Home Salute NUOVO STUDIO – LA PRESENZA DI FUNGHI NEL SANGUE COME INDICATORI TUMORALI

NUOVO STUDIO – LA PRESENZA DI FUNGHI NEL SANGUE COME INDICATORI TUMORALI

49
0

Fino ad ora, la ricerca sui funghi nei tumori è stata limitata, con gli scienziati che presumevano che la loro presenza fosse rara nel tessuto canceroso. Lo screening di campioni di sangue per segni rivelatori di funghi nel corpo umano può offrire un metodo nuovo di zecca per la diagnosi precoce del cancro , secondo una nuova ricerca peer-reviewed.

Scienziati israeliani hanno unito le forze con i colleghi negli Stati Uniti per studiare i tumori di 17.000 malati di cancro per determinare il tipo e la quantità di funghi che vivono nel tessuto canceroso. Ricerche limitate in passato suggerivano che la presenza di funghi nei tumori fosse rara. Tuttavia, uno studio, pubblicato sulla rivista Cell, ha rivelato che molti tumori contengono sciami di funghi. Inoltre, poiché il fungo sparge il DNA nel sangue, offre un nuovo metodo per rilevare il cancro in una fase iniziale e, di conseguenza, modellare il miglior trattamento.

“Siamo rimasti sorpresi di scoprire che in realtà è più comune trovare tumori con funghi che senza”, ha affermato la dott.ssa Ilana Livyatan del Weizmann Institute of Science, che faceva parte della collaborazione con la San Diego School of Medicine dell’Università della California.

Allo studio hanno contribuito anche l’Università di Tel Aviv e lo Sheba Medical Center, dal titolo “Le analisi del cancro del pancreas rivelano ecologie fungine specifiche per il tipo di cancro e interazioni batterioma”.

Proiezione ‘Atlante’

Il team Weizmann-California ha creato un “atlante” che delinea i funghi che caratterizzano 35 diversi tipi di tumore, in modo da aiutare il nuovo metodo di screening.

Inoltre, gli scienziati sperano che oltre a segnalare semplicemente l’esistenza del cancro, tali test potrebbero anche indicare la posizione del tumore nel corpo.

“Questo potrebbe offrire una nuova strada per la diagnosi dei tumori utilizzando un semplice esame del sangue che rileva i funghi nei tumori. E al di là della diagnostica, questo potrebbe davvero scuotere le cose nella ricerca sui tumori. Questo è uno di questi momenti di apertura degli occhi che ci fa rivisitare le nostre ipotesi sul cancro, poiché i funghi ora rappresentano una considerazione completamente nuova nell’analisi dei tumori”, ha detto Livyatan a The Times of Israel.

Come parte della loro analisi, il team di scienziati ha trovato molte correlazioni tra funghi e possibilità di sopravvivenza al cancro . Ad esempio, hanno determinato che quando le pazienti con cancro al seno avevano un fungo specifico presente nei loro tumori, la Malassezia globosa, questo presentava maggiori possibilità di sopravvivenza.

Secondo il professor Yitzhak Pilpel del Weizmann Institute, il recente studio sui modelli di batteri nei tumori richiederà probabilmente ulteriori ricerche sulle relazioni funghi-cancro.”Questo studio getta nuova luce sul complesso ambiente biologico all’interno dei tumori e la ricerca futura rivelerà come i funghi influenzano la crescita cancerosa”, ha affermato.

L’attività fungina è “un nuovo ed emergente segno distintivo del cancro”, ha sottolineato il professor Ravid Straussman, un altro specialista del cancro presso l’Istituto Weizmann, aggiungendo:

“Questi risultati dovrebbero spingerci a esplorare meglio i potenziali effetti dei funghi tumorali e a riesaminare quasi tutto ciò che sappiamo sul cancro attraverso una ‘lente del microbioma’”.

SOSTIENI DATABASE ITALIA (QUI) o sulla pagina dedicata (qui)

Database Italia è attivamente preso di mira da forze potenti che non desiderano che sopravviviamo. Il tuo contributo, per quanto piccolo, ci aiuta a restare a galla. Accettiamo pagamenti volontari peri contenuti disponibili gratuitamente su questo sito Web

SOSTIENI DATABASE ITALIA

Previous articleL’utilizzo della VPN aumenta tra proteste, conflitti e guerre nel 2022
Next articleGli scienziati scoprono un enorme “oceano” vicino al nucleo terrestre