CoronavirusSaluteScienza e Tecnologia

STUDIO ISRAELIANO RIVELA: VARIANTE SUD AFRICANA HA INCIDENZA 8 VOLTE SUPERIORE NEI VACCINATI CON PFIZER RISPETTO AI NON VACCINATI

La variante del coronavirus scoperta per la prima volta in Sud Africa è in grado di eludere parte della protezione del vaccino Pfizer – BioNTech , secondo un nuovo studio israeliano , che non è stato ancora sottoposto a peer review.

I ricercatori dell’Università di Tel Aviv e Clalit, la più grande organizzazione sanitaria in Israele, hanno esaminato quasi 400 persone che erano risultate positive al Covid-19 dopo aver ricevuto almeno una dose del vaccino. Li hanno confrontati con lo stesso numero di persone infette e non vaccinate.

COSA STA SUCCEDENDO IN ISRAELE? QUALCUNO L’HA GIÀ CAPITO?

I ricercatori hanno scoperto che la prevalenza della variante del Sud Africa, nota come B.1.351, tra i pazienti che hanno ricevuto due dosi del vaccino era circa otto volte superiore rispetto a quelli non vaccinati. I dati, pubblicati online durante il fine settimana, suggeriscono che il B.1.351 è più in grado di “sfondare” la protezione del vaccino rispetto al ceppo originale, hanno scritto i ricercatori nello studio.

“Sulla base dei modelli nella popolazione generale, ci saremmo aspettati un solo caso della variante sudafricana, ma ne abbiamo visti otto”, ha detto al Times of Israel il professor Adi Stern, che ha guidato la ricerca  “Possiamo dire che è meno efficace, ma sono necessarie ulteriori ricerche per stabilire esattamente quanto”.

La CNBC ha contattato Pfizer per un commento sullo studio.

I nuovi dati arrivano mentre i funzionari della sanità pubblica sono preoccupati che varianti altamente contagiose, che studi hanno dimostrato possono ridurre l’efficacia dei vaccini, potrebbero bloccare i progressi del mondo sulla pandemia.

Il mese scorso, il direttore del CDC, la dott.ssa Rochelle Walensky, ha emesso un terribile avvertimento, dicendo ai giornalisti che era preoccupata che gli Stati Uniti stessero affrontando un “destino imminente” mentre le varianti si diffondevano e i casi quotidiani di Covid-19 iniziano a riprendersi ancora una volta.

ISRAELE NON PAGA LA FORNITURA DI VACCINI. PFIZER: “REPUBBLICA DELLE BANANE” E CONGELA LE…

“Mi fermerò qui, perderò la sceneggiatura e rifletterò sulla sensazione ricorrente che ho di un destino imminente”, ha detto il 29 marzo . “Abbiamo così tanto da aspettarci, così tante promesse e potenziale di dove siamo e così tante ragioni per sperare, ma in questo momento ho paura”.

Israele ha lanciato la sua campagna di vaccinazione nazionale a dicembre dando priorità alle persone di 60 anni e più, agli operatori sanitari e alle persone con condizioni di comorbilità. A febbraio era leader mondiale nelle vaccinazioni, vaccinando milioni di cittadini contro il virus.

A gennaio, Pfizer e il Ministero della Salute israeliano hanno stipulato un accordo di collaborazione per monitorare l’impatto del suo vaccino nel mondo reale.

I ricercatori hanno notato che il principale avvertimento dello studio era la dimensione del campione. B.1.351 costituiva solo circa l′1% di tutti i casi di Covid-19, hanno detto. B.1.1.7, la variante identificata per la prima volta nel Regno Unito, è più diffusa.

Con la diffusione delle varianti, i produttori di farmaci hanno affermato che stanno testando se una terza dose offrirebbe maggiore protezione.

FONTE CNBC

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA

Approfondimenti Pfizer

Articoli correlati

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite PayPal o carta di credito. 

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!