Intel

“L’uomo più ricercato al mondo” sotto la protezione dell’intelligence russa

Fonti certe affermano che un alto dirigente della società in bancarotta Wirecard si nasconda vicino a Mosca sotto la protezione dell’agenzia di intelligence militare GRU della Russia, secondo quanto riferito dal quotidiano tedesco Handelsblatt .  

Wirecard è crollata a giugno dopo aver ammesso un ammanco di 1,9 miliardi di euro ($ 2,2 miliardi), in quello che i revisori hanno affermato essere una “frode elaborata e sofisticata “. Le autorità tedesche hanno arrestato il suo ex amministratore delegato ed ex direttore generale Jan Marsalek, 40 anni, in fuga da ben tre agenzie di intelligence occidentali.

Si ritiene che Marsalek sia sotto la supervisione del GRU in una proprietà a ovest di Mosca, secondo Handelsblatt citando fonti commerciali, giudiziarie e diplomatiche anonime.

La rivista tedesca Der Spiegel, il sito web investigativo Bellingcat e il sito web russo The Insider hanno riferito questo fine settimana che Marsalek è  fuggito in Bielorussia passando per l’Estonia poche ore dopo il suo licenziamento il 18 giugno. Bielorussia e Russia non hanno praticamente alcun controllo di frontiera dal 1995.

Handelsblatt ha scritto che le attuali tensioni politiche tra la Bielorussia e la Russia hanno reso “troppo rischioso” per il GRU lasciare Marsalek a Minsk.

Marsalek “si è spesso definito un agente segreto” nelle conversazioni private e “deve aver lavorato a stretto contatto con il GRU” durante le sue visite in Siria dilaniata dalla guerra e durante gli investimenti in Libia, ha riferito Handelsblatt.

L’indagine di Bellingcat ha affermato che il cittadino austriaco ha effettuato oltre 60 viaggi in Russia negli ultimi dieci anni.

Wirecard era una stella nascente alla borsa di Francoforte fino a quando i rapporti del Financial Times e altri media non hanno messo in discussione le sue pratiche commerciali e contabili.

Il Cremlino lunedì ha sostenuto dinon essere a conoscenza di dove si trovi Marsalek.

AFP è in parte fonte di questo articolo

Davide Donateo

Sono il fondatore e direttore (editor se preferite) di Database Italia. Il mio indirizzo e-mail è: [email protected]

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!