Quantcast
Database Italia

RITORNO AL 1640: LA CACCIA ALLE STREGHE CONTRO I “NEGAZIONISTI COVID”


Il targeting di personaggi pubblici che si pronunciano contro i blocchi e altre ortodossie Covid si è intensificato ed è facile individuare chiari collegamenti con le precedenti campagne di protezione della struttura del potere utilizzate per mettere a tacere gli eretici.

Il film horror storico del 1968 “Witchfinder General” in italiano “Il Grande Inquisitore”, racconta la storia del cacciatore di streghe del XVII secolo Matthew Hopkins, che terrorizzò la campagna dell’Inghilterra orientale durante la guerra civile inglese, è un orologio straziante. Il suo giovane e brillante regista Michael Reeves, incapace di dormire, è morto per un’overdose di barbiturici (ritenuta accidentale) pochi mesi dopo la sua uscita. 

Anche se il film potrebbe facilmente regalare incubi notturni , vi consiglio di guardarlo. Perché ci aiuta a capire meglio cosa sta succedendo oggi. Siamo tornati precipitosamente indietro alla frenesia della caccia alle streghe degli anni Quaranta del Cinquecento. Chiudere gli occhi su ciò che sta accadendo intorno a noi semplicemente non è un’opzione, perché a quel punto le cose andranno solo peggio. La storia ci dice che l’unico modo in cui la caccia alle streghe, che è nemica delle società libere, finisce è se un numero sufficiente di persone le resiste.  

In una scena memorabile di “Witchfinder”, Hopkins (interpretato dal grande Vincent Price) dice alle “streghe” catturate, che sono state torturate per ottenere una confessione, che verrà applicato il “giusto processo” della legge. “ Ciascuno di voi sarà legata nel modo prescritto e gettata nel fossato. Se poi dovessi affondare, sapremo che le tue confessioni sono false … Se, d’altra parte, ti vedremo nuotare o galleggiare, allora le tue confessioni di stregoneria saranno provate senza dubbio, e sarai tirata su e impiccato dal collo finché non sarai morta . “

Capito?

Se fallisci il test muori – e se lo superi, muori comunque. Essere accusata di essere una strega significa essere colpevole. Prova? Chi ne ha bisogno quando agisci per il “bene” della società?

E così è oggi, con gli equivalenti del 21 ° secolo di Matthew Hopkins, ora riposizionati – dopo anni di persecuzione degli oppositori dei bombardamenti in Siria, sostenitori contro la guerra di Jeremy Corbyn e chiunque sia più a sinistra di David Miliband o più a destra di David Cameron – per inseguire i “negazionisti del Covid”, i “teorici della cospirazione” e gli “anti-vaxxer”. 

Questi fondamentalisti “estremamente centristi” hanno la stessa arroganza, la stessa ossessione per gli eretici perseguitati e lo stesso disprezzo per un autentico giusto processo. Potrebbero non inseguire i ” non credenti ” a cavallo come fece Hopkins nel 1640, ma lo fanno nei modi del 21 ° secolo di diffamare e ridicolizzare sui social media, e nei loro vili pezzi di ascia ad hominem che i compagni dei cacciatori di streghe si assicurano che siano ben fatti circolare. Sperano che dopo aver visto cosa succede ai loro bersagli, altri che potrebbero pensare di parlare rimangano in silenzio. E di solito funziona.

Non pensare che avere un cavalierato o una posizione sociale possa salvarti dalla caccia alle streghe.

Guarda cosa è successo a Sir Desmond Swayne, uno dei pochissimi parlamentari abbastanza coraggiosi da parlare contro il blocco. È stato definito una strega per aver suggerito, a novembre, che le figure del Covid ” sembrano essere state manipolate ” e attraverso la classica tecnica del cacciatore di streghe ‘colpa per associazione’.

