SaluteScienza e Tecnologia

PIOVONO VACCINI, IL WEF USA I DRONI PER VACCINARE LE POPOLAZIONI RURALI

In un racconto tratto da un film distopico, il WEF ha annunciato che utilizzerà i droni per contribuire a migliorare l’equità sanitaria nelle aree rurali dell’India, utilizzandoli per fornire vaccini. 

Anche la raccolta dei dati è importante, utilizzando le telecamere del drone per mappare il terreno per ulteriori studi. Secondo il WEF, hanno già effettuato oltre 300 prove di somministrazione del vaccino e desiderano ampliare ulteriormente l’ambito del progetto.

Da TCS Wire 16 agosto 2022

“In India, c’è l’urgenza per il settore pubblico e privato di collaborare alle applicazioni per droni per migliorare l’equità sanitaria nelle aree rurali”, si legge in un  articolo  del WEF. “L’iniziativa Medicine from the Sky del World Economic Forum   sta accelerando la trasformazione da catene di approvvigionamento sanitario inefficienti a infrastrutture digitali e resilienti che riducono gli sprechi e migliorano i risultati sanitari”.

Secondo il Forum, l’organizzazione ha effettuato oltre 300 prove di somministrazione del “vaccino” e ora prevede di espandere l’ambito del progetto. Oltre a portare più vaccini nelle braccia degli indiani, il Forum vuole anche iniziare a utilizzare i droni per forniture più efficaci, come sangue e anti-veleno di serpente, che sono comunemente necessari nelle aree rurali.

Anche la raccolta dei dati è una parte importante dell’iniziativa, in particolare i dati geospaziali sul territorio rurale dell’India.

Il WEF ha anche citato le prove sul trasporto di organi negli Stati Uniti e sta elaborando la logistica del trasferimento di organi tramite drone, sostenendo che la congestione del traffico e la natura sensibile al tempo dei trapianti di organi rendono i sistemi di consegna dei droni una potenziale soluzione utile da esplorare.

Finora, l’iniziativa Medicine from the Sky è stata attuata solo nello stato di Telangana, che dal 2019 ha apportato modifiche normative per facilitare l’iniziativa del WEF.

“L’uso dei droni offre l’opportunità di supportare i nostri approcci tradizionali alla fornitura di assistenza sanitaria, in particolare nelle regioni poco servite o remote del paese”, ha affermato Sangita Reddy, Joint Managing Director di Apollo Hospitals Group. “Il nostro settore sanitario potrebbe potenzialmente assistere a consegne su larga scala di medicinali a coda lunga, vaccini, sangue e organi vitali in tutto il paese su terreni con droni in azione”.

Come parte dell’agenda 2030 del WEF, il Forum afferma di voler garantire che tutte le strutture sanitarie remote siano in grado di utilizzare i droni e spera di replicare il loro programma di droni nei paesi in via di sviluppo in tutto il mondo.

Davide Donateo

Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!