Database Italia

SIRINGHE & INGANNI


Articolo a cura di Gianfabio Cantobelli, avvocato tributarista tra “i mille avvocati per la Costituzione”.

L’emergenza sanitaria (e parlare di “emergenza” dopo un anno e mezzo è un oltraggio all’intelligenza) COVID, da piaga biblica destinata, secondo la mistificatoria vulgata terroristica propagata h.24 dall’ “informazione” mainstream,  a terminare l’umanità (film già visto con l’AIDS negli anni ’80) si è rivelata essere solo la maleodorante palestra del vigliacco esibizionismo autoritario di personaggi di inarrivabile squallore umano e men che infima caratura etica i quali non si sono fatti scrupolo di prostituire la funzione pubblica (anche ai più alti, anzi, altissimi livelli)  ed il ministero professionale medico ai sordidi interessi di opache conventicole private apolidi, notoriamente allergiche alle dinamiche democratiche e del tutto indifferenti alla preservazione della salute.

Di tanto si trova conferma nell’eclatante divaricazione tra oneste istanze di tutela sanitaria,  rispettose dei principi dell’ars medica ed autenticamente ispirate al dettato costituzionale, e le demenziali, se non controproducenti tout court, misure messe in campo a contrasto della pseudopestilenza .

L’intimidatoria retorica bellicista della “guerra al virus”, la militarizzazione coreografica dell’ufficio commissariale, l’irresponsabile (eufemismo) ostracismo tributato ai protocolli di cura domiciliare appaiono funzionali alla perpetuazione di atmosfere ansiogene  finalizzate a fiaccare la capacità di elaborazione critica della cittadinanza ed alla riduzione di quest’ultima ad inebetita massa amorfa agevolmente plasmabile dallo scalpello propagandistico della menzogna, quella menzogna che celebra il suo osceno trionfo dacché spaccia per “vaccini”  sieri genici sperimentali dall’efficacia indimostrata e dagli effetti a medio e lungo termine espressamente dichiarati sconosciuti.

L’avido e criminale cinismo delle oligarchie affariste che nel ‘900 reclamava “carne da cannone” per alimentare i profitti di guerre inutili è lo stesso che, nell’era della psicopandemia,  recluta (suonando il piffero mascalzone del “ritorno alla normalità”) “carne da vaccino”  tra le giovani e giovanissime generazioni, logorate da mesi di segregazione imposta contro ogni evidenza scientifica e prive di quei fondamenti teoretici che un sistema educativo fallimentare non ha saputo loro fornire, consegnandole, indifese ed inconsapevoli, ad una pericolosa sperimentazione al buio. 

L’assalto isterico agli “hub” vaccinali testimonia la tragica regressione cognitiva, indotta dall’ipnosi mediatica, di una comunità civile degradatasi sin troppo facilmente da “polis” a “gregge”, in larga parte alla mercé dell’ignobile paradigma nazisanitario  postulante la rinunzia  alla  sovranità sul proprio corpo in cambio della restituzione di quote di libertà illegalmente sequestrate.  

L’illusione che la “strada verso la libertà” passi attraverso l’ago di una siringa è solo l’ultimo, delinquenziale inganno ordito dai fautori della società del controllo totale e dai loro prezzolati  complici annidati nei “comitati tecnici” e nelle “cabine di regia” del  Truman Show pandemico in cui da troppo tempo siamo precipitati e dal quale possiamo e dobbiamo tirarci fuori  opponendoci al sozzo ricatto degli spacciatori di paura  e degli apprendisti stregoni del totalitarismo sanitario.

Il modo migliore per assicurarti di vedere i nostri articoli è iscriverti alla mailing list sul  sito Web, riceverai una notifica via email ogni qualvolta pubblicheremo un articolo. Se ti è piaciuto questo pezzo, per favore considera di condividerlo, seguirci sul tuo Social preferito tra Facebook , Twitter , Instagram, MeWe, Gab, Linkedin (basta cercare “Database Italia”) o su Telegram (Il nostro preferito) oppure sostenendoci con una donazione su Patreon o seguendo le modalità indicate nella pagina “Donazioni”   Tutti, hanno il mio permesso per ripubblicare, utilizzare o tradurre qualsiasi parte dei nostri lavori (citazione gradita) in qualsiasi modo a loro piaccia gratuitamente. Davide Donateo – Fondatore e direttore di Database Italia.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments