Deep StateEconomiaPoliticaSenza categoria

RUSSIA E CINA PER LANCIARE UN “ORDINE MONDIALE EQUO”

I ministri degli esteri delle due nazioni si incontrano per la prima volta da quando Mosca ha lanciato la sua offensiva militare in Ucraina

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov si incontrerà mercoledì con il suo omologo cinese, Wang Yi, per la prima volta da quando Mosca ha lanciato la sua campagna militare in Ucraina il 24 febbraio. A differenza della maggior parte delle nazioni occidentali e di alcuni paesi asiatici, Pechino ha rifiutato di condannare Mosca e ha respinto le richieste di imporre sanzioni.

I paesi vicini lavoreranno per raggiungere “un ordine mondiale multipolare, equo e democratico”, ha detto Lavrov dopo essere arrivato a Tunxi, una città nella provincia orientale dell’entroterra cinese di Anhui, mercoledì. La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha postato una foto dei due ministri che si salutano con un colpo di gomito.

Pechino ha sostenuto che le restrizioni economiche interrompono il commercio mondiale e non risolveranno il conflitto. I funzionari insistono che solo il dialogo e la diplomazia possono portare alla pace.

La TASS ha citato Wang dicendo che nonostante “le nuove sfide” ai legami tra le due nazioni, “la volontà di entrambe le parti di sviluppare le relazioni bilaterali è diventata ancora più forte”.

Il ministro ha detto questo mese che le relazioni della Cina con la Russia è “una delle relazioni bilaterali più cruciali nel mondo”, e ha salutato l’amicizia tra la coppia come “di ferro”.

Tunxi ospiterà un summit sull’Afghanistan giovedì, a cui parteciperanno Stati Uniti, Russia e Pakistan. Le truppe americane e altre occidentali hanno lasciato il paese l’anno scorso dopo più di 20 anni di occupazione, mentre il gruppo militante talebano è tornato al potere a Kabul.

Mosca ha attaccato l’Ucraina alla fine di febbraio, dopo una situazione di stallo di sette anni per la mancata attuazione da parte di Kiev dei termini degli accordi di Minsk, e l’eventuale riconoscimento da parte della Russia delle repubbliche del Donbass di Donetsk e Lugansk. Il protocollo di Minsk, mediato da Germania e Francia, è stato progettato per regolarizzare lo status delle regioni all’interno dello stato ucraino.

La Russia ha ora chiesto che l’Ucraina si dichiari ufficialmente un paese neutrale che non si unirà mai al blocco militare della NATO guidato dagli Stati Uniti. Kiev dice che l’offensiva russa è stata completamente non provocata e ha negato le affermazioni che stava progettando di riprendere le due repubbliche con la forza.

Fonte: RussiaToday

SOSTIENI DATABASE ITALIA

[jetpack_subscription_form]

Armando Savini

Armando Savini è un economista, saggista, cultore di esegesi biblica e mistica ebraica. Dopo la laurea in Scienze Politiche e un master in HR Management, si è occupato di scienza della complessità e delle sue applicazioni all’economia. Già cultore della materia in Politica economica presso la cattedra del Prof. Giovanni Somogyi alla Facoltà di Scienze Politiche de La Sapienza, è stato docente a contratto di storia economica, economia, HR management e metodi di ricerca per il business. Tra le sue ultime pubblicazioni: Sovranità, debito e moneta. Quello che dovresti sapere e non ti hanno mai detto (‎2021); Miti, storie e leggende. I misteri della Genesi dal caos a Babele (Diarkos 2020); Le due sindoni (Chirico, 2019); Il Messia nascosto. Profezie bibliche alla luce della tradizione ebraica e cristiana (Cantagalli-Chirico, 2019); Maria di Nazaret dalla Genesi a Fatima (Fontana di Siloe, 2017); Risurrezione. Un viaggio tra fede e scienza (Paoline, 2016); Dall’impresa-macchina all’impresa-persona. Ripensare l’azienda nell’era della complessità (Mondadori, 2009).

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!