CoronavirusEventi Avversi V.C.

L’Islanda sta vivendo la sua più grande ondata di Covid-19 nonostante quasi il 100% di tutti gli adulti sia stato vaccinato

Se stai cercando ancora più prove che le iniezioni sperimentali di Covid-19 siano inefficaci, non devi guardare oltre l’Islanda. Perché il paese sta vivendo la sua più grande ondata di infezioni da Covid-19 nonostante quasi il 100% degli adulti sia vaccinato.

Secondo  i dati sulla vaccinazione islandesi , al 6 agosto 2021 in Islanda sono state somministrate un totale di 477.205 dosi e 275.173 persone hanno ricevuto almeno una dose, mentre 255.322 di queste persone sono completamente vaccinate. La popolazione totale dell’Islanda è 356.991 secondo i dati del 2019, il che significa che al 6 agosto il 77% dell’intera popolazione era stato vaccinato.

Tuttavia, gli adulti costituiscono solo 264.299 della popolazione islandese, il che significa che sono state vaccinate più persone rispetto agli adulti nel paese. La ragione di ciò è che l’Islanda ha iniziato a vaccinare i bambini di età compresa tra 12 e 15 anni.

Il numero di dosi di vaccino somministrate al giorno in Islanda ha raggiunto il picco intorno al 1 luglio 2021 dopo aver iniziato a prendere velocità intorno al 20 aprile 2021. Oltre il 50% delle dosi somministrate era l’iniezione di mRNA Pfizer / BioNTech, sia con il vettore virale AstraZeneca e il vettore virale di Johnson & Johnson che costituisce circa il 45% delle dosi somministrate. Il restante 5% delle dosi somministrate è stata l’iniezione di mRNA Moderna.

Tuttavia, circa 2 settimane dopo che la stragrande maggioranza dell’Islanda era stata vaccinata due volte, si è verificato qualcosa di inaspettato, o previsto a seconda di quale lato del recinto ti trovi. Un’enorme ondata di contagi da Covid-19 si è diffusa in tutto il Paese. Un’onda così grande che è quasi il doppio delle due precedenti presunte ondate di Covid-19 che hanno colpito l’Islanda.

Secondo  i dati , a partire dal 6 agosto 2021 sono oltre 400 le infezioni ogni 100.000 abitanti su un’incidenza di 14 giorni. La prima presunta ondata ha raggiunto il picco di circa 250 infezioni ogni 100.000, e la seconda presunta ondata ha raggiunto il picco di poco meno di 300 infezioni ogni 100.000.

Il numero di infezioni confermate è aumentato in modo significativo il 19 luglio 2021 ed è generalmente aumentato da questa data, mentre il programma di vaccinazione contro il Covid-19 è iniziato, il numero di infezioni in Islanda era praticamente azzerato.

Cosa ci dice questo? Bene, ci sono diverse possibilità. Potrebbe essere che i vaccini Covid-19 semplicemente non funzionino, o potrebbe essere che i vaccini Covid-19 in realtà peggiorino la diffusione del Covid-19.

Tuttavia, possiamo garantirvi che nessuna di queste ragioni sarà utilizzata dalle autorità per spiegare questa svolta inaspettata degli eventi. Incolperanno invece le persone che non sono state vaccinate e useranno questa scusa per giustificare la somministrazione di una terapia genica sperimentale a bambini di età inferiore ai 12 anni.

Il modo migliore per assicurarti di vedere i nostri articoli è iscriverti alla mailing list sul  sito Web, riceverai una notifica via email ogni qualvolta pubblicheremo un articolo. Se ti è piaciuto questo pezzo, per favore considera di condividerlo, seguirci sul tuo Social preferito tra Facebook , Twitter , Instagram, MeWe, Gab, Linkedin (basta cercare “Database Italia”) o su Telegram (Il nostro preferito) oppure sostenendoci con una donazione seguendo le modalità indicate nella pagina “Donazioni”   Tutti, hanno il mio permesso per ripubblicare, utilizzare o tradurre qualsiasi parte dei nostri lavori (citazione gradita). Davide Donateo – Fondatore e direttore di Database Italia.

[jetpack_subscription_form]

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Paolo

Ottimo Articolo! Al quale aggiungerei anche un’altra chicca finanziaria di Nicola Porro.

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!