Quantcast
Database Italia

LETTERA DI MEDICI E SCIENZIATI AL DIRETTORE DELL’EMA: “RITIRATE I VACCINI A mRNA COVID-19, TROPPE REAZIONI AVVERSE”





Un gruppo di scienziati e medici ha emesso oggi una lettera aperta invitando l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) a rispondere a domande urgenti sulla sicurezza riguardanti i vaccini COVID-19, o revocare l’autorizzazione dei vaccini.

La lettera descrive le gravi conseguenze potenziali della tecnologia del vaccino COVID-19, avvertendo di possibili reazioni autoimmuni, anomalie della coagulazione del sangue, ictus ed emorragie interne, “anche nel cervello, nel midollo spinale e nel cuore“.

Gli autori chiedono la prova che ogni pericolo medico delineato “è stato escluso in modelli animali pre-clinici con tutti e tre i vaccini prima della loro approvazione per l’uso negli esseri umani da parte dell’EMA”.

“Se tutte queste prove non fossero disponibili”, scrivono gli autori, “chiediamo che l’approvazione per l’uso dei vaccini a base genetica venga ritirata fino a quando tutte le questioni di cui sopra non saranno state adeguatamente affrontate dall’esercizio della due diligence da parte dell’EMA”.

La lettera è indirizzata a Emer Cooke , Direttore esecutivo dell’EMA, ed è stata inviata lunedì 1 marzo 2021. La lettera è stata inviata in Copia al Presidente del Consiglio d’Europa e al Presidente della Commissione europea.

Si afferma:

“Sosteniamo in linea di principio l’uso di nuovi interventi medici”. Tuttavia, “ci sono serie preoccupazioni, incluse ma non limitate a quelle delineate sopra, che l’approvazione dei vaccini COVID-19 da parte dell’EMA sia stata prematura e sconsiderata e che la somministrazione dei vaccini costituisse e costituisca tuttora” sperimentazione umana ” , che era ed è tuttora in violazione del Codice di Norimberga “.

Link alla lettera qui.

Dichiarazione video del professor Sucharit Bhakdi, professore emerito di microbiologia medica e immunologia ed ex presidente, istituto di microbiologia medica e igiene:
I medici preparano un piano per “punire” le persone che rifiutano il vaccino contro il coronavirus: “Non ci sono alternative”.

Per un commento contattare il Professor Sucharit Bhakdi MD: sucharit.bhakdi@gmx.de , o il Professore Associato Michael Palmer MD: mpalmer@uwaterloo.ca

In una dichiarazione pubblica il gruppo ha detto …

“Non appena abbiamo consegnato la nostra lettera, l’Agenzia norvegese per i medicinali ha avvertito che i vaccini COVID-19 potrebbero essere troppo rischiosi per l’uso negli anziani fragili, proprio il gruppo che questi vaccini sono progettati per proteggere. Aggiungiamo che, in virtù dei meccanismi d’azione dei vaccini, per stimolare la produzione di spike protein, che ha proprietà fisiopatologiche avverse, possono esserci anche persone vulnerabili non anziane già malate. Nuovi dati mostrano che gli effetti collaterali del vaccino sono tre volte più comuni in coloro che sono stati precedentemente infettati da coronavirus, ad esempio. Nessuno dei vaccini è stato sottoposto a test clinici per più di pochi mesi, il che è semplicemente troppo breve per stabilire sicurezza ed efficacia.

“Pertanto, come punto di partenza, crediamo sia importante enumerare e valutare tutti i decessi avvenuti entro 28 giorni dalla vaccinazione e confrontare i quadri clinici con quelli che non sono stati vaccinati.

“Più in generale, per quanto riguarda lo sviluppo dei vaccini COVID-19, l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa ha dichiarato nella sua Risoluzione 2361, il 27 gennaio 2021, che gli Stati membri devono garantire che tutti i vaccini COVID-19 siano supportati da alta qualità e prove corrette e condotte in modo etico. I funzionari dell’EMA e altri organismi di regolamentazione nei paesi dell’UE sono vincolati da questi criteri. Dovrebbero essere informati che potrebbero violare la risoluzione 2361 approvando prodotti medici ancora in studi di fase 3.

“In base alla risoluzione 2361, gli Stati membri devono anche informare i cittadini che la vaccinazione NON è obbligatoria e garantire che nessuno sia politicamente, socialmente o altrimenti sottoposto a pressioni per essere vaccinato. Gli Stati sono inoltre tenuti a garantire che nessuno sia discriminato per non aver ricevuto il vaccino “.

La lettera arriva come una petizione contro i piani del governo del Regno Unito per i passaporti sanitari con 270.000 firme, più del doppio di quelle richieste per costringere i parlamentari a prendere in considerazione il dibattito. La petizione sarà discussa al Parlamento del Regno Unito il 15 marzo 2021.

Medici e scienziati possono firmare la lettera aperta inviando il loro nome, qualifiche, aree di competenza e paese di pratica a:  Doctors4CovidEthics@protonmail.com .



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

fonte GlobalResearch.com

I commenti sono chiusi.