Database Italia

SpaceX – Londra-New York in 29 minuti. Al via il bando per i nuovi “Spazioporti galleggianti”.

Il miliardario TECH Elon Musk ha rivelato che la sua compagnia spaziale SpaceX è pronta a costruire “spazioporti” per trasportare persone da una parte all’altra del pianeta in meno di un’ora oltre che sulla Luna e su Marte.

Il CEO di SpaceX ha in programma di consentire al pubblico di viaggiare su missili dello stesso tipo utilizzato per portare le persone nello spazio, farle volare in giro per il mondo e quindi rientrare di nuovo. 

Musk ha rivelato i piani della società californiana per gli aeroporti spaziali galleggianti, affermando che probabilmente saranno ubicati a circa 20 miglia al largo .

I porti ospiteranno voli della nave spaziale Starship, il prossimo grande razzo di SpaceX che è completamente riutilizzabile e trasporterà fino a 100 passeggeri per voli ipersonici intorno al globo.

SpaceX sta attualmente assumendo esperti nelle operazioni offshore a Brownsville, in Texas, secondo un annuncio pubblicato da Musk martedì.

 La notizia, confermata su Twitter dallo stesso Elon Musk (che anche con Tesla continua a scrivere nuovi record), con questo tweet: “SpaceX sta costruendo spazioporti galleggianti per Marte, la Luna e per viaggi ipersonici intorno alla Terra”.

Bisogna ricordare che per viaggio ipersonico si intende una velocità pari ad almeno cinque volte Mach 1 e che la volontà da parte di Elon Musk e di SpaceX di effettuare lanci dal mare non è proprio una novità, come non lo è il trasporto spaziale cosiddetto punto-punto. In sintesi, l’idea di base è quella che viaggiando ai margini o al di là dell’atmosfera terrestre, è possibile ridurre notevolmente il costo del carburante e la durata del volo.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.