Database Italia

L’OSCENO PROFITTO DI PFIZER – 900 MILIONI IN 3 MESI E MANOVRE DA MANUALE DI UN SISTEMA CORROTTO


Come il New York Times ha riportato , la Pfizer ha generato centinaia di milioni di profitti nel primo trimestre del 2021, grazie al suo “vaccino” Covid-19 . La cosa interessante del successo dell’azienda, tuttavia, è che il suo vaccino è solo uno dei due ampiamente utilizzati prodotti a scopo di lucro e l’unico il cui produttore non fa affidamento su di esso per rimanere a galla. Il guadagno di Pfizer quest’anno è, in sostanza, un guadagno per la medicina di monopolio.

A differenza dei suoi concorrenti occidentali Johnson & Johnson e AstraZeneca, Pfizer ha deciso presto di trarre profitto dal suo vaccino. Quel margine di profitto non è stato divulgato, ma è stato previsto che sarebbe compreso nell’intervallo alto del 20% . Ciò significa che, dei 3,5 miliardi di dollari introdotti dal vaccino in questo trimestre, circa 900 milioni di dollari sono utili al lordo delle imposte. 

A differenza di Moderna, concorrente che utilizza una tecnologia di vaccino simile a quella di Pfizer, Pfizer è già un’azienda straordinariamente redditizia, che ha realizzato profitti per 9,6 miliardi di dollari nel 2020 prima che il vaccino avesse un impatto serio. Moderna non ha altri prodotti sul mercato, quindi trarre profitto dal suo vaccino è fondamentale per il suo funzionamento. Non così per Pfizer. 

Pfizer vende i suoi vaccini a tariffe diverse. Gli Stati Uniti, ad esempio, pagano $ 19,50 per ogni dose, mentre Israele avrebbe pagato $ 30.Il motivo per cui tutto ciò è moralmente giustificabile, Pfizer ha detto più volte, è che non ha mai fatto parte dell’operazione Warp Speed ​​del governo degli Stati Uniti e quindi ha il permesso di fissare i propri prezzi. 

Tuttavia, questo è ingannevole. BioNTech, la società che ha effettivamente sviluppato il vaccino, ha ricevuto una sovvenzione di $ 455 milioni dal governo tedesco e ha ottenuto circa $ 6 miliardi in impegni di acquisto da Stati Uniti e UE. Non solo, ma il vaccino Pfizer si basa sulla tecnologia mRNA brevettata dal National Institutes of Health che è stata finanziata dai contribuenti statunitensi. 

In poche parole, Pfizer ha capitalizzato su una partnership con una società biotecnologica tedesca allora oscura che ha ricevuto sovvenzioni dal governo tedesco per sviluppare il suo vaccino basato sulla tecnologia finanziata dai contribuenti statunitensi, e poi ha ricevuto garanzie di acquisto da governi ricchi che garantivano miliardi di dollari di entrate. È riuscita a privatizzare tutti i profitti mentre socializzava tutto il rischio in quello che era un caso da manuale di quanto sia corrotta Big Pharma. 

Ma la portata di questa monumentale corruzione emerge davvero se si considera che si tratta di un’emergenza sanitaria pubblica che si verifica una volta in più vite e che ha ucciso milioni di persone. I governi di tutto il mondo hanno promesso una risposta bellicosa alla pandemia di Covid-19, eppure è stato per lo più solo business as usual. 

Il capitalismo globale si è rafforzato attraverso la pandemia, e Big Pharma non fa eccezione. Le leggi sulla proprietà intellettuale (PI), che sono state difese solo nelle istituzioni multilaterali come le Nazioni Unite dai paesi ricchi, sono in modo dimostrabile un ostacolo all’uscita delle dosi di vaccino – e tutti lo sanno.

Persino Joe Biden ha dichiarato durante la campagna elettorale nel 2020 che avrebbe sospeso i diritti di proprietà intellettuale per rendere i vaccini più accessibili in tutto il mondo. 

“ Assolutamente, positivo. Questa è l’unica cosa umana al mondo da fare ” , ha detto Biden. (Sono sicuro che il fatto che Pfizer fosse tra le aziende che hanno effettuato la donazione massima di 1 milione di dollari all’inaugurazione di Biden non aveva nulla a che fare con il suo voltafaccia …)

Ma non solo l’IP è stato un problema, ma anche il costo generale e la logistica del trasporto del vaccino Pfizer si sono rivelati una sfida per le nazioni, soprattutto quelle più povere, che vogliono riceverlo. Tuttavia, in qualche modo, il vaccino Pfizer sta emergendo come il vaccino predominante Covid-19 spedito dai paesi occidentali, mentre i vaccini a basso costo e meno intensivi vengono screditati. 

A parte il fatto ovvio che i vaccini cinesi o lo Sputnik V russo sono stati scartati dall’ essere presi in considerazione, sono stati ritardati per la revisione da altri paesi o sono stati attaccati in modo cospiratorio dai media occidentali, sembra esserci una sorta di pregiudizio a favore di Pfizer, anche tra i produttori di vaccini occidentali. 

Considera che l’Università di Oxford ha pubblicato uno studio il 15 aprile che mostra che il rischio trombosi sembra essere 30 volte più alto con i vaccini a mRNA prodotti da Moderna e Pfizer (cioè i due a scopo di lucro) rispetto a quelli di AstraZeneca. Considera anche che il rischio di trombosi venosa cerebrale (un coagulo di sangue nel cervello) sembra essere abbastanza simile sia con AstraZeneca che con quei vaccini a mRNA.  

Quindi, mentre le preoccupazioni sulla coagulazione del sangue hanno causato polemiche e persino l’interruzione dei vaccini fatti da AstraZeneca e Johnson & Johnson, qualsiasi menzione di questa situazione legate a Pfizer nei media è stata praticamente inesistente. È abbastanza strano. 

Inoltre, i titoli trombano continuamente quanto sia altamente efficace il vaccino Pfizer, attribuendo enorme importanza alla percentuale della sua efficacia senza aggiungere contesto. Come ha magistralmente spiegato il canale YouTube di Vox in un video pubblicato a marzo , è estremamente difficile confrontare i vaccini, soprattutto perché vengono testati in parti diverse e in momenti diversi. 

L’amministratore delegato della Pfizer ha promesso di garantire che i paesi più poveri “ avranno lo stesso accesso del resto del mondo ” al suo vaccino. Ma a partire dal mese scorso, le nazioni ricche si erano assicurate oltre l’87% degli oltre 700 milioni di dosi di vaccini Covid-19 distribuiti in tutto il mondo, mentre i paesi più poveri avevano ricevuto solo lo 0,2%, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità.

Pfizer ha promesso 40 milioni di dosi a Covax, la partnership volta a fornire vaccini ai paesi poveri. Ma, come sottolinea il rapporto del New York Times, questo è meno del 2% dei 2,5 miliardi di dosi che intende produrre quest’anno.

Il problema è che la Pfizer sembra avere troppa visibilità gratuita sui media, nonostante sia costosa, difficile da trasportare e tenuta sotto la protezione della proprietà intellettuale.

Pfizer ha manovrato con successo il nostro sistema corrotto per rastrellare profitti record praticamente senza alcun rischio. È triste da dire, ma succede sempre. Tuttavia, in questo momento, si tratta solo di prolungare artificialmente una pandemia una volta in un secolo che, penso che la maggior parte di noi possa essere d’accordo, sta distruggendo le nostre vite. Lascia che il successo di Pfizer quest’anno sia un promemoria storico del perché il capitalismo e la salute pubblica sono totalmente incompatibili. 


L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

fonte RT

I commenti sono chiusi.