Home Coronavirus Secondo il team di statistici del COVID-19 Early Treatment Fund, i dati...

Secondo il team di statistici del COVID-19 Early Treatment Fund, i dati relativi alle reazioni avverse segnalate al VAERS sono sottostimati di un fattore 41

16
0

Ciò significa che solo negli Stati Uniti (utilizzando i dati solo per i territori degli Stati Uniti), il bilancio delle vittime effettivo potrebbe essere più vicino a 374.576 (compresi i decessi internazionali segnalati al VAERS porterebbero il bilancio delle vittime a 815.326), e questi sono decessi avvenuti in pochi giorni o settimane dopo l’iniezione.

Come spiegano Seneff e Nigh nel loro articolo, c’è una schiacciante ragione per sospettare che queste iniezioni di trasferimento genico avranno impatti devastanti a lungo termine, con conseguenti morti in eccesso nel prossimo decennio.

Seneff sospetta che nei prossimi 10-15 anni assisteremo a un drammatico picco di malattie da prioni, malattie autoimmuni, malattie neurodegenerative in giovane età e malattie del sangue come coaguli di sangue, emorragie, ictus e insufficienza cardiaca.

Come previsto nel titolo dell’articolo di Seneff, sembra che la cura possa davvero finire per essere peggiore della malattia. Ciò è particolarmente vero per i bambini e i giovani adulti.

Il motivo per cui stiamo vedendo tutti questi problemi dai sieri COVID è perché programmano le tue cellule per produrre continuamente la proteina spike SARS-CoV-2. Molti esperti lo hanno notato fin dall’inizio, chiedendosi cosa potessero pensare gli sviluppatori del vaccino, selezionandolo come antigene per i loro sieri.

Mentre le iniezioni di mRNA possono causare danni in molti modi diversi, un problema di base è che possono stimolare eccessivamente il sistema immunitario fino al punto di fallimento. In sintesi, quando le tue cellule iniziano a produrre tali proteine ​, le tue cellule immunitarie si radunano per assorbirle ​​e scaricarle nel sistema linfatico. (Questo è il motivo per cui molti riportano linfonodi ingrossati sotto le braccia.)

La risposta anticorpale fa parte della tua immunità umorale. Hai anche l’immunità cellulare, che fa parte del tuo sistema immunitario innato. Il tuo sistema immunitario innato è molto potente. Se sei sano, può eliminare i virus senza mai produrre un singolo anticorpo. Gli anticorpi sono in realtà un effetto di secondo livello quando il tuo sistema immunitario innato fallisce.

Il problema è che il tuo sistema immunitario innato non verrà attivato e probabilmente non riuscirà a proteggerti se ricevi un vaccino contro il COVID-19, perché sta aggirando tutte le aree in cui il tuo sistema immunitario innato verrebbe messo in gioco.

Normalmente si respirano virus e si stimola la produzione di anticorpi IgA secretori che proteggono il sistema respiratorio. Quando si aggira quella via di esposizione con una puntura nel braccio, non vengono prodotti anticorpi IgA secretori, lasciandoti suscettibile alle infezioni.

Quando ti viene iniettato il vaccino COVID, il tuo corpo indurrà solo IgG e IgA circolanti, non IgA secretorie, e questi tipi di anticorpi non proteggono efficacemente le mucose dalle infezioni. Quindi, le infezioni rivoluzionarie che stiamo vedendo “confermano i difetti di progettazione fondamentali” di questa tecnologia di trasferimento genico.

“Un’infezione naturale con coronavirus nella maggior parte degli individui rimarrà localizzata nel tratto respiratorio”,  scrive Kostoff. 8  “I vaccini utilizzati attualmente fanno sì che le cellule profonde del nostro corpo esprimano la proteina spike virale, cosa che non avrebbero mai dovuto fare per natura.

Qualsiasi cellula che esprima questo antigene estraneo sulla sua superficie verrà attaccata dal sistema immunitario, che coinvolgerà sia gli anticorpi IgG che i linfociti T citotossici. Ciò può verificarsi in qualsiasi organo, ma il danno sarà più grave negli organi vitali.

Ora stiamo vedendo che il cuore è colpito in molti giovani, portando a miocardite o addirittura arresto cardiaco improvviso e morte. In altre parole, stiamo sganciando la bomba sbagliata sul bersaglio sbagliato al momento sbagliato!”

Alla fine, il tuo corpo essenzialmente crederà che il tuo sistema immunitario innato abbia fallito, il che significa che deve portare la cavalleria di riserva. In sostanza, il tuo corpo ora sta reagendo in modo eccessivo a qualcosa che non è vero. In realtà non sei stato infettato da un virus e il tuo sistema immunitario innato non ha fallito, ma il tuo corpo è costretto a rispondere come se entrambi fossero veri.

Effetti suscettibili di persistere a lungo termine

Inoltre, l’RNA sintetico nei vaccini mRNA contiene un nucleotide chiamato metil-pseudouridina, che il tuo corpo non può scomporre e l’RNA è programmato per innescare la massima produzione di proteine. Quindi, stiamo esaminando una manipolazione dell’RNA completamente non testata.

È molto importante riconoscere che si tratta di un mRNA geneticamente modificato per la proteina spike. Non è identico all’mRNA dell’ipotizzata proteina spike che produrrebbe SARS-Cov-2. È stata praticamente creata per evitare di essere metabolizzata dal tuo corpo.

La proteina spike che il tuo corpo produce in risposta all’mRNA del vaccino COVID-19 si blocca nel tuo recettore ACE2. Questo perché la nuova proteina spike geneticamente modificata ha proline aggiuntive inserite che impediscono ai recettori di chiudersi correttamente, causando quindi la sottoregolazione dell’ACE2. Questo è in parte il modo in cui finisci con problemi come ipertensione polmonare, insufficienza cardiaca ventricolare e ictus. 9 , 10

Come spiegato dal Dr. Peter McCullough, 15  questo significa che dopo il primo siero, il tuo corpo produrrà proteine ​​​​spike per almeno 15 mesi. Ma, quando ti viene sparato il n. 2 poche settimane dopo, quell’iniezione farà sì che la produzione di proteine ​​di picco continui per 15 mesi o più. Con lo shot n. 3 sei mesi dopo, produci proteine ​​spike per altri 15 mesi.

Con i normali booster, potresti non liberare mai il tuo corpo dalla proteina spike. Per tutto il tempo, sta seminando il caos con la tua biologia. McCullough lo paragona a “un’installazione permanente di una proteina infiammatoria nel corpo umano” e l’infiammazione è al centro della maggior parte se non di tutte le malattie croniche. Semplicemente non c’è modo possibile per questi sieri di trasferimento genico di migliorare la salute del pubblico. Lo decimeranno.

C’è da aspettarsi un danno neurologico a lungo termine

Nel suo articolo, 16  Seneff descrive diverse caratteristiche chiave della proteina spike SARS-CoV-2 che suggerisce che agisca come un prione. Questo potrebbe aiutare a spiegare perché stiamo vedendo così tanti effetti collaterali neurologici dai sieri. Secondo Seneff, la proteina spike prodotta dal vaccino COVID, a causa delle modifiche apportate, potrebbe effettivamente renderla più un prione.

I sieri COVID-19 sono set di istruzioni per il tuo corpo per produrre una proteina tossica che alla fine finirà concentrata nella tua milza, da dove dal prione verranno inviate istruzioni simili a proteine, aumentando radicalmente il rischio di sviluppare malattie neurodegenerative.

Le malattie polmonari, cardiache e cerebrali sono conseguenze prevedibili

Seneff entra anche nei dettagli descrivendo come la proteina spike creata agisce come un veleno metabolico. Sebbene raccomando di leggere l’  articolo di Seneff  nella sua interezza, ho estratto alcune sezioni chiave di seguito, iniziando da come la proteina spike creata dai sieri può innescare danni patologici che portano a danni ai polmoni e malattie cardiache e cerebrali 17

I sieri COVID attivano virus latenti

Come accennato in precedenza, l’infezione da herpes zoster si sta rivelando un effetto collaterale piuttosto comune del vaccino COVID e, come il danno neurologico, vascolare e cardiaco che stiamo vedendo, è stata prevista anche l’attivazione di infezioni virali latenti.

Uno dei motivi per cui le infezioni virali latenti stanno emergendo in risposta ai sieri è perché le iniezioni disabilitano il percorso dell’interferone di tipo I. Una seconda ragione è perché il tuo sistema immunitario è sovraccaricato nel tentativo di affrontare le proteine che fluiscono attraverso il tuo corpo. Qualcosa deve cedere, quindi i virus latenti possono sfondare.

Questa non è la fine dei tuoi potenziali problemi, tuttavia, poiché queste coinfezioni possono peggiorare o accelerare altre condizioni, come la paralisi di Bell, l’encefalomielite mialgica e la sindrome da stanchezza cronica.

Con tutto ciò in mente, sembra inevitabile che, a lungo termine, la campagna di iniezioni di massa di COVID si traduca in una valanga di una vasta gamma di malattie croniche debilitanti.

Previous articleL’ULTIMO ANTICRISTO 2 – L’ASTRO DECADUTO, FIGLIO DELLA DISTRUZIONE
Next articleUK, I nati morti e i decessi di neonati hanno raggiunto “livelli critici” e i casi di cancro ovarico sono ai massimi storici: la colpa è dei vaccini Covid-19?