Eight O’Clock in the MorningSocietà

Scoperta shock negli USA, “Britney” Griner, la star del basket femminile statunitense, è in realtà un uomo.

Le guardie carcerarie in Siberia, in Russia, hanno riferito che la prigioniera americana “Britney” Griner, la star del basket femminile statunitense, è in realtà un uomo.

Questo americano è diventato una notizia regolare di recente da quando la Russia e gli Stati Uniti negoziano scambi di prigionieri.

Un tribunale russo ha condannato la star della WNBA Brittney Griner a nove anni di prigione all’inizio di questo mese, una conclusione prevista per il suo processo che dovrebbe consentire un’accelerazione dei negoziati per uno scambio di prigionieri.

Griner, che è stato arrestato il 17 febbraio per aver portato cannabis nel paese, era stato preparato per una dura condanna, hanno detto fonti vicine al giocatore. Ma lei e i suoi sostenitori erano anche consapevoli che la Russia non avrebbe portato avanti uno scambio che avrebbe potuto riportarla a casa fino al completamento del processo. Un verdetto di colpevolezza è stato considerato una conclusione scontata e Griner si è dichiarato colpevole il 7 luglio, sebbene il caso sia continuato secondo la legge russa.

Durante la sentenza, il giudice Anna Sotnikova ha affermato di aver scoperto che Griner ha violato intenzionalmente la legge e l’ha anche multata di 1 milione di rubli (circa $ 16.700). Sotnikova ha detto che il tempo che Griner ha scontato in custodia dal suo arresto a febbraio conterà ai fini della condanna.

Griner ha reagito alla frase con poca emozione, ascoltando il verdetto con uno sguardo vuoto sul suo viso.

La star di “Women’s Basketball” ha ricevuto una dura condanna perché la Russia non tollera le droghe illegali.

Circolano anche foto che affermano di mostrare Griner senza maglietta, e i tatuaggi dell’uomo nell’immagine sembrano corrispondere a quelli visibili quando Griner giocava a basket per la squadra femminile.

Le immagini stanno diventando virali sui social:

SOSTIENI DATABASE ITALIA (QUI) o sulla pagina dedicata (qui)

Database Italia è attivamente preso di mira da forze potenti che non desiderano che sopravviviamo. Il tuo contributo, per quanto piccolo, ci aiuta a restare a galla. Accettiamo pagamenti volontari per i contenuti disponibili gratuitamente su questo sito Web

Davide Donateo

Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!