CoronavirusEventi Avversi V.C.Salute

Studio dell’Università di Harvard – I Paesi con i tassi di vaccinazione più alti hanno il maggior numero di casi Covid-19 per milione di persone. I sieri non funzionano

Le iniezioni di siero COVID-19 sono state presentate come l’unica soluzione per fermare la pandemia. La vaccinazione di massa è avvenuta su una scala senza precedenti e, a ottobre 2021, sono state somministrate 6,54 miliardi di dosi di vaccini COVID-19, pari al 47,6% della popolazione mondiale che ha ricevuto almeno una dose. 1

Lo sforzo di iniezione di massa, tuttavia, non è riuscito a fermare la pandemia e uno studio pubblicato sull’European Journal of Epidemiology ha rilasciato dati bomba che mostrano che gli aumenti di COVID-19 non sono correlati ai livelli di vaccinazione in 68 paesi in tutto il mondo e 2.947 contee nel USA 2

I dati mostrano che i sieri non funzionano come promesso

La narrativa ufficiale del COVID continua ad incolpare i non vaccinati, anche se i dati mostrano che le aree con alti tassi di vaccinazione, come Israele, continuano ad avere una significativa diffusione del COVID-19. Come notato da SV Subramanian, dell’Harvard Center for Population and Development Studies e un collega dell’European Journal of Epidemiology: 3

“I vaccini attualmente sono la principale strategia di mitigazione per combattere il COVID-19 in tutto il mondo. Ad esempio, si sostiene che la narrativa relativa all’aumento in corso di nuovi casi negli Stati Uniti (USA) sia guidata da aree con bassi tassi di vaccinazione.

Una narrativa simile è stata osservata anche in paesi come la Germania e il Regno Unito. Allo stesso tempo, Israele, che è stato acclamato per i suoi rapidi ed alti tassi di vaccinazione, ha visto anche una sostanziale ripresa dei casi di COVID-19”.

Utilizzando i dati di Our World in Data per l’analisi transnazionale e i dati del team COVID-19 della Casa Bianca per le contee statunitensi, i ricercatori hanno studiato la relazione tra i nuovi casi di COVID-19 e la percentuale della popolazione che era stata completamente vaccinata. Sono stati inclusi sessantotto paesi, tra i quali non hanno trovato “nessuna relazione distinguibile tra la percentuale di popolazione completamente vaccinata e i nuovi casi di COVID-19 negli ultimi sette giorni”.

La vaccinazione non solo non ha ridotto il numero di nuovi casi di COVID-19, ma è stata associata a un leggero aumento di essi. Secondo lo studio, “[T] la linea di tendenza suggerisce un’associazione marginalmente positiva in modo tale che i paesi con una percentuale più elevata di popolazione completamente vaccinata abbiano casi COVID-19 più elevati per 1 milione di persone”. 4

Paesi altamente vaccinati con casi di COVID-19 più elevati

Se ci fosse qualche dubbio sulla necessità di mettere seriamente in discussione la campagna mondiale di iniezioni di massa, questo dovrebbe metterlo a tacere: Islanda e Portogallo, che hanno entrambi più del 75% della loro popolazione completamente vaccinata, hanno più casi COVID-19 per 1 milione di persone rispetto al Vietnam e al Sud Africa, che hanno solo il 10% circa della loro popolazione completamente vaccinata. 5

Israele è un altro esempio. Con oltre il 60% della sua popolazione completamente vaccinata, ha avuto il più alto numero di casi COVID-19 per 1 milione di persone negli ultimi sette giorni. 6 I dati delle contee statunitensi erano simili, con nuovi casi di COVID-19 per 100.000 persone “molto simili” indipendentemente dalla percentuale della popolazione completamente vaccinata.

Fonte

“Sembra anche che non vi sia alcuna segnalazione significativa di casi di COVID-19 in diminuzione con percentuali più elevate di popolazione completamente vaccinata”, hanno scritto. 7 In particolare, delle cinque contee statunitensi con i più alti tassi di vaccinazione – che vanno dall’84,3% al 99,9% completamente vaccinati – quattro di loro erano nell’elenco “alta trasmissione” dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. Nel frattempo, il 26,3% delle 57 contee a “bassa trasmissione” ha bassi tassi di vaccinazione inferiori al 20%.

Lo studio ha anche tenuto conto di un ritardo di un mese che potrebbe verificarsi tra i completamente vaccinati, poiché si dice che occorrono due settimane dopo la dose finale affinché si verifichi la “piena immunità”. Tuttavia, non è stata osservata “nessuna associazione distinguibile tra i casi di COVID-19 e i livelli di vaccinazione completa”. 8

Motivi chiave per cui la dipendenza da Vaccini dovrebbe essere riesaminata

Lo studio ha riassunto diversi motivi per cui “affidarsi unicamente alla vaccinazione come strategia primaria per mitigare il COVID-19” dovrebbe essere rivalutato. Per cominciare, l’efficacia del vaccino sta diminuendo. Un rapporto del Ministero della Salute israeliano ha mostrato che l’iniezione di Pfizer-BioNTech era efficace solo per il 39% nel prevenire l’infezione da COVID-19, 9, 10 , che è “sostanzialmente inferiore all’efficacia dello studio del 96%”. 11

“È stato riportato anche un sostanziale declino dell’immunità dai vaccini mRNA sei mesi dopo l’immunizzazione”, hanno osservato i ricercatori, aggiungendo che anche il ricovero grave e la morte per COVID-19, contro cui i vaccini affermano di offrire protezione, sono aumentati da 0,01 a 9 % e da 0 a 15,1%, rispettivamente, tra i completamente vaccinati da gennaio 2021 a maggio 2021. 12 Se i sieri funzionano come pubblicizzato, perché questi tassi non hanno continuato a salire invece di diminuire?

