Home Scienza e Tecnologia SCALDARE IL CIBO CON IL FORNO A MICROONDE FA MALE? ECCO GLI...

SCALDARE IL CIBO CON IL FORNO A MICROONDE FA MALE? ECCO GLI ULTIMI SCONCERTANTI STUDI

0
Microonde fa male?

Tutte le piantine di peperoni nella foto sopra sono state coltivate in condizioni identiche per 200 giorni, ad eccezione di una differenza. Le piante nei primi tre telai (A, B e C) sono state annaffiate quotidianamente con acqua del rubinetto che era stata prima lasciata riposare in una fiaschetta di vetro per un’ora. Le piante nei tre telai inferiori (D, E e F) sono state annaffiate quotidianamente con acqua del rubinetto in una fiaschetta di vetro identica, tranne per il fatto che la borraccia è rimasta accanto a questo router WiFi per un’ora:

Lo studio , condotto presso l’Università islamica di Gaza, è stato pubblicato nel 2020.

Gli stessi scienziati avevano precedentemente annaffiato piantine di mais e piantine di peperone per 30 giorni con acqua precedentemente riscaldata in un forno a microonde e poi raffreddata. La rivista in cui è stato pubblicato quell’articolo non conteneva fotografie delle piante, ma i risultati furono altrettanto drammatici. Le piante annaffiate con acqua precedentemente riscaldata al microonde non prosperavano. “Le foglie delle piantine che sono state annaffiate con acqua riscaldata al microonde avevano un colore verde pallido e la loro consistenza era liscia rispetto al controller. Nel caso del controller, invece, le foglie avevano un colore verde scuro e la consistenza era ruvida”.

Scienziati in Pakistan, in uno studio pubblicato nel 2019 , hanno ottenuto risultati simili con sei diversi tipi di piante, in un esperimento durato anche 30 giorni. L’acqua che era stata precedentemente riscaldata al microonde per un minuto ha ridotto la lunghezza delle radici e dei germogli delle piante, il loro diametro, il loro peso, il loro contenuto di clorofilla e la loro area fogliare e ne ha ritardato la fioritura. Ma ancora una volta, le immagini pubblicate raccontano meglio la storia. Gli impianti di “controllo” sono stati annaffiati con acqua non precedentemente riscaldata. Le piante contrassegnate come “Tap Water” venivano annaffiate con acqua riscaldata su un fornello e poi raffreddata. Le piante “microonde” sono state annaffiate con acqua riscaldata in forno a microonde per un minuto e poi raffreddate:

Gli esperimenti sugli animali non sono andati certamente meglio

Gli scienziati della Federal University of Technology in Nigeria hanno nutrito due gruppi di giovani ratti con una dieta identica che include riso bollito e stufato, fagioli, patate dolci e pesce bollito, identica tranne per il fatto che il cibo per un gruppo è stato cotto nel microonde per quattro minuti e poi raffreddato. Dopo tre mesi, tutti i parametri del sangue erano alterati nei ratti alimentati con cibo cotto al microonde. I globuli rossi sono diminuiti del 12%, i globuli bianchi sono diminuiti del 30%, il volume delle cellule concentrate è diminuito del 25% e la concentrazione di emoglobina è diminuita del 19%. Linfociti, monociti ed eosinofili sono tutti significativamente diminuiti, mentre i neutrofili sono aumentati significativamente. Questo studio è stato pubblicato nel 2015.

In uno studio di follow-up , pubblicato nel 2017, i ratti sono stati alimentati con una dieta identica per 42 giorni che non era stata riscaldata al microonde o era stata riscaldata al microonde per 2, 4 o 6 minuti e quindi raffreddata. Tutti i ratti alimentati con cibo al microonde avevano livelli significativamente più bassi di enzimi antiossidanti, vitamina A e vitamina E nel sangue. Più a lungo il loro cibo era stato cotto al microonde, più bassi erano i livelli di antiossidanti e vitamine nel sangue dei topi.

