CoronavirusDeep StateEight O’Clock in the MorningEventi Avversi V.C.PoliticaSocietà

L’ex capo della Vaccine Task Force del Regno Unito chiede la fine della vaccinazione di massa

Il dottor Clive Dix, ex capo della Vaccine Task Force del Regno Unito, ha recentemente ammesso che i vaccini sono un fallimento. Lo Ha dichiarato a  Sky News aggiungendo  che i vaccini devono essere somministrati solo ai membri più vulnerabili della società come quelli con comorbidità.

Dix ha affermato che il governo deve concentrarsi su un approccio mirato nella distribuzione dei vaccini.

Tuttavia, Dix non è solo un osservatore ordinario. Ci è voluto un po’, ma alla fine si è reso conto dell’inutilità dei vaccini quando usati nella vaccinazione di massa. È stato nominato presidente della UK Vaccine Task Force del governo nel giugno dello scorso anno.

Dix è anche contrario ai  blocchi imposti da alcune autorità europee . “Le persone dovrebbero semplicemente andare al lavoro, fare i propri affari. Se si ammalano, tornano a casa e restano a casa”. Ha detto Dix. Altri medici hanno anche condiviso l’osservazione di Dix secondo cui la scienza dietro l’efficacia del vaccino COVID-19 è nella migliore delle ipotesi limitata.

La scienza dietro i vaccini COVID-19 non è abbastanza forte

Uno dei medici che mette in dubbio la scienza dietro i vaccini COVID-19 è il dottor Steve James, che lavora per il  National Health Service  (NHS). Attualmente non vaccinato e consulente presso il King’s College Hospital di Londra, James ha detto alla telecamera del segretario alla salute Sajid Javid che la scienza dietro i vaccini obbligatori contro il COVID-19 “non è abbastanza forte”.

Ha dichiarato a Javid di essere stato infettato dal COVID-19 e che  ora ha gli anticorpi per il virus . “Ho avuto il COVID ad un certo punto. Ho gli anticorpi e lavoro sul COVID ICU dall’inizio della pandemia. Non ho fatto una vaccinazione, non voglio una vaccinazione”.

James ha aggiunto che i vaccini stanno riducendo la trasmissione solo per circa otto settimane con delta e probabilmente meno con omicron. James ha chiesto a Javid se la sua posizione potesse portare al licenziamento poiché quest’ultimo avrebbe minacciato di licenziare più di 100.000 dipendenti del SSN che si erano rifiutati di vaccinarsi.

Sorpreso, Javid ha scelto di dare una risposta sicura. “Lo rispetto, ma ci sono anche molti punti di vista diversi”, ha detto.

James ha affermato che le regole devono essere modificate per consentire alle persone con anticorpi di derivazione naturale di non dover essere vaccinate. “La protezione che ho ricevuto dalla trasmissione è probabilmente l’equivalente rispetto a qualcuno che è vaccinato”.

Nel 2020, il SSN ha emesso avvertimenti al personale che il vaccino COVID-19 della Pfizer era un rischio per coloro che avevano una storia di reazioni allergiche.

I commenti di Dix sono arrivati ​​in un momento in cui il SSN e i principali enti sanitari domestici negli Stati Uniti sono determinati a  licenziare gli operatori sanitari non vaccinati . Questo, ovviamente, ha portato a una carenza di manodopera che sta paralizzando i sistemi medici a scapito dei pazienti.

“Smetti di misurare i numeri dei casi e di fissarti fermando quei numeri. Ora dobbiamo gestire la malattia, non la diffusione del virus”, ha sottolineato Dix. La sua enfasi è abbastanza chiara e cioè fermare la progressione del COVID-19 in una grave malattia nei gruppi vulnerabili. Gli ospedali, quindi, hanno bisogno di intraprendere interventi precoci e cure in contesti esterni ai pazienti.

Secondo Dix, il problema con l’approccio del governo è che sta cercando di fermare la diffusione del virus quando dovrebbe gestire la malattia.

FONTE

[jetpack_subscription_form]

Davide Donateo

Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.
Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!