Quantcast
Database Italia

“MESSAGGIO ALL’IRAN”, SOTTOMARINI NUCLEARI USA E ISRAELIANO NEL GOLFO PERSICO

Un sottomarino statunitense a propulsione nucleare è passato attraverso lo Stretto di Hormuz e nel Golfo Persico. Una chiara minaccia per l’Iran, mentre un sottomarino israeliano avrebbe fatto un’escursione simile nel Mar Rosso.

L’USS Georgia (SSGN-729) è un sottomarino a propulsione nucleare di classe Ohio che trasporta, non testate nucleari balistiche, ma fino a 154 missili da crociera Tomahawk – o fino a 66 uomini dei speciali, ha sottolineato la Marina lunedì, annunciando il transito della nave nel “Golfo Arabico”, come lo chiamano gli Stati Uniti.

La Georgia è stata scortata dagli incrociatori missilistici guidati USS Port Royal (CG 73) e USS Philippine Sea (CG 58) e ha effettuato il transito domenica, ha annunciato la Marina. È stato solo il secondo riconoscimento del genere in otto anni.

In seguito all’annuncio, l’emittente pubblica israeliana Kan ha riferito lunedì sera che uno dei sottomarini israeliani è transitato nel Canale di Suez la scorsa settimana, con l’approvazione dell’Egitto. Tuttavia, il rapporto Kan citava “fonti dell’intelligence araba” mentre le forze di difesa israeliane si rifiutavano ufficialmente di commentare.

Le dimostrazioni navali arrivano sulla scia dell’assassinio del mese scorso di Mohsen Fakhrizadeh, uno scienziato senior che presumibilmente guidò il programma nucleare iraniano. Teheran ha incolpato Israele per l’omicidio.

Il comandante del Comando Centrale degli Stati Uniti (CENTCOM), il generale Kenneth McKenzie, è attualmente in visita in Medio Oriente, anche se la sua esatta ubicazione non è stata rivelata. All’inizio di questo mese, gli Stati Uniti hanno inviato due bombardieri con capacità nucleare nella regione in un altro “messaggio” a Teheran, citando rapporti non specificati di una potenziale minaccia di attacchi da parte delle milizie sostenute dall’Iran. 
Lo Stretto di Hormuz è pesantemente pattugliato dalle navi del Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche iraniane (IRGC) , il che ha portato in passato a contrasti con le forze navali statunitensi che operano nell’area. Anche l’anniversario dell’attacco di droni statunitensi che ha ucciso il comandante dell’IRGC, il generale Qassem Soleimani vicino a Baghdad a gennaio, si sta avvicinando rapidamente.

Ti andrebbe di contribuire?

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments