CoronavirusEventi Avversi V.C.

Pandemia dei vaccinati – I dati mondiali su 188 paesi dimostrano che i più alti tassi di casi Covid-19 sono nei paesi più vaccinati

L’analisi mondiale di 188 nazioni mostra una massiccia correlazione globale tra vaccinazione e tassi più elevati di casi Covid-19, dimostrando che il mondo sta attualmente vivendo una pandemia di vaccinati.

METODO

I dati sono stati analizzati dal sito “Our World in Data” della Johns Hopkins University su 247 milioni di casi di Covid-19 dall’inizio della pandemia al 31 ottobre 2021, per tutte le 188 nazioni in cui sono disponibili dati sia sulla percentuale di persone vaccinate e i casi confermati cumulativi per milione.

I risultati sui casi medi per milione di persone rispetto alla percentuale vaccinata sono stati i seguenti:

Dati di origine
Dati di origine
Dati di origine

CONCLUSIONE

Quanto sopra mostra che l’incidenza dei casi aumenta in modo abbastanza lineare con la percentuale di persone vaccinate ad un tasso di 800 casi per milione per percentuale extra di vaccinati.

Le nazioni con i tassi di casi più bassi sono quasi esclusivamente in Africa, che ha anche i tassi di vaccinazione più bassi.

Considerando che le nazioni con i più alti tassi di casi hanno anche i più alti tassi di vaccinazione.

La conclusione inevitabile da tutti i dati che abbiamo fino al 31 ottobre è che i vaccini aumentano il numero dei casi. Questo non è un campione rappresentativo di poche migliaia di casi di una nazione. È uno studio completo di tutti i casi finora in ogni nazione segnalante.

I risultati ci sono. C’è una massiccia correlazione positiva tra la percentuale di vaccinazione e il numero dei casi. Le vaccinazioni stanno chiaramente aprendo la porta al virus.

Nelle nazioni pesantemente vaccinate come il Regno Unito, il tasso di casi negli ultratrentenni completamente vaccinati è attualmente solo del 23-55% superiore al tasso di casi nei non vaccinati. Ma il tasso di casi nei non vaccinati è elevato a causa dell’infezione da parte di persone vaccinate.

La narrativa dei media è che i non vaccinati stanno infettando i vaccinati. Questi dati mostrano indiscutibilmente che è vero il contrario. Questa è ormai diventata una pandemia dei vaccinati.

Stanno aumentando il numero di casi tra i non vaccinati, perché il loro sistema immunitario viene danneggiato dai vaccini. Questo è ciò che dichiara la linea abbastanza dritta e molto ripida sopra.

Se non ci fosse stata la vaccinazione nel Regno Unito, le cifre sarebbero ora più simili a quelle dei paesi africani, come si vede in basso a sinistra nel grafico sopra.

Uno dei modi più chiari per vedere che i vaccinati stanno infettando i non vaccinati è il confronto del 71% vaccinato in Israele con il 27% vaccinato in Palestina.

Il grafico mostra Israele che guida la Palestina nei casi e li trascina al di sopra del livello medio mondiale dei casi.

L’analisi mondiale di 188 nazioni mostra una massiccia correlazione globale tra vaccinazione e tassi di casi più elevati di Covid-19, dimostrando che il mondo sta attualmente vivendo una pandemia di vaccinati.

Fonte

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite debit card o carta di credito.

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

ABBONATI! Con un piccolo contributo di 3 € al mese potrai leggere tutti gli articoli senza fastidiose pubblicità.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!