Quantcast
Database Italia

Trump irremovibile. No all’ utilizzo di tessuti fetali abortivi per la ricerca. Il congresso lo sostiene

Articolo di Davide Donateo

Più di 130 membri del Congresso hanno esortato con una lettera il presidente Donald Trump “a mantenere l’attuale politica che vieta la ricerca sui tessuti fetali e a reindirizzare i fondi verso alternative etiche e di successo per combattere il COVID-19”.

I rappresentanti pro-vita, tra cui il leader della minoranza della Camera Kevin McCarthy, hanno ringraziato Trump in una lettera del 14 aprile per le sue “azioni decisive per proteggere la vita umana e la dignità umana su tutti i fronti”, lodandolo per aver portato “grande speranza alla nostra nazione”.

Sulla scia dell’epidemia di coronavirus negli Stati Uniti, alcuni scienziati hanno sostenuto che l’ordine esecutivo di Trump che interrompe i finanziamenti pubblici alla ricerca sui tessuti fetali, sta vanificando gli sforzi per trovare un rimedio per la malattia.

Molti dei principali studi per il vaccino contro il COVID-19, tuttavia, utilizzano cellule fetali abortite.

15 procuratori statali hanno scritto al presidente Trump il 26 marzo, affermando che l’uso del tessuto fetale abortivo potrebbe aiutare ad “accelerare lo sviluppo del vaccino per combattere il COVID-19”, oltre a “studiare l’impatto su donne in gravidanza e bambini”.

“Chiediamo di porre fine al divieto di utilizzo del tessuto fetale per consentire ai nostri migliori scienziati la di risolvere questa crisi sanitaria globale”, ha concluso il procuratore generale.

Gli oltre 130 membri del Congresso pro-vita hanno risposto alle accuse avanzate dai sostenitori della ricerca sul tessuto fetale abortivo, sottolineando che “ripetono affermazioni e narrazioni false che per molti anni hanno propagandato l’utilità del tessuto fetale abortivo nella ricerca, la verità è che il tessuto fetale abortivo è stato usato per creare molti vaccini come ingrediente “.

E poi, “la maggior parte dei vaccini oggi utilizza linee cellulari e tecniche di produzione più efficienti e moderne”, hanno spiegato i membri del Congresso.

Inoltre, “i pochi tentati trapianti di tessuto fetale abortivo hanno portato a peggiorare la maggior parte dei pazienti, non migliorarli”, hanno aggiunto.

I membri del Congresso hanno dimostrato che il progresso scientifico e il comportamento etico possono andare di pari passo.

“La questione centrale su cui si basano gli attuali appelli per mobilitare i soldi dei contribuenti per l’acquisto di tessuto fetale è la presunta necessità di utilizzare i tessuti abortivi per costruire topi umanizzati per testare i farmaci. Tuttavia, questa tecnologia antiquata è stata superata da una pletora di tecniche moderne ed etiche, come è stato accuratamente descritto e citato in numerose testimonianze del Congresso ”.

I firmatari accusano i sostenitori della ricerca sul tessuto fetale interrotta da Trump nel 2019, di sfruttare la situazione attuale a proprio vantaggio. I rappresentanti pro-vