CoronavirusDeep StateEight O’Clock in the MorningSaluteSocietà

PRIMA PRESUNTA MORTE DA OMICRON. I MEDICI NON CI STANNO: “DOVE SONO I DATI?”

La mancanza di trasparenza sulla prima morte da Omicron ha suscitato rabbia oggi nel Regno Unito, dopo che uno dei medici consulenti del governo ha chiesto il rilascio di maggiori dettagli per fermare quello che a suo dire è un “allarme non necessario”.

Gli esperti chiedono risposte sul primo decesso di Omicron nel Regno Unito, come lo stato di vaccinazione dell’individuo, se facesse parte di un gruppo vulnerabile al Covid e se il virus fosse la principale causa di morte. 

Il professore di medicina e consulente oncologo Karol Sikora ha affermato che il governo non sta fornendo alla nazione informazioni sufficienti sulla morte e che ciò stava causando “allarmi ingiustificati”. 

“Erano in ospedale per il Covid o erano lì perché erano stati investiti da un autobus?”, ha detto. 

Boris Johnson ha rivelato la prima morte nel Regno Unito a causa di Omicron durante una visita a una clinica di vaccinazione a Paddington, a ovest di Londra.

Ha detto: “Purtroppo sì Omicron sta producendo ricoveri e purtroppo è stato confermato che almeno un paziente è morto con Omicron”.

Il signor Johnson non ha rivelato l’età della persona deceduta, né se presentava condizioni di salute pregresse che la rendevano vulnerabile, né se Omicron fosse la causa principale della loro morte o un fattore secondario. 

Si pensa che la morte nel Regno Unito sia la prima fatalità da Omicron nel mondo.

I capi sanitari oggi hanno anche rivelato che 10 britannici sono già stati ricoverati in ospedale con Omicron. Ma l’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito (UKHSA), che ha confermato che tutti avevano un’età compresa tra i 18 e gli 85 anni e che la maggior parte aveva ricevuto due dosi di vaccini Covid, si è rifiutata di dire se qualcuno avesse già ricevuto un richiamo.

L’UKHSA ha tuttavia rivelato che l’individuo morto per Omicron è stato diagnosticato in ospedale. 

Il professore di medicina e consulente oncologo Karol Sikora ha affermato che il governo dovrebbe rilasciare maggiori dettagli sulla morte per tranquillizzare la popolazione. 
Aveva ricevuto un booster? Era anziano?   

“Le sfumature sono determinanti e non ci vengono fornite informazioni adeguate”.

Ha aggiunto che data l’età media delle vittime di Covid nel Regno Unito e che l’individuo potrebbe essere morto per qualsiasi causa mentre era positivo alla oresunta variante, non c’è motivo di farsi prendere dal panico e il governo dovrebbe calmare le paure piuttosto che alimentarle.

“L’età media per la morte da presunto Covid è 82,5 anni quindi molte persone di 82 anni muoiono in un anno, in qualsiasi momento”, ha affermato.

‘Nessun dettaglio è stato rilasciato, sospetto che sia solo un vecchio ragazzo che è risultato positivo, potrebbe essere morto nel sonno o con un infarto, chi lo sa?’

“È inutilmente allarmante.”

Il professor Sikora ha affermato che il suo sospetto è che il silenzio sul fatto che la persona fosse vaccinata o meno gli indicasse che la persona è morta per un’altra causa mentre aveva Omicron. 

“Sospetto che sia una morte, il che è sfortunato, ma è dovuto a qualcos’altro, e si dà il caso che sia positivo al Covid, ecco perché non stanno facendo un gran rumore sul fatto che fosse vaccinato o meno”, ha detto.

Interrogato sulla mancanza di dettagli sulla morte di Omicron, il portavoce del Primo Ministro ha citato la riservatezza del paziente come motivo, ma ha aggiunto ulteriori dettagli che potrebbero essere disponibili nel rapporto di fine settimana dell’UKHSA.   

“Ovviamente quando si tratta di decessi individuali c’è il diritto alla riservatezza del paziente, quindi siamo limitati in quello che possiamo dire”, ha detto. 

“Ma forniremo ulteriori dettagli su cose come le caratteristiche, i numeri in ospedale, attraverso il rapporto di sorveglianza”.

Il portavoce ha aggiunto che le morti per Omicron sono purtroppo inevitabili a causa della facilità con cui si diffonde, il che significa che sebbene non fosse di per sé più mortale del normale Covid, più casi significavano più morti. 

‘Non credo che nessuno abbia dubbi sul fatto che ci saranno morti a causa di Omicron. Questo è purtroppo qualcosa che dobbiamo affrontare a causa di questa maggiore trasmissibilità.’ 

FONTE

[jetpack_subscription_form]

Davide Donateo

Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!