione

L’inviato cinese nel Regno Unito ha avvertito che l’interferenza britannica e americana su Taiwan potrebbe sfociare in una guerra, sostenendo che i legami di Pechino con Londra sono ora a un bivio.

In un editoriale del Guardian martedì, l’ambasciatore cinese nel Regno Unito Zheng Zeguang ha offerto la posizione del suo governo sulla faida territoriale, dichiarando che Taiwan era diventata una ” questione pietra miliare” per Cina, Stati Uniti e Regno Unito allo stesso modo.

“Nel corso degli anni, gli Stati Uniti hanno giocato la ‘carta di Taiwan’ per contenere la Cina approvando la vendita di armi all’isola, migliorando le sue relazioni con le autorità locali e svuotando il principio della Cina unica”,  ha scritto l’inviato, riferendosi a un politica che dissuade gli stati esteri dall’intrattenere relazioni diplomatiche con Taipei, da tempo autogovernata.

“Indipendenza di Taiwan” significa guerra e porterà a un vicolo cieco. Contrastare e sconfiggere tali tentativi ha lo scopo di evitare la guerra e salvaguardare la pace e la stabilità nella regione.

Zheng ha anche esortato la Gran Bretagna a evitare di seguire le “orme degli Stati Uniti”, citando le recenti visite di alti legislatori americani a Taiwan, e ha osservato che l’isola “è sempre stata una questione delicata al centro delle relazioni tra Regno Unito e Cina”.

I commenti dell’ambasciatore giungono nel mezzo di un nuovo ciclo di esercitazioni militari cinesi nell’aria e nelle acque intorno a Taiwan, rispecchiando un altro periodo di esercitazioni tenutesi subito dopo una visita a Taiwan dalla presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi.

Il ministro degli Esteri britannico Liz Truss ha recentemente denunciato le esercitazioni, dicendo che “minacciano la pace e la stabilità nella regione”, facendo eco a una condanna simile dalla sua controparte americana.

Zheng ha anche accusato i rivali cinesi di disturbare la pace regionale tentando di intervenire sulla questione di Taiwan, avvertendo di “gravi conseguenze” se Londra “attraversasse la linea rossa della parte cinese”.

Mentre la Cina considera l’isola una parte del suo territorio, Taiwan è stata effettivamente governata autonomamente dalla guerra civile cinese nel 1949, quando la fazione nazionalista del Kuomintang fu sconfitta dalle forze comuniste sulla terraferma e fu costretta a fuggire. Da allora l’amministrazione locale ha continuato a fare riferimento all’isola come alla “Repubblica cinese” , sebbene sia stata formalmente riconosciuta solo da una manciata di paesi stranieri.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!