Fonte

Riferimenti

  1. 1.Vaccinazioni CDC. Tracciatore di dati CDC COVID. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. 2021. https://covid.cdc.gov/covid-data-tracker/#vaccinations .
  2. 2.Nicolas E. Germany valuta le restrizioni per i non vaccinati mentre i casi aumentano. Osservatore UE; 2021. https://euobserver.com/coronavirus/152534 .
  3. 3.Estrin D. Israele altamente vaccinato sta assistendo a un drammatico aumento dei nuovi casi di COVID. Ecco perché. NATIONAL PUBLIC RADIO, RADIO PUBBLICA; 2021. https://www.npr.org/sections/goatsandsoda/2021/08/20/1029628471/highly-vaccinated-israel-is-seeing-a-dramatic-surge-in-new-covid-cases-heres- perché .
  4. 4.Ritchie H, Ortiz-Ospina E, Beltekian D, Mathieu E, Hasell J, Macdonald B, Giattino C, Appel C, Rodés-Guirao L, Roser M. Pandemia di coronavirus (COVID-19). 2020. Pubblicato online su OurWorldInData.org. Estratto da: https://ourworldindata.org/coronavirus .
  5. 5.Squadra COVID-19 della Casa Bianca. Rapporto sul profilo della comunità COVID-19. 2020. HealthData.gov. https://healthdata.gov/Health/COVID-19-Community-Profile-Report/gqxm-d9w9 .
  6. 6.Ministero della Salute Israele. Dati sulla vaccinazione a due dosi. governo di Israele; 2021. https://www.gov.il/BlobFolder/reports/vaccine-efficacy-safety-follow-up-committee/he/files_publications_corona_two-dose-vaccination-data.pdf .
  7. 7.Thomas SJ, Moreira ED, Kitchin N, Absalon J, Gurtman A, Lockhart S, Perez JL, et al. Sicurezza ed efficacia a sei mesi del vaccino BNT162b2 Mrna Covid-19. MedRxiv. 2021. https://doi.org/10.1101/2021.07.28.21261159 .Articolo PubMed PubMed Central Google Scholar 
  8. 8.Gazit S, Shlezinger R, Perez G, Lotan R, Peretz A, Ben-Tov A, Cohen D, Muhsen K, Chodick G, Patalon T. Confrontando l’immunità naturale sars-cov-2 con l’immunità indotta dal vaccino: reinfezione contro infezioni rivoluzionarie . MedRxiv. 2021. https://doi.org/10.1101/2021.08.24.21262415 .Articolo Google Scholar 
  9. 9.Canaday DH, Oyebanji OA, Keresztesy D, Payne M, Wilk D, Carias L, Aung H, Denis KS, Lam EC, Rowley CF, Berry SD, Cameron CM, Cameron MJ, Wilson B, Balazs AB, King CL, Gravenstein S Significativa riduzione dell’immunità umorale tra gli operatori sanitari e i residenti nelle case di cura 6 mesi DOPO la vaccinazione contro l’mRNA COVID-19 BNT162b2. MedRxiv. 2021. https://doi.org/10.1101/2021.08.15.21262067 .Articolo PubMed PubMed Central Google Scholar 
  10. 10.McMorrow M. (rip.). Migliorare le comunicazioni sull’innovazione e l’efficacia dei vaccini. 2021. Estratto da https://context-cdn.washingtonpost.com/notes/prod/default/documents/8a726408-07bd-46bd-a945-3af0ae2f3c37/note/57c98604-3b54-44f0-8b44-b148d8f75165 .

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
sergio samoggia

La verità viene sempre a galla.
Adesso voglio proprio vedere cosa succederà quest’inverno: siamo all’alba di una nuova “spagnola”, ma forse molto più in grande?

jure

Vi segnalo che la pagina https://www.databaseitalia.it/aggiornamento-uk-l83-dei-decessi-per-covid-19-e-stato-tra-i-completamente-vaccinati-nellultimo-mese-secondo-gli-ultimi-dati-ufficiali/ è semi-oscurata: l’ho catturata interrmopendone il caricamento, per poi diffonderla per esteso citandovi come fonte. Saluti.

Gian Franco Zavoli

Se tutti i vaccinati dopo 10 anni moriranno, significherà che Bill Gates e gli illuminati, sono riusciti nel loro intento, e quelli che restano (quelli che hanno fatto il vaccino vero) saranno nove volte più ricchi. Questi sono capitalisti veri, non pidocchi rifatti. E voi che pensavate di stare bene in un mondo tutto capitalista.

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite debit card o carta di credito.

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

ABBONATI! Con un piccolo contributo di 3 € al mese potrai leggere tutti gli articoli senza fastidiose pubblicità.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!