Database Italia

PFIZER-BIONTECH HA CERCATO DI SACCHEGGIARE L’UE CHIEDENDO FINO A 54,00 EURO A VACCINO.



I produttori di farmaci Pfizer e BioNTech volevano addebitare alla Commissione europea 54,08 € per dose del loro vaccino contro il Coronavirus, secondo il resoconto di alcuni media tedeschi. Il vaccino sarebbe costato più di 20 volte rispetto a quello della rivale AstraZeneca.

Il prezzo richiesto è stato rivelato giovedì dalle emittenti tedesche NDR e WDR e dal quotidiano Suddeutsche Zeitung . Il documento afferma che Pfizer e BioNTech hanno presentato un’offerta all’UE offrendo 500 milioni di dosi a € 54,08 ($ 65,58) per dose, per un costo totale di € 27 miliardi ($ 32,74 miliardi).

A 54,08 euro, il vaccino BioNTech sarebbe costato più di 20 volte il vaccino rivale sviluppato da AstraZeneca e dall’Università di Oxford e 500 milioni di dosi sarebbero costate all’UE 3 miliardi di euro in più rispetto al PIL annuale dell’Islanda. In confronto, il prezzo del vaccino russo “Sputnik V” non dovrebbe superare i $ 10 (€ 8,26), secondo i suoi sostenitori

“Lo vedo come una ricerca di profitto che non è in alcun modo giustificata nell’attuale situazione della pandemia” , ha detto al giornale Wolf Dieter Ludwig, presidente dell’associazione medica tedesca.

Pfizer-BioNTech non ha realizzato alcun profitto sulla vendita di vaccini, secondo la Suddeutsche Zeitung, e durante i negoziati lo scorso anno secondo quanto riferito ha detto ai funzionari dell’UE che il prezzo di 54,08 € includeva già “la percentuale di sconto più alta” offerta a qualsiasi paese sviluppato.

Il costo finale per dose del vaccino è ancora sconosciuto, anche se un documento trapelato dalla deputata belga Eva De Bleeker a dicembre ha suggerito che Pfizer-BioNTech era stato contrattato a € 12 ($ 14,55). Reuters in seguito dichiarò di aver esaminato i documenti che mostravano il prezzo di 15,50 € (18,79 $) per dose, “leggermente inferiore ai 19,50 $ per iniezione che gli Stati Uniti hanno accettato di pagare per una prima spedizione di 100 milioni di dosi dello stesso vaccino”.

La Commissione europea ha finora ottenuto 600 milioni di dosi del vaccino Pfizer-BioNTech, 460 milioni di colpi Moderna e 400 milioni di dosi di AstraZeneca. Sono stati riservati altri 1,1 miliardi di dosi di vaccini di altri produttori, tra cui Johnson & Johnson e CureVac, ma questi vaccini sono ancora in fase di sviluppo o valutazione.

Tuttavia, i singoli paesi hanno puntato più lontano: l’ Ungheria la scorsa settimana è diventata il primo paese dell’UE ad iniziare ad amministrare lo “Sputnik V” russo e presto schiererà anche il fucile cinese Sinovac. Anche la Repubblica Ceca sta valutando l’acquisto del vaccino russo, qualora fosse approvato dalle autorità di regolamentazione dell’UE.

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.