Database Italia

TRUMP ESTROMETTE KISSINGER DAL DEFENSE POLICY BOARD DEL PENTAGONO, INTERROMPENDO I LEGAMI CON LA CINA E I GLOBALISTI

È successo già cinque giorni fa ma nel flusso costante di notizie questa mi è passata accanto tra le tante nel silenzio di tutti i media mainstream. Direi che una notizia così importante ha bisogno, nel nostro piccolo, della giusta copertura. Per contestualizzare meglio, bisognerebbe leggere la maggior parte dei nostri ultimi post, andando il più a ritroso possibile.

IL PENTAGONO ELIMINA I PRINCIPALI CONSIGLIERI DAL CONSIGLIO PER LA POLITICA DI DIFESA

Diversi membri del massimo comitato consultivo federale del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti sono stati improvvisamente espulsi, hanno didchiarato a Foreign Policy diversi funzionari statunitensi, in quello che sembra essere il colpo d’addio dell’amministrazione Trump contro i rampolli dell’establishment della politica estera.

La direttiva, inviata mercoledì pomeriggio dal collegamento della Casa Bianca del Pentagono Joshua Whitehouse, rimuove 11 consiglieri di alto profilo dal Consiglio per la politica di difesa, inclusi gli ex segretari di Stato Henry Kissinger e Madeleine Albright; l’ammiraglio in pensione Gary Roughead, che ha servito come capo delle operazioni navali; e Jane Harman, un tempo membro di rango del Comitato per i servizi segreti della Camera. Anche Rudy De Leon, ex direttore operativo del Pentagono considerato un tempo dall’allora segretario alla Difesa James Mattis per un ruolo politico di alto livello, sarà estromesso. 

Anche l’ex leader della maggioranza alla Camera Eric Cantor e David McCormick, un ex sottosegretario del Dipartimento del Tesoro durante l’amministrazione di George W. Bush, sono stati avviati nella revisione odierna del consiglio, che ha effetto immediato. Entrambi sono stati aggiunti al consiglio da Mattis nel 2017. Jamie Gorelick, un vice procuratore generale dell’amministrazione Clinton; Robert Joseph, un capo negoziatore nucleare degli Stati Uniti che ha convinto la Libia a rinunciare alle armi di distruzione di massa; l’ex vice consigliere per la sicurezza nazionale di Bush JD Crouch II; e Franklin Miller, un ex alto funzionario della difesa, sono stati rimossi. Questa storia si basa su interviste con tre funzionari attuali ed ex. In una dichiarazione alla fine di mercoledì, il Dipartimento della Difesa ha confermato la decisione. “Come parte di cambiamenti a lungo considerati, possiamo confermare che diversi membri del Consiglio per la politica della difesa del Dipartimento sono stati rimossi “, ha detto un funzionario della difesa. “Siamo estremamente grati per il loro servizio, impegno e contributo alla nostra sicurezza nazionale. Presto verranno fatti annunci futuri per i nuovi membri del consiglio. “

Il consiglio, supervisionato dal più alto funzionario politico del Pentagono, il sottosegretario alla Difesa per la politica, funge da specie di think tank interno per i massimi leader militari, fornendo consigli indipendenti sulla politica di difesa. Il Consiglio per la politica di difesa include ex alti capi militari, segretari di stato, membri del Congresso e altri diplomatici ed esperti di politica estera. Lo stato di altri due membri del gruppo, o di chi avrebbe sostituito i membri estromessi, non è stato subito chiaro.

I funzionari hanno affermato che l’amministrazione Trump aveva cercato a lungo di rifare il consiglio con figure considerate fedeli al presidente – e al di fuori dell’establishment di Washington – ma aveva ricevuto l’obiezione dal segretario alla Difesa recentemente estromesso Mark Esper e dal sottosegretario alla Difesa ad interim James Anderson, che ha cercato di mantenere il consiglio in vigore per consentire la continuità delle politiche. Sia Esper che Anderson sono stati rimossi all’inizio di questo mese in un’epurazione dei funzionari del Pentagono.

La Casa Bianca aveva cercato di aggiungere Scott O’Grady, un ex pilota di caccia dell’Aeronautica militare abbattuto sulla Bosnia, al consiglio di amministrazione per prepararlo a essere nominato per una posizione di vertice del Pentagono, così come l’ex presidente della Camera Newt Gingrich, uno stretto alleato del presidente Donald Trump. L’amministrazione aveva anche posto il veto all’aggiunta dell’ammiratore in pensione Eric Olson, ex capo del Comando per le operazioni speciali degli Stati Uniti, ed ex Segretario di Stato Condoleezza Rice, così come Gordon England, ex vice segretario alla Difesa durante l’amministrazione Bush. 

“Se vengono trattati in questo modo, allora chi vorrà fare volontariato?”. Lo ha detto a  Foreign Policy un ex alto funzionario dell’amministrazione Trump, parlando in condizione di anonimato . 

Sebbene il consiglio di amministrazione non abbia un ruolo tangibile all’interno del Pentagono nel processo di definizione delle politiche, fornisce regolarmente consigli ai dirigenti militari di alto livello su alcune delle principali minacce strategiche alla sicurezza nazionale che gli Stati Uniti devono affrontare. Il consiglio si è riunito in ottobre per discussioni riservate sulla formulazione di una strategia a lungo termine nei confronti della Cina e della deterrenza nello spazio, secondo un avviso del registro federale. L’incontro comprendeva briefing della CIA, dell’Office of Net Assessment del Pentagono e di altri alti funzionari politici del Pentagono. 

Lo ha riferito anche CNN , non che importi troppo.
Fox News lo ha appena confermato, citando solo Kissinger, escludendo commenti e implicazioni. si può essere così miseri?

Reuters si pente quando commette atti di giornalismo reale e informazioni fattuali, buona fortuna con il video

Questo, per me, dimostra definitivamente dove Trump si trova sulla mappa del potere in questo momento. Questa non è una mossa di immagine da nessuna delle parti, entrambi hanno tenuto il silenzio al riguardo, quindi è Trump che invia messaggi. E non potrebbe essere più rumoroso, ma le nostre gabbie sembrano insonorizzate.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

5 1 vote
Article Rating
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments