Database Italia

SCIOCCANTE! – Il numero di reazioni avverse ai vaccini Covid supera il milione secondo il 22° aggiornamento del governo del Regno Unito


Il governo del Regno Unito ha rilasciato il 22° aggiornamento che evidenzia le reazioni avverse al vaccino mRNA Pfizer/BioNTech, al vaccino Oxford/AstraZeneca Viral Vectored e al vaccino mRNA Moderna che sono stati tutti autorizzati per l’uso di emergenza solo nel Regno Unito.

Il 22° aggiornamento  riguarda le reazioni avverse riportate nel MHRA Yellow Card Scheme dal 9 dicembre 2020, il giorno successivo alla somministrazione del primo vaccino Pfizer nel Regno Unito fino al 23 giugno 2021.

Nella settimana dal 21° rapporto, che ha riguardato le reazioni avverse segnalate fino al 21 febbraio 2021, ci sono stati ulteriori 5.352 cartellini gialli per il vaccino Pfizer, 6.118 cartellini gialli per il vaccino Oxford e 1.357 cartellini gialli per il vaccino Moderna.

Tuttavia, questo non riflette il numero totale di reazioni avverse in quanto un rapporto Yellow Card può contenere più reazioni avverse e si stima che solo l’1% – 10% delle reazioni avverse ai vaccini Covid siano effettivamente riportate nello schema.

Finora il vaccino Pfizer ha avuto 223.404 reazioni avverse segnalate, mentre il vaccino Oxford ha avuto più di tre volte la quantità, con 762.706 reazioni avverse segnalate fino al 23 giugno 2021. Ci sono state anche 18.548 reazioni avverse al vaccino Moderna e 2.595 reazioni avverse per le quali non è stata specificata la marca del vaccino. Ciò significa che il numero totale di reazioni avverse ai vaccini Covid ha ora superato il milione nel Regno Unito, raggiungendo ora un totale di 1.007.253.

Ciò significa che per ogni 43 persone che sono state vaccinate si è verificata una reazione avversa.

Abbiamo fatto un tuffo nel 22° aggiornamento del governo del Regno Unito sulle reazioni avverse ai sieri Covid e questo è quello che abbiamo trovato…

(Abbiamo utilizzato i dati mostrati nella stampa di analisi del governo del Regno Unito del vaccino Pfizer { che puoi trovare qui } + stampa di analisi del vaccino Oxford { che puoi trovare qui }.)

Il numero totale di disturbi del sangue segnalati come reazioni avverse sia al vaccino Pfizer che a quello AstraZeneca è ora pari a 14.293 al 23 giugno 2021. Ciò include disturbi come la trombocitopenia, che avviene il tuo corpo ha un basso livello di piastrine nel sangue. Le forme gravi di questo disturbo possono portare a sanguinamento spontaneo dagli occhi, dalle gengive o dalla vescica e possono provocare la morte. Che è esattamente quello che è successo nel caso del vaccino Pfizer, con 54 casi di trombocitopenia immunitaria e 136 casi di trombocitopenia segnalati che finora hanno provocato 1 morte.

Il vaccino AstraZeneca ha causato 5 decessi per trombocitopenia, con 800 casi segnalati al MHRA Yellow Card Scheme al 23 giugno 2021. Il 21 marzo c’erano stati solo 44 casi segnalati, il che significa che il numero è aumentato del 1,718% in appena tre mesi.

Il numero totale di disturbi cardiaci segnalati come reazioni avverse sia al vaccino Pfizer che all’AstraZeneca è ora pari a 11.040 con un totale di 203 persone purtroppo decedute dopo aver subito una reazione avversa di disturbo cardiaco a uno dei due colpi. Ciò include eventi gravi come l’arresto cardiaco che Pfizer ha causato finora 76 volte, di cui 27 con esito fatale.

Finora il siero di AstraZeneca ha causato l’arresto cardiaco a 146 persone, di cui 32 purtroppo sono morte. Ciò che è interessante notare qui è anche la differenza nel numero di disturbi cardiaci che si verificano tra i due vaccini. L’MHRA ci dice costantemente che non c’è motivo di preoccuparsi poiché le reazioni avverse che si stanno verificando sono in linea con ciò che ci aspetteremmo di vedere all’interno della popolazione generale. Tuttavia, se questo fosse il caso, non dovremmo assistere a un tasso di occorrenza simile al numero di vaccini somministrati per entrambi?

Sono state somministrate circa 29 milioni di dosi del vaccino Pfizer e somministrate circa 45 milioni di dosi del vaccino AstraZeneca. Quindi questo è il 55% in più di iniezioni di AstraZeneca somministrata rispetto alla vaccinazione Pfizer al 23 giugno 2021. Tuttavia, ci sono stati 2.932 disturbi cardiaci a seguito del vaccino Pfizer e 8.108 disturbi cardiaci a seguito del vaccino AstraZeneca. Ciò rappresenta il 176,5% in più di disturbi cardiaci che si verificano a causa del vaccino AstraZeneca rispetto al vaccino Pfizer. Non dovrebbe essere circa il 55% in più se dobbiamo credere all’MHRA che non c’è motivo di preoccuparsi?

Poi arriviamo ai disturbi agli occhi, a causa di entrambi i tipi di vaccino Covid sono stati segnalati all’MHRA 16.222 disturbi agli occhi come reazioni avverse a partire dal 23 giugno 2021. Ciò include le persone che hanno perso la capacità di vedere, con il numero di persone ora cieca a causa del vaccino contro l’mRNA di Pfizer che ora è a 58.

Ma AstraZeneca va molto peggio con 247 persone ora cieche a causa del vaccino di Oxford. Ma questo è un aumento del 325,8% rispetto a Pfizer, questo non ci sembra la norma statistica.

Lo stesso si può dire quando si confronta il numero totale di disturbi oculari. Ci sono stati 3.741 disturbi agli occhi segnalati come reazioni avverse al vaccino Pfizer, ma ce ne sono stati ben 12.481 segnalati come reazioni avverse al vaccino AstraZeneca. Questa è una differenza del 233,6%, non del 55% che è sicuramente quello che dovrebbe essere se in linea con la norma?

Successivamente abbiamo reazioni anafilattiche. Una reazione anafilattica è una reazione grave e potenzialmente pericolosa per la vita a un fattore scatenante. Il grilletto qui è il siero Pfizer o il siero Oxford. I sintomi dell’anafilassi includono sensazione di svenimento, difficoltà a respirare, battito cardiaco accelerato e sensazione di ansia e la condizione deve essere trattata in ospedale il prima possibile. Il vaccino Pfizer ha finora causato 359 reazioni anafilattiche, causando 2 decessi.

Ma AstraZeneca rappresenta 631 casi di reazione anafilattica, provocando 2 decessi a partire dal 23 giugno 2021, secondo il rapporto sullo schema del cartellino giallo dell’MHRA.

Torniamo indietro  all’ottavo rapporto pubblicato dal governo del Regno Unito  che ha riguardato le reazioni avverse ai vaccini Covid segnalati al MHRA Yellow Card Scheme fino al 14 marzo 2021. All’interno di quel rapporto abbiamo scoperto che c’era stato un aumento del numero di emorragie del sistema nervoso centrale e accidenti cerebrovascolari. Tutti i diversi tipi di ictus, che si verificano a causa della rottura di un’arteria o… di coaguli di sangue.

Nell’ottavo rapporto abbiamo riscontrato che ci sono stati 10 casi di emorragia cerebrale con 3 morti, 4 casi di infarto cerebrale con 1 decesso, 4 casi di ictus emorragico con 1 decesso e 12 casi di ictus ischemico tra molti altri. Oltre a 85 incidenti cerebrovascolari con 7 decessi. Tutti segnalati come reazioni avverse al vaccino Oxford/AstraZeneca.

Ben quattro mesi dopo, al 23 giugno 2021 i 10 casi di emorragia cerebrale con 3 decessi sono aumentati a 143 casi di emorragia cerebrale con 40 decessi. Si tratta di un aumento del 1.330% del numero di casi in soli tre mesi e di un aumento del 1.233,33% dei decessi risultanti.

I 4 casi di infarto cerebrale con conseguente 1 decesso sono aumentati a 81 casi di infarto cerebrale con conseguente 4 decessi. È un aumento dell’1,925% dei casi in soli tre mesi.

I 4 casi di ictus emorragico con conseguente 1 decesso sono aumentati a 35 casi di ictus emorragico in soli tre mesi con conseguente 5 decessi. Si tratta di un aumento del 775% del numero di casi e di un aumento del 400% del numero di decessi risultanti.

I 12 casi di ictus ischemico con 0 decessi sono aumentati a 115 casi di ictus ischemico con conseguente 4 decessi. Si tratta di un aumento dell’858,3% del numero di casi in soli tre mesi.

Ma l’aumento più scioccante di tutti è nel numero di incidenti cerebrovascolari. Gli 85 incidenti cerebrovascolari segnalati che hanno provocato 7 decessi al 14 marzo 2021 sono aumentati a 977 casi in soli tre mesi e il numero di decessi è aumentato di oltre cinque volte per un totale di 37. Si tratta di un aumento sorprendente.

Tanto più scioccante a causa del fatto che i numeri che si verificano a causa del vaccino Pfizer non sono affatto vicini, ma sono stati somministrati solo il 55% in più di iniezioni di AstraZeneca. Il numero di incidenti cerebrovascolari al 14 marzo 2021 dovuti al vaccino Pfizer era di 71, di cui 3 con esito fatale.

Avanti veloce di tre mesi al 23 giugno e quel numero è aumentato a 267, altri 196 di troppo, con i decessi che salgono a 12. Tuttavia il numero che si è verificato a causa di AstraZeneca è ancora del 265,9% in più rispetto a quello che si è verificato a causa di Pfizer. Se questo fosse in linea con la norma dovrebbe essere solo il 55%.

Lo stesso schema si riscontra anche nel numero di casi di paralisi segnalati come reazioni avverse ai vaccini Covid. Con 72 casi segnalati dovuti al vaccino Pfizer, ma ben 270 casi segnalati dovuti al vaccino AstraZeneca. È una differenza del 275%, non del 55% che dovremmo vedere.

Ci sono state 223.404 reazioni avverse segnalate al vaccino Pfizer al 23 giugno 2021, con 439 di queste che purtroppo hanno portato alla morte.

Tuttavia, ci sono state tre volte più reazioni avverse al vaccino AstraZeneca con oltre il doppio dei decessi. Al 23 giugno 2021 il numero totale di reazioni avverse al vaccino AstraZeneca ammonta a 762.706, con 936 decessi segnalati allo schema MHRA Yellow Card.

Il numero complessivo di decessi dovuti a entrambi i vaccini è ora pari a 1.375. Ma ci sono stati anche 5 decessi registrati come reazioni avverse al vaccino Moderna e 23 decessi per i quali non è stata specificata la marca del vaccino, il che significa che il totale complessivo delle morti non necessarie è ora di 1.403.

I dati mostrano chiaramente che questi vaccini non sono sicuri e il loro lancio deve essere interrotto immediatamente.

Si prega di condividere queste informazioni ovunque, l’unico modo per impedire che si verifichino più morti e gravi condizioni debilitanti è fare rumore. Abbiamo fatto il lavoro duro per te, ora sta a te fare qualcosa al riguardo.

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments