Database Italia

LE AZIENDE PRODUTTRICI DI VACCINI NON HANNO MAI AVUTO IL VIRUS NEI LORO LABORATORI, SOLO UN “PROMEMORIA” DALLA CINA. CHI FINANZIA LA MAPPATURA GENOMICA MONDIALE?

Il dottor Phil Febbo, direttore medico di Illumina, azienda in grande fermento che si occupa di sequenziamento genomico, afferma che la pandemia di coronavirus ha dimostrato che il sequenziamento genomico sta facendo avanzare la ricerca medica e lo sviluppo di vaccini a un ritmo nuovo. “Questa pandemia ha davvero dimostrato che siamo in un posto fondamentalmente diverso come società con il nostro accesso al sequenziamento”, ha detto a Sky News. “Quindi, poche settimane dopo che questo gruppo di infezioni respiratorie si verificava a Wuhan, i ricercatori stavano già usando i sequencer Illumina per sequenziare il virus e sono stati in grado di identificare che si trattava di un nuovo virus, appartenente alla famiglia dei coronavirus”.


La cosa si fa interessante quando ammette che la sequenza completa è arrivata da parte delle autorità l’11 gennaio 2020 e su quella base Moderna e Pfizer hanno iniziato a lavorare sulle vaccinazioni. “Potrebbero prendere quella sequenza che è stata pubblicata dalla Cina e stampare e iniziare a metterlo nei loro vaccini”, ha detto il dott. Febbo. “Non siamo mai stati in grado di passare così rapidamente da una sequenza a un vaccino. È davvero interessante che Moderna non abbia mai avuto il virus nel suo laboratorio, tutto ciò di cui avevano bisogno era quella sequenza e sono partiti per la gara “.

ILLUMINA

“La maggior parte dei nostri lettori è interessata al test del DNA dei consumatori per la ricerca sulla genealogia e sugli antenati. Illumina ha svolto un ruolo fondamentale nel rendere accessibili questi servizi. Tutte le grandi aziende di test del DNA utilizzano la tecnologia dei chip Illumina.
Ma alcune aziende sono ancora più strettamente intrecciate con Illumina. Cito brevemente in un articolo su  chi possiede 23andMe  che la società di chip era un investitore nel finanziamento 2015 trovato del suo cliente “.

https://www.dataminingdna.com/

“Se hai mai utilizzato  23andMe ,  Ancestry.com o qualsiasi altro servizio di test genetici, è probabile che i tuoi geni siano stati sequenziati su macchine prodotte dal colosso biotech da 25 miliardi di dollari. Ora leader indiscusso nel campo emergente del sequenziamento del DNA negli Stati Uniti, Illumina ha superato i suoi rivali vendendo il suo hardware di sequenziamento ai ricercatori medici di tutto il mondo “.

https://www.fastcompany.com/

23andMe è di proprietà di Richard Branson, ex moglie e attuale partner del fondatore di Google Sergey Brin. È anche la sorella del CEO di YouTube.

“23andMe è di proprietà di un numero considerevole di grandi investitori guidati da Anne Wojcicki e Richard Branson. L’elenco degli investitori con recenti quote di proprietà nella società include Altimeter Capital, Fidelity, Casdin Capital e Foresite Capital.
Da quando la società è stata fondata nel 2006, è stata coinvolta in più round di finanziamento. C’erano almeno 60 investitori nel 2020 prima della fusione, tra cui GlaxoSmithKline e Sequoia Capital. I primi investitori includono Alphabet (la società madre di Google) e WuXi Healthcare Ventures (una società cinese).
Quando 23andMe si è fusa con la società di acquisizione di Richard Branson, le parti interessate esistenti hanno mantenuto la proprietà dell’81% della società risultante dalla fusione. “

dataminingdna.com

Secondo Wikipedia:

“Nel 2005, il co-fondatore ed ex  direttore scientifico  Anthony Czarnik ha  citato in giudizio Illumina; vedere  Czarnik v. Illumina Inc.

Nel 2010, la  Cornell University  e la  Life Technologies hanno  intentato una causa contro Illumina, sostenendo che i suoi prodotti microarray violassero otto brevetti detenuti dall’università e concessi in licenza esclusiva alla start-up. Il caso è stato risolto nell’aprile 2017 senza che sia stata riscontrata alcuna colpa. Nel settembre 2017 entrambe le parti hanno chiesto di rivedere l’accordo, con Cornell che accusava sia Illumina che  Life Technologies  di false dichiarazioni e frode. [44]

Nel febbraio 2020, Illumina ha intentato una causa per violazione di brevetto contro BGI relativa ai suoi prodotti di sequenziamento “CoolMPS”. [48]  In cambio BGI ha intentato   azioni legali per violazione di brevetto per violazione delle leggi  federali sull’antitrust  e sulla  concorrenza sleale della California , sostenendo l’uso di “comportamenti fraudolenti” per ottenere o far rispettare i brevetti di sequenziamento che ha affermato contro BGI , impedendo all’azienda di entrare nel mercato statunitense . [49] “

Chi finanzia il sequenziamento genomico di Illumina?

Siamo riusciti a trovare l’elenco dei finanziatori completo e non ci sorprende scoprire che a voler avere la mappatura genetica del pianeta ci siano società del calibro di Black Rock e Morgan Stanley. Potete consultare la lista qui

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.