Database Italia

PREGLIASCO: “MEDICI NO VAX COME IMBOSCATI IN GUERRA, A SUO TEMPO I SOLDATI VENIVANO FUCILATI SUL POSTO”. IL WEB INSORGE

“Questi operatori sanitari sono una minoranza: ci sono gli eroi e ci sono i vigliacchi”


Sull’obbligo vaccinale contro il Coronavirus per gli operatori sanitari “voglio vedere quale sarà il meccanismo. Non vaccinarsi vuol dire essere imboscati, come in una guerra. A suo tempo i soldati venivano fucilati sul posto se non andavano alla guerra, era un meccanismo trucido e devastante. E’ davvero l’elemento che fa pensare male la popolazione perché se il mio medico non si vaccina perché dovrei farlo io? In realtà è solo ignorante”. Lo dice Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università degli Studi di Milano, in collegamento con la trasmissione ‘Omnibus’ su La7.

Secondo Pregliasco, i medici che rifiutano il vaccino anti Covid “sono una minoranza dei colleghi. Ci sono gli eroi, gente che si spende, e ci sono dei vigliacchi. Sono persone che in questo modo sperano di essere spostate in attività meno a rischio”, osserva.

Intanto il web insorge davanti a quelle che fino a qualche tempo fa e in altri contesti sarebbero state considerate dal Mainstream, parole gravissime, una minaccia neanche tanto velata, un richiamo storico violento e un auspicio inaccettabile.

In un tam tam sui social in tanti si sono espressi ricordando che Pregliasco è lo stesso personaggio che ha avuto il coraggio di sostenere l’uso delle mascherine durante i rapporti sessuali e che ora a gran voce chiede un ennesimo obbligo, quello di indossare le mascherine anche in spiaggia, magari anche in acqua, perché no? Lo dice la scienzah!

E Man mano che i vaccini saranno distribuiti al grande pubblico, il divario tra coloro che obbediscono alle regole e i dissidenti non farà che aumentare. Coloro che si rifiutano di riceverlo saranno trattati come paria, banditi da alcuni spazi pubblici e sarà colpa loro se la vita non è tornata alla normalità, proprio come è stato per i cosiddetti  no mask “. 

E prospettive più gloriose:  “Chiunque non sia entusiasta all’idea di ingerire un composto sperimentale i cui creatori sono stati protetti da qualsiasi causa legale, sarà considerato un nemico dello stato, persino separato dai propri figli o rimosso dalla propria casa come un rischio per la salute.”.
La sua figura ricorda quei promotori dello scientismo, figure di spicco della propaganda di alcuni regimi autoritari. Ultimamente sono molti i medici e ricercatori che sprecano la loro occasione di parlare al mondo sperticandosi nella politica e passando ore in TV supplicando che vengano lesi i diritti di alcune minoranze che in libertà e con l’avallo della legge, della Costituzione Italiana e perché no, del codice di Norimberga rifiutano un trattamento sanitario obbligatorio. Cosa dovremmo pensare di una persona che passa il tempo accusando alcuni gruppi di persone di essere untori pericolosi?

Ecco alcuni commenti da Twitter

Le perle “scientifiche” di Pregliasco

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating
7 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments