Bersaglio MobileCulturaDeep StatePoliticaSocietà

RAZZISMO NWO: DOPO I NO-VAX CACCIANO DAL LAVORO I PRO-PUTIN. NaziDittatura Russofoba

Volentieri ospito nella mia rubrica questa riflessione dell’opinionista di Gospa News. Nell’immagine di copertina il medico Meluzzi sospeso dall’ordine per il rifiuto di vaccinarsi, il musicista Gergiev licenziato perchè amico di Putin e il presidente della Russia

di Carlo Domenico Cristofori

«Oggi è il sindaco di Monaco, Dieter Reiter, a estromettere il direttore della Filarmonica di Monaco Valery Gergiev, che non ha preso le distanze dalla guerra di Putin entro la giornata di ieri, come gli era stato richiesto. Gergiev celebre direttore d’orchestra russo, fedelissimo di Putin, non avrebbe voluto firmare una nota contenente una presa di distanza dopo l’aggressione russa nel conflitto in Ucraina e per questo è stato licenziato».

Articoli correlati

E’ la notizia diffusa il primo marzo da RAI News ed enfatizzata oggi come una decisione “condivisibile” da Eleonora Tafuro Ambrosetti (analista di ISPI – Istituto per gli studi di politica internazionale, esperta di affari russi) durante la trasmissione “Nessun luogo è lontano” di Radio24 (minuto 29,42), emittente del Sole 24 Ore di proprietà di Confindustria: in seno alla quale opera la componente delle multinazionali belliche “Federazione Aziende Italiane per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza” di cui è presidente Guido Crosetto, fondatore di Fratelli d’Italia.

 Il direttore d’orchestra russo Valery Gergiev

Ciò basti a spiegare perché Giorgia Meloni, leader di FDI, ha preso posizione a favore della NATO nella guerra in Ucraina sulla cui origine golpista i media di mainstream hanno calato la completa censura.

“L’attacco su larga scala della Russia contro l’Ucraina è semplicemente inaccettabile. La comunità internazionale deve rispondere compatta a difesa del diritto internazionale” ha dichiarato Meloni forse dimentica che nella guerra civile del Donbass, innescata dal cruento golpe NATO del 20 febbraio 2014, sono morte più di 10mila persone.

Tra loro ha perso la vita anche un reporter italiano, Andrea Rocchelli, “fucilato” come in un’esecuzione dai colpi di mortaio dei paramilitari della Guardia Nazionale Ucraina in cui operano neonazisti del Battaglione Azove e jihadisti addestrati dall’ISIS del battaglione Sheikh Mansur. Il presunto autore condannato in primo grado grazie all’eccellente lavoro della Procura della Repubblica di Pavia fu poi assolto in Cassazione per un cavillo giuridico e per la propaganda di Europa+ finanziata da Geroge Soros, primario finanziatore del golpe NATO a Kiev.

L’ormai ambigua Meloni, nel cui partito cerca di nascondere il conflitto tra NO VAX e NO GREEN PASS con i rivali imprenditori che pendono dai business delle Big Pharma, ha dimostrato davvero di essere pronta ad estinguersi come ha già fatto Matteo Salvini sposando la linea del Governo di Mario Draghi nell’imposizione di un obbligo sui sieri genici sperimentali e soprattutto, da parte di tutti i parlamentari della presunta opposizione, nell’occultamento delle cure domiciliari precoci contro il Covid-19 e dei macroscopici danni da vaccino.

Ci riserviamo di fare i nomi dei parlamentari LEGA e FDI a cui Gospa News ha inutilmente supplicato un intervento per le vittime di gravi reazioni avverse da sieri genici sperimentali del Comitato ASCOLTAMI, vergognosamente ignorate persino dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Ma torniamo sulla questione dell’invasione russa in Ucraina, atto estremo del presidente Vladimir Putin che per 11 anni ha tollerato morti in Siria e per 8 anni nel Donbass al fine di difendere le ragioni di coloro che sostenevano i governi legittimamente eletti, a causa della quale il partito Fratelli d’Italia è destinato a sparire per aver manifestato una sorta di razzismo russofobo: certamente un poco nazi-fascista che forse alcuni dei suoi accoliti hanno ancora nel sangue.

Io stimo quanto di buono fece il Duce Benito Mussolini non solo nel campo sociale (pensioni, riforme sanitarie e agricole) ma anche in quello sanitario con le colonie elioterapiche che protessero i giovani dalla TBC e che oggi contro il Covid-19, grazie all’accumulo di vitamina D3 criminosamente bandita dal ministro della Salute Roberto Speranza, avrebbero reso superflui i pericolosi vaccini per i minori.

Ma aborro il Duce per “L’Evitabile Asse Roma-Berlino”, mio argomento di studio universitario sul tentativo di rivolta narrato da Dino Grandi, per cui Mussolini sposò le leggi razziali di Adolf Hitler e le persecuzioni analoghe a quelle delle SS nei confronti degli Ebrei.

Cosa accade nel civile occidente che consente a coppie di maschi gay di adottare bambini anche in Italia dove l’utero in affitto è una pratica assolutamente vietata dalla legge ma propagandata da associazioni NO-Gender che si ispirano a un teorico della pedofilia come Mario Mieli?

Accade che i “paria” diventano i russi solo perché Putin ha perso la pazienza ed ha deciso di non farsi più prendere in giro dal comico Volodymyr Zelensky, presidente dell’Ucraina solo grazie al sostegno degli USA, della CIA che manipola l’informazione fin dal 2014 e drlla NATO che non aspettava altro di offrire al mondo le premeditate vittime ucraine per inasprire le sanzioni dell’Occidente contro Mosca, colpevole di non accettare la nuova moralità del mainstream fatta di armi, vaccini e omosessuali che educano i fanciulli.

Ecco quindi l’inevitabile conseguenza che con toni di vittoria prorompe da quella cloaca d’informazione chiamata RAI che al Festival di Sanremo ha già messo in scena i peggiori obbrobri di un paese ormai vilmente cattolico e lontanamente cristiano.

«Amico di lunga data del leader russo (Putin – ndr), Gergiev per i medesimi motivi, ha già rinunciato o ha dovuto rinunciare di recente a tutta una serie di impegni già previsti fra Italia, Francia e Stati Uniti a causa delle reazioni suscitate dall’offensiva di Mosca in Ucraina» scrive RAI News.

«E infatti, sarà escluso anche dal Teatro alla Scala di Milano, dove il 5 marzo avrebbe dovuto dirigere la Dama di Picche di Pëtr Il’ič Čajkovskij. Lo rende noto il sindaco Giuseppe Sala: “Non credo che ci sarà, credo che a questo punto lo possiamo escludere”. Anche il board del prestigioso teatro italiano aveva chiesto una presa di distanza dalla guerra, dopo l’aggressione all’Ucraina. Effetto domino senza precedenti nello spettacolo per che in poche ore il musicista russo si è dimesso anche dalla carica di presidente onorario del Festival musicale di Edimburgoı».

«A renderlo noto è stata la stessa istituzione scozzese, precisando in un comunicato che le dimissioni “erano state chieste e sono state accettate”. Nel comunicato si ribadisce poi la solidarietà dell’organizzazione del festival e di tutta Edimburgo, “gemellata con la città di Kiev”, nei confronti del popolo ucraino» stigmatizza RAI.

Cosa c’è di differente rispetto ai tanti professionisti medici come Alessandro Meluzzi, Massimo Citro ed molti altri operatori sanitari, scolastici o delle forze armate e dell’ordine costretti a rinunciare all’esercizio della loro professione per essersi rifiutati di accettare il siero genico sperimentale antiCovid?

Questo obbligo imposto anche a tutti gli over 50 dal governo di Mario Draghi è stato definito “arrogante e ricattatorio” persino dalla deputata di Forza Italia Valeria Giannone.

 Lo psichiatra ed ex senatore Alessandro Meluzzi

«Sono d’accordo con l’analisi che ha fatto l’ex ambasciatore Sergio Romano che ha spiegato come, invece di utilizzare l’Ucraina come una mazza ferrata contro la Russia, si sarebbe dovuto dialogare con l’immenso mondo russo per evitare il formarsi di un blocco con la Cina. Si è preferito invece seguire il progetto di un’omologazione del mondo alle grandi elìte finanziarie, le stesse per intenderci che negli ultimi anni hanno gestito la pandemia obbligandoci a seguire le direttive in campo vaccinale» ha dichiarato in un’intervista lo stesso Meluzzi, vescovo cristiano ortodosso.

«Ma non hanno capito costoro che c’è un’ampia parte di mondo che non ha nessuna intenzione di lasciarsi omologare e che non vuole farsi sottomettere dal nuovo ordine mondiale. Un mondo che sta fuori dal Nord America, dall’Europa e dalla Nato. Ne fa parte la Russia, la Cina per altre ragioni, l’India, il mondo islamico di rito sciita ma non solo, una larga parte del mondo africano e di quello latino americano con Paesi come il Brasile, il Venezuela, il Messico. Un mondo che non vuole essere governato da queste elìte e bisogna prenderne atto» ha concluso Meluzzi che alcuni mesi fa denunciò i falsi vaccini per i VIP.

E’ puro razzismo del Nuovo Ordinale Mondiale! E chi non lo capisce, purtroppo, è un grande idiota che per “magnare” al ristorante col Green Pass rafforzato è disposto a svendere ogni dignità, libertà e verità.

Carlo Domenico Cristofori
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione 
segui Gospa News su Telegram


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

GOSPA NEWS – GUERRA IN UCRAINA

[jetpack_subscription_form]

Fabio G. C. Carisio

Fabio Giuseppe Carlo Carisio, classe 1967, è giornalista pubblicista dal 1991. Ha diretto vari giornali locali piemontesi ed è stato corrispondente per i quotidiani Il Giornale e Libero. Nel 2018 ha fondato il webmedia di informazione giornalistica cristiana Gospa News. Dal 2019 è autore sul sito americano di gepolitica ed intelligence militare Veterans Today. Le sue investigazioni internazionali sono state pubblicate su Reseau International, Sputnik Italia, Maurizio Blondet e altri portali di contro-informazione. Alcune inchieste sono state tradotte in varie lingue e pubblicate su siti cinesi, russi, bulgari, mediorientali e latino americani. https://gospanews.net

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!