Un altro gruppo di ricerca, presso l’Università di Lagos, ha misurato i livelli di antiossidanti nel cervello e nel fegato di ratti alimentati con cibo cotto per sei settimane, con risultati simili, pubblicati nel 2014 . “È stato osservato dal risultato che le attività degli enzimi antiossidanti sono diminuite drasticamente (p <0,05) nei ratti alimentati con il cibo cotto al microonde rispetto ai loro controller”.

Un ricercatore della Koya University in Iraq ha nutrito ratti gravidi con cibo cotto in un forno convenzionale o cibo cotto al microonde per 18 giorni, quindi li ha sacrificati ed ha esaminato il pancreas dei loro embrioni. Il pancreas degli embrioni le cui madri avevano mangiato cibo al microonde mostrava alterazioni patologiche . Il tessuto pancreatico è stato danneggiato, compreso il danno alle cellule β delle isole di Langerhans, che sono le cellule che producono insulina.

E nel 2021 ancora un altro team di ricercatori nigeriani, presso la Crawford University, ha nutrito i ratti per tre settimane con cibo cotto al microonde per 1 minuto e 30 secondi. I ratti alimentati con pellet riscaldati al microonde avevano livelli significativamente alterati di colesterolo totale, trigliceridi totali, HDL, LDL, ALP, AST, ALT, proteine ​​totali e bilirubina totale e indiretta, entro la terza settimana. E hanno avuto alterazioni significative nella conta dei globuli bianchi, nella conta dei globuli rossi, nell’emoglobina e nel volume dei globuli concentrati dopo solo una settimana.

un altro team di ricercatori , presso la National University of Medical Sciences in Pakistan, ha nutrito topi adulti con pellet per topi riscaldati al microonde per quattro settimane e poi ha esaminato i loro testicoli. I topi alimentati con cibo al microonde avevano tubuli seminiferi di diametro significativamente più piccolo e un’altezza dell’epitelio germinale significativamente inferiore nei loro testicoli.ù

Negli anni ’80 mi chiedevo perché avrei avuto mal di stomaco dopo aver mangiato cibo al ristorante, un dolore che sarebbe durato circa 30 minuti. Non succedeva ogni volta che andavo in un ristorante, ma solo qualche volta, e per caso. Un giorno, come esperimento, ho iniziato la politica di specificare, ogni volta che ordinavo cibo in un ristorante, che non volevo che nessuno di questi fosse cotto o riscaldato in un forno a microonde. Da quel giorno fino ad oggi, non ho mai avuto quel tipo di mal di stomaco per aver mangiato al ristorante. Inoltre non ho mai, in vita mia, scaldato alcun cibo a casa.

SOSTIENI DATABASE ITALIA

Un forno a microonde non riscalda direttamente il cibo. Invece, mette energia elettrica nel cibo, che viene convertito indirettamente in calore. L’acqua è una molecola polare, il che significa che ha un polo positivo e uno negativo. Un campo elettrico costringe qualsiasi molecola polare ad allinearsi nella direzione del campo elettrico. Poiché un forno a microonde funziona a una frequenza di 2,45 GHz, ovvero 2,45 miliardi di hertz, il suo effetto è quello di costringere tutte le molecole d’acqua nel cibo ad allinearsi nella stessa direzione e a girare avanti e indietro 2,45 miliardi di volte al secondo. L’attrito di tutto quel movimento riscalda il tuo cibo. Ma non si limita a riscaldare il cibo, mette una specie di carica elettrica nel cibo e, se lo mangi subito, l’energia elettrica viene trasferita allo stomaco e può farti male.

Chiaramente ci sono anche effetti a lungo termine sul corpo, poiché gli studi di cui sopra hanno scoperto che mangiare cibo al microonde ha effetti profondamente deleteri sul sangue e sugli organi.

Previous articleOperazione Surprise: leak di e-mail smaschera il colpo di stato dell’intelligence per eleggere Boris Johnson
Next articleINTERVISTA AL COLONNELLO WOLF DELL’ESERCITO JUGOSLAVO. UNA PERIZIA MILITARE SUL CONFLITTO IN UCRAINA
Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.