Home Analisi Geo-Politiche non convenzionali Medvedev lancia un avviso apocalittico all’Occidente sull’Ucraina

Medvedev lancia un avviso apocalittico all’Occidente sull’Ucraina

21
0

L’ex presidente russo ha usato una citazione del Libro dell’Apocalisse per commentare le richieste del “Trattato di sicurezza di Kiev”.

Gli “idioti” occidentali degli “stupidi think tank” stanno guidando i loro paesi sulla strada dell’armageddon nucleare con la loro guerra ibrida contro Mosca, ha scritto martedì l’ex presidente russo Dmitry Medvedev sul suo canale Telegram. Incanalare all’infinito armi e supporto all’Ucraina fingendo di non essere direttamente coinvolti nel conflitto non funzionerà, ha aggiunto il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo.

La proposta di “garanzie di sicurezza” svelata martedì da Kiev è stata “davvero un prologo alla terza guerra mondiale”, ha affermato Medvedev, definendola un “appello isterico” ai paesi occidentali impegnati in una guerra per procura contro la Russia.

Se l’Occidente continua il suo “pompaggio sfrenato del regime di Kiev con i tipi di armi più pericolosi”, la campagna militare russa passerà al livello successivo, dove “i confini visibili e la potenziale prevedibilità delle azioni delle parti in conflitto” saranno cancellati e il conflitto prenderà vita propria, come fanno sempre le guerre, ha affermato Medvedev.

“E poi le nazioni occidentali non potranno sedersi nelle loro case pulite, ridendo di come indeboliscono accuratamente la Russia per procura. Tutto sarà in fiamme intorno a loro. Il loro popolo raccoglierà pienamente il suo dolore. La terra brucerà e il cemento si scioglierà”, ha scritto Medvedev, prima di citare un versetto biblico dell’ Apocalisse 9:18.

“Eppure i politici dalla mentalità ristretta e i loro stupidi think tank, facendo roteare premurosamente un bicchiere di vino nelle loro mani, parlano di come possono trattare con noi senza entrare in una guerra diretta. Imbecilli ottusi con un’educazione classica”, ha scritto Medvedev.

I suoi commenti sono stati spinti dalla pubblicazione da parte di Kiev di una proposta di “trattato di sicurezza”, sviluppata sotto la guida dell’ex segretario generale della NATO Anders Fogh Rasmussen. La bozza prevede che gli Stati Uniti e i loro alleati garantiscano i confini dell’Ucraina prima del 2014 con armi, munizioni, assistenza finanziaria e addestramento, oltre a impegnarsi a mantenere le sanzioni contro la Russia per tutto il tempo che Kiev vorrà e a fornire assistenza e addestramento, nonché impegnandosi a mantenere le sanzioni contro la Russia per tutto il tempo che vuole Kiev e consegnando qualsiasi proprietà russa confiscata all’Ucraina.

Tramite RT

Previous articleBriefing del capo delle truppe di protezione RCB delle forze armate russe, il generale Igor Kirillov
Next articleSI, I VACCINI COVID ANNULLANO E CANCELLANO L’IMMUNITÀ NATURALE
Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.