Angela Rayner, vice leader del partito laburista, era assolutamente indignata per il fatto che Swayne avesse espresso un’opinione controegemonica e twittò di aver scritto al presidente del partito conservatore dicendo che “un’azione urgente” doveva essere presa contro Sir Desmond. Swayne è stato quindi aggredito per aver partecipato a un programma radiofonico in cui, in precedenza, erano state intervistate anche persone di “estrema destra”.

Il partito laburista di Keir Starmer è proprio a capo della caccia alle streghe che protegge la struttura del potere, il che è piuttosto ironico dato che Starmer è un ex avvocato dei diritti umani. Diritti umani per le persone accusate di essere “teorici della cospirazione”? No, non contano, proprio come i diritti umani per gli accusati di stregoneria.  

A novembre, il Labour ha chiesto una legislazione di emergenza per contrastare il “contenuto pericoloso di anti-vaccini”. “Ma qual è il” contenuto pericoloso anti-vaccino ? ” Non è questo criminalizzare le persone solo per aver espresso le loro preoccupazioni su una questione di interesse pubblico? 

I laburisti sembrano ossessionati dal reprimere la “disinformazione pericolosa ” e coloro che la promuovono – il che è ancora piuttosto ironico, dato che è stato un primo ministro laburista, Tony Blair, a dirci che l’Iraq aveva armi di distruzione di massa che potevano essere assemblate e lanciate. entro 45 minuti. Questa è stata la disinformazione che ha portato a una guerra in cui centinaia di migliaia di persone hanno perso la vita. 

Eppure, la maggior parte dei cacciatori di streghe che oggi ci dicono di essere preoccupati solo della ‘verità’ e della ‘sicurezza pubblica’, non solo agirono come cheerleader per quella guerra fraudolenta, ma all’epoca ne cacciarono anche gli oppositori. . Se non volevi invadere l’Iraq nel 2003, eri etichettato come un “apologeta di Saddam” nello stesso modo in cui si è chiamati “apologeti di Assad” se si è parlato del bombardamento della Siria dieci anni dopo. Gli obiettivi della caccia alle streghe possono cambiare, ma la formulazione no – e questo è il regalo. L’epiteto “negazionista” è una carica regolare.

Un individuo che di solito troverai in una posizione di rilievo a capo di una caccia alle streghe sostenuta dall’establishment è Nick Cohen, un editorialista dell’Observer che contribuisce anche a Private Eye, una rivista satirica che protegge la struttura del potere e che tira pugni verso il basso e non verso l’alto. Il modus operandi di Nick è quello di scrivere pezzi da cane d’attacco su chiunque, o qualsiasi cosa, che minaccia il dominio culturale ed economico del “centro estremo”. È andato dopo la sinistra contro la guerra, la “destra Faragista”, i sostenitori di Jeremy Corbyn, i sostenitori di Donald Trump, i sostenitori della Brexit, gli oppositori dell’intervento militare occidentale in Siria, i media russi, David Icke, i “pazzi del 5G” e ora i “negazionisti di Covid”. Eppure, pur essendo ossessionato dai “teorici della cospirazione” Cohen, era un forte sostenitore della guerra in Iraq.

Come siamo arrivati ​​qui? Come abbiamo permesso che il dibattito pubblico venisse distrutto in questo modo da tali terribili autoritari? Sono abbastanza grande da ricordare un panorama mediatico in cui le persone non erano terrorizzate dall’esprimere le opinioni “sbagliate”. Dove c’era una discussione veramente libera e aperta. Quando la nostra democrazia era molto più vivace. 

Oggi, il clima politico è soffocante come lo era negli anni Quaranta del Cinquecento – una delle volte in cui abbiamo vissuto sotto una così cupa tirannia del tipo ” non puoi dirlo, non puoi farlo “. Come possiamo rettificare le cose ?

Neil Clark
è giornalista, scrittore, emittente e blogger. Il suo premiato blog può essere trovato su www.neilclark66.blogspot.com. Twitter su politica e affari mondiali @ NeilClark66

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai! Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, i blocchi delle pubblicità ad intermittenza e in ultimo l’immotivata chiusura del conto Pay Pal uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.

SOSTIENICI


Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments