Quantcast
Database Italia

L’UCRAINA CHIEDE IL SOSTEGNO DI NATO E USA IN CASO DI CONFLITTO CON LA RUSSIA. SECONDO IL CREMLINO COSÌ LA SITUAZIONE NEL DONBASS DIVENTA “SPAVENTOSA”





Mosca ha avvertito che i combattimenti si stanno intensificando nell’Ucraina orientale, insistendo sul fatto che la regione deve evitare un conflitto su vasta scala dopo che Kiev ha chiesto alla NATO di aumentare la sua prontezza al combattimento in loco sostenendo che gli Stati Uniti interverranno in aiuto in caso di guerra.

Parlando ai giornalisti venerdì, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che una serie di scontri militari nella regione del Donbass è motivo di preoccupazione. “Sfortunatamente per noi”, ha detto, “la realtà sulla linea di contatto è piuttosto spaventosa, e non solo una, ma molte, provocazioni da parte delle forze armate ucraine”.

Kiev insiste sul fatto che la Russia stia aumentando le truppe vicino al confine condiviso e incolpa i separatisti, che in precedenza hanno ricevuto sostegno da Mosca, per aver infranto un cessate il fuoco. “L’attuale escalation della Russia è sistemica, la più grande degli ultimi anni”, ha detto il ministro degli Esteri ucraino Dimitry Kuleba in una dichiarazione rilasciata all’inizio di questa settimana. La scorsa settimana funzionari di Kiev hanno comunicato la morte di quattro soldati uccisi dai bombardamenti durante gli scontri con i ribelli nell’est del paese.

Andrey Rudenko, il viceministro degli esteri russo, ha negato che Mosca avesse qualcosa da guadagnare da un aumento delle tensioni. “Sono sicuro che tutti i discorsi su un imminente conflitto tra Ucraina e Russia sono un esempio di un altro falso diffuso principalmente dalle autorità ucraine”, ha detto. “La Russia non è interessata a nessun conflitto con l’Ucraina, per non parlare di uno militare”.

In una dichiarazione rilasciata venerdì, è stato confermato che un consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky aveva proposto che la NATO aumentasse la sua presenza nel paese. Come parte di un appello con i rappresentanti di due degli stati membri del blocco militare guidato dagli Stati Uniti, Roman Mashovets, vice capo dell’Ufficio del Presidente, ha affermato che “tali azioni della Federazione Russa rappresentano una sfida alla sicurezza dell’Ucraina e della NATO , che deve essere bilanciata da sforzi congiunti “.

La missiva ha rivelato che un’opzione avanzata da Mashovets era quella di “attività congiunte, comprese le esercitazioni militari dell’Ucraina e della NATO”. Queste attività, ha aggiunto, “dovrebbero includere componenti terrestri, navali e aeree. Inoltre, è consigliabile aumentare il livello di prontezza al combattimento delle truppe nei paesi della NATO che confinano con l’Ucraina “.

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
SOSTIENI DATABASE ITELIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments