Home Deep State TRAFFICO DI ORGANI | LA RUSSIA INDAGHERÀ SU ATTIVITÀ SOSPETTE DA PARTE...

TRAFFICO DI ORGANI | LA RUSSIA INDAGHERÀ SU ATTIVITÀ SOSPETTE DA PARTE DELLA CROCE ROSSA UCRAINA

0
Croce rossa ucraina indagata per traffico di organi

La Russia indaga sulle denunce di attività sospette da parte della Croce Rossa

La filiale ucraina del gruppo umanitario avrebbe catalogato bambini con organi sani

Questa storia è stata ripresa su Twitter ( #Croce Rossa Mariupol ):

https://twitter.com/LaineyWasi/status/1531629915166105600?
https://twitter.com/Miguel18011505/status/1530954788179181569?

RT

Il comitato investigativo russo ha comunicato domenica che esaminerà le accuse secondo cui la Società della Croce Rossa ucraina è stata coinvolta in attività losche, inclusa la registrazione di bambini con “organi sani”  nella città di Mariupol.

La denuncia è arrivata da Vladimir Taranenko, il capo dell’organizzazione civica “People’s Retinue” con sede a Donetsk, un movimento di volontari che afferma come uno dei suoi obiettivi l’assistenza alle forze dell’ordine nella Repubblica popolare di Donetsk (DPR).

L’attivista ha pubblicato sui suoi social media un video di quella che ha definito una perquisizione nell’ufficio della Croce Rossa a Mariupol e ha affermato che alcune delle prove ivi trovate mettono il gruppo in una luce molto sospetta.

Ha affermato che l’ufficio aveva cartelle cliniche di oltre 1.000 bambini, ma hanno contrassegnato i loro  “organi sani”  invece di annotare qualsiasi condizione o procedura medica.

Taranenko ha anche affermato che alcuni dei documenti scoperti in ufficio erano istruzioni su  “come usare le armi, anche in un formato destinato ai bambini”.

Il video mostrava almeno un manuale relativo ai militari. Era una stampa di “Practical Military Ordnance Identification” di Thomas Gersbeck, un tecnico in pensione per l’eliminazione degli ordigni esplosivi (EOD) dei marines statunitensi. Il  libro è un manuale sul campo su come identificare le munizioni inesplose e maneggiarle in modo sicuro.

Taranenko ha affermato che gli investigatori della DPR  “faranno luce”  sulle attività della società. Il comitato russo ha dichiarato che aggiungerà il video a un elenco di prove che ha già in merito a sospetti crimini commessi da Kiev.

Mariupol è una delle principali città portuali della DPR. È stato liberato dalle forze russe e del Donbass durante la campagna militare in corso contro l’Ucraina.

Né la società ucraina né il Comitato internazionale della Croce Rossa avrebbero immediatamente commentato le accuse.

La Russia ha attaccato lo stato vicino alla fine di febbraio, in seguito alla mancata attuazione da parte dell’Ucraina dei termini degli accordi di Minsk, firmati per la prima volta nel 2014, e all’eventuale riconoscimento da parte di Mosca delle repubbliche del Donbass di Donetsk e Lugansk. I protocolli mediati da Germania e Francia sono stati progettati per conferire alle regioni separatiste uno status speciale all’interno dello stato ucraino.

Da allora il Cremlino ha chiesto che l’Ucraina si dichiari ufficialmente un paese neutrale che non si unirà mai al blocco militare della NATO guidato dagli Stati Uniti. Kiev insiste che l’offensiva russa è stata completamente immotivata e ha negato le affermazioni che intendeva riprendere le due repubbliche con la forza.

https://www.rt.com/russia/556331-red-cross-office-mariupol/

********

CROCE ROSSA ACCUSATA DI TRAFFICO DI ORGANI: I BAMBINI DEL DONBASS SAREBBERO LE VITTIME

A seguito di un’indagine sulla base della Croce Rossa a Mariupol, sono state trovate centinaia di cartelle cliniche di bambini. L’esperto militare Vladimir Evseev ha spiegato perché sono stati piantati e a quali obiettivi hanno contribuito.

Tsargrad   ha precedentemente riferito che centinaia di tessere mediche per bambini sono state trovate presso la sede della missione della Croce Rossa. Non ci sono informazioni sulle malattie in esse contenute, ma ci sono note sugli organi sani. È stato chiarito che i registri erano scritti in latino.

Allora perché la Croce Rossa, che era a Mariupol quando c’erano i militari ucraini, ha bisogno di una tale selezione di cartelle cliniche con informazioni sugli organi sani dei bambini? La risposta a questa domanda è stata data dall’esperto militare Vladimir Evseev. Ha ricordato che gli ukronazi organizzavano da molto tempo la consegna di organi umani in Europa.

All’inizio, ciò è stato fatto in questo modo: quando un militare delle forze armate ucraine era in fin di vita, venivano contattati i parenti e ricevuto il consenso, l’organo veniva espiantato.

– Ha spiegato l’esperto.

Quando questo schema è stato elaborato, sono passati ai civili nel Donbass, prestando attenzione principalmente a ragazze e bambini.

Questa è in realtà una conferma che se la Russia non avesse lanciato un’operazione speciale in Ucraina, allora una parte dei bambini nel Donbass sarebbe stata effettivamente sottoposta a espianto di organi. E lo avrebbero fatto sotto il tetto della Croce Rossa,

Ha sottolineato Evseev.

Ad esempio, le informazioni dell’intelligence sono state ottenute anche attraverso l’OSCE (ER: Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa ) , e poi gli ukronazi hanno utilizzato le informazioni per colpire i russi, ha ricordato l’esperto. È lo stesso con la Croce Rossa. Ma è necessario condurre un’indagine per stabilire con maggiore precisione i dettagli, ha concluso Evseev.

Fonte

Previous articleVODAFONE PIANIFICA IL MONITORAGGIO DEGLI UTENTI ATTRAVERSO L’ISP. Addio Privacy, tracciamento anche con Vpn
Next articleLa Dutch Pilots Association vince causa in tribunale contro l’obbligo vaccinale Covid di KLM per i nuovi piloti