Database Italia

L’Arabia Saudita Registra Un Deficit Di $ 30 Miliardi Nel Secondo Trimestre A Causa Dei Bassi Prezzi Del Petrolio

RIYADH – L’Arabia Saudita ha registrato un disavanzo di 109,2 miliardi di riyal ($ 29,12 miliardi) per il secondo trimestre di quest’anno, a causa dei bassi prezzi del petrolio secondo un rapporto del ministero delle finanze pubblicato martedì. Il lockdown per il coronavirus ha danneggiato quest’anno anche i settori non petroliferi del più grande esportatore mondiale di greggio, esacerbando l’impatto negativo dei minimi storici sui prezzi sull’economia del regno, secondo quanto riferito da Reuters.

Le entrate petrolifere del secondo trimestre sono diminuite del 45% su base annua a $ 25,5 miliardi. I ricavi totali sono scesi del 49% a quasi $ 36 miliardi. Le spese totali del secondo trimestre sono diminuite ogni anno del 17% a circa $ 65 miliardi, secondo il rapporto sull’andamento del bilancio trimestrale, sebbene le spese siano aumentate rispetto al Q1 del 7,5%.

“Una riduzione della spesa è essenziale per contenere il deficit”, ha dichiarato Monica Malik, capo economista della Abu Dhabi Commercial Bank. “La posizione proattiva del governo si è già riflessa nelle misure di austerità annunciate ad aprile. Tuttavia, queste attenueranno le prospettive di ripresa “, ha affermato.

Di fronte a una profonda recessione, il regno wahhabita ha introdotto misure come la rimozione di un’indennità per il costo della vita per gli impiegati statali e ha triplicato l’imposta sul valore aggiunto al 15 percento. Gli economisti hanno affermato che ciò potrebbe limitare la ripresa. L’FMI ​​ha stimato che quest’anno l’economia potrebbe ridursi del 6,8 per cento, una cifra che secondo i funzionari sauditi è “pessimista”.

L’Arabia Saudita, che nei primi tre mesi del 2020 ha registrato un deficit di nove miliardi di dollari, ha raccolto finora 12 miliardi di dollari sui mercati internazionali quest’anno e ha preso in prestito 41,1 miliardi di riyal (10,96 miliardi di dollari) sul mercato interno. Il ministro delle finanze Mohammad al-Jadaan ha dichiarato questo mese che il regno prevede di attingere dagli investitori internazionali almeno una volta di più quest’anno.

Oltre ai prestiti, nel secondo trimestre il governo ha utilizzato circa 13 miliardi di dollari di riserve statali per finanziare il proprio deficit, secondo i dati di bilancio. Ciò è ampiamente entro un limite di prelievo di $ 32 miliardi previsto dal governo quest’anno. Tra marzo e aprile, tuttavia, il regno ha utilizzato $ 40 miliardi di riserve estere per sostenere gli investimenti all’estero del suo fondo sovrano, il Fondo di investimenti pubblici.

Fonte: FRN



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.