EconomiaPolitica

Lukashenko: Gli aiuti della Banca Mondiale e del FMI per il Coronavirus vengono erogati solo a condizione che si segua “il modello italiano” di Lockdown

Enormi prestiti esteri sono concessi a nazioni sovrane dalla Banca Mondiale, dal FMI e simili. Ma le condizioni che vengono associate a questi prestiti raramente vengono comunicate dai governi ai loro cittadini. Un recente caso in Bielorussia ha messo in luce le condizioni stabilite da queste agenzie per i prestiti erogati per il COVID-19. Il presidente della Bielorussia ha rivelato che l’aiuto al coronavirus della Banca mondiale presenta le condizioni per imporre misure di lockdown estreme, per modellare la risposta al coronavirus su quella italiana imponendo persino cambiamenti nelle politiche economiche, tutte proposte rispedite al mittente, rifiutate come “inaccettabili”.

Ulteriori condizioni che non si applicano alla parte finanziaria sono inaccettabili per la Bielorussia, ha dichiarato il presidente della Bielorussia Aleksandr Lukashenko nel parlare di prestiti esterni durante una riunione per discutere le misure di sostegno al settore economico reale da parte del sistema bancario, ha riferito l’ agenzia bielorussa telegrafica, BelTA.

Aleksandr Lukashenko ha chiesto ai partecipanti alla riunione come andavano le cose con la fornitura di assistenza creditizia estera alla Bielorussia. “Quali sono i requisiti dei nostri partner? È stato annunciato che possono fornire alla Bielorussia 940 milioni di dollari in cosiddetti finanziamenti rapidi. Come vanno le cose qui? Ha chiesto il capo dello stato.

Allo stesso tempo, ha sottolineato che condizioni aggiuntive che non si applicano alla parte finanziaria sono inaccettabili per il paese.

“Sentiamo la richiesta, ad esempio, di modellare la nostra risposta al coronavirus su quella italiana. Non voglio vedere ripetere la situazione italiana in Bielorussia. Abbiamo il nostro paese e la nostra situazione “, ha detto il presidente.

Secondo il presidente, la Banca mondiale ha mostrato interesse per le pratiche di risposta al coronavirus bielorusso.

“È pronto a finanziarci dieci volte di più rispetto a quanto offerto inizialmente come segno di elogio per la nostra efficace lotta contro questo virus. La Banca mondiale ha persino chiesto al Ministero della sanità di condividere l’esperienza. Nel frattempo, il FMI continua a richiedere da noi misure di quarantena, isolamento, coprifuoco. Questo non ha senso. Non balleremo al ritmo di nessuno “, ha detto il presidente.

La Bielorussia è uno dei pochi paesi europei a non aver adottato rigide misure di contenimento del coronavirus. La situazione senza restrizioni è tale che anche i servizi non essenziali rimangono aperti. La lega calcistica della Bielorussia è ancora in corso. L’unico tipo di restrizione che la Bielorussia ha fatto finora è che le vacanze scolastiche sono state prolungate.

Lukashenko è del parere che un blocco completo non sia assolutamente necessario. Simili opinioni sono state espresse anche da molti noti scienziati.

Il presidente della Bielorussia non è il primo ad aver esposto la pressione esercitata dalle agenzie globali nel corso della crisi del coronavirus per promuovere la loro agenda. In precedenza, il Presidente del Madagascar ha affermato in modo sensazionale che l’ OMS gli ha offerto una bustarella da 20 milioni di dollari per avvelenare la cura COVID-19 chiamata COVID-19 Organics prodotta da Artemisia.

Il presidente della Tanzania ha cacciato l’OMS dal paese dopo aver inviato dei tamponi esca, uno effettuato su una capra e uno su una papaia, che sono risultati positivi a COVID-19 . Giorni dopo la mossa tanzaniana, il Burundi ha anche cacciato il team dell’OMS Coronavirus  dal paese per interferenze in questioni interne.

È stato anche rivelato in un intercettazione un rapporto di intelligence secondo il quale Bill Gates ha offerto una bustarella da 10 milioni di dollari per un programma di vaccinazione forzata contro il coronavirus in Nigeria. Sono moltissimi ormai ad aver  esposto l’agenda di Bill Gates in India e in Africa, insieme ai piani per il controllo globale della popolazione grazie al programma di identificazione digitale ID2020.

Davide Donateo

Sono il fondatore e direttore (editor se preferite) di Database Italia. Il mio indirizzo e-mail è: [email protected]

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

[…] WHO und der IWF jüngst ihr Angebot an Herrn Lukaschenko mit einem nun verzehnfachten Betrag auf 900 Millionen Dollar erhöht. – Und was will uns das […]

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!