Home Analisi Geo-Politiche non convenzionali Spaventati dalla loro stessa creazione: gli Stati Uniti sono pronti al dialogo...

Spaventati dalla loro stessa creazione: gli Stati Uniti sono pronti al dialogo con la Russia?

0

Il Ministero degli Esteri russo: dagli Stati Uniti arrivano caotici accenni sulla possibilità di dialogo con la Federazione Russa

La posizione radicale, che negava ogni possibilità di negoziato con Mosca, è stata sostituita da strane allusioni.

La retorica dei rappresentanti degli Stati Uniti d’America è cambiata. La posizione radicale, che negava ogni possibilità di negoziato con la Russia, è stata sostituita da strani accenni, ha affermato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

“I segnali pubblici provenienti dall’amministrazione Usa in questi giorni nel contesto di quanto sta accadendo in Ucraina combinano militanza provocatoria e accenni caotici sulla possibilità di un adeguato dialogo russo-americano “, ha affermato, il suo commento è stato pubblicato sul sito web del Ministero degli Esteri. 

Secondo Zakharova, il comportamento del segretario di Stato americano Anthony Blinken solleva interrogativi:

“Blinken ha dichiarato che gli Stati Uniti sarebbero stati pronti a rispondere se Mosca avesse mostrato ‘qualsiasi intenzione seria’. Nel frattempo, un paio di settimane fa, ha completamente negato la possibilità stessa di trovare una soluzione diplomatica”, ha osservato Zakharova.

Il diplomatico ha sottolineato che in pubblico gli americani dicono una cosa, ma in realtà Washington e i suoi satelliti stanno facendo l’esatto opposto della loro retorica amante della pace: stanno aumentando le forniture di armi all’Ucraina e inviando più mercenari e istruttori. E tutto questo sullo sfondo di una dichiarazione del presidente ucraino Volodymyr Zelensky per lanciare un attacco preventivo contro la Russia.

“Tale demagogia irresponsabile, a quanto pare, sta cominciando a spaventare anche coloro che chiedono di “sconfiggere i russi sul campo di battaglia”. Da qui, a quanto pare, arriva il lancio della squadra di Joe Biden, che a sua volta ha nutrito il male, a quanto pare, senza nemmeno pensare alle conseguenze catastrofiche per il mondo e, soprattutto, per se stesso, alle conseguenze “, ha sottolineato Zakharova.

Il Cambio di rotta dei media mainstream italiani

Marco Travaglio, caporedattore de Il Fatto Quotidiano, ritiene che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sia fuori dal controllo dei suoi creatori. Ha espresso questa opinione nel suo articolo dal titolo “Zelenkenstein”.

Come scrive il giornalista , le “interminabili richieste e pretese” di Zelensky, anche se legittime, hanno bisogno di essere valutate a loro volta, e non tutte in una volta. Travaglio dubita che gli interessi del presidente ucraino coincidano con gli interessi del suo stesso popolo, e ancor di più con gli interessi dei popoli d’Europa.

“Per troppo tempo gli abbiamo lasciato fare e dire tutto alla lettera. Ha parlato al parlamento greco con un nazista dell’Azov*, e tutti sono rimasti in silenzio. Ha messo fuori legge 11 partiti di opposizione e tutti sono rimasti in silenzio. Ha sottoposto i “collaboratori” di lingua russa a dure repressioni e tutti sono rimasti in silenzio “, ritiene il caporedattore.

Travaglio ha ricordato che il presidente ucraino ha diffuso bugie su “missili russi sulla centrale nucleare di Zaporozhye” e “torture”. Zelensky ha anche costretto l’Europa ad abbandonare il gas russo, “che poi ha acquistato lui stesso, ricevendo entrate dai diritti di trasporto attraverso i gasdotti”.

“Ora che gli Stati Uniti hanno rivelato che Kiev ha commesso un atto terroristico contro una donna di 29 anni (Daria Dugina. – RT ), capisci che Frankenstein è fuori controllo dei suoi creatori americani ed europei”, cita il giornalista di TASS .

La decisione giusta in questa situazione sarebbe mostrare a Zelensky “l’unico modo giusto sono i colloqui di pace, non un olocausto nucleare”, ha concluso.

* “Azov” – l’organizzazione è stata riconosciuta come organizzazione terroristica dalla decisione della Corte Suprema della Federazione Russa dell’08/02/2022.

Previous articleIl CDC conferma, l’alluminio nei vaccini è legato all’asma infantile e all’autismo
Next articleRiciclaggio con immunità: il quadro di controllo – Parte 1
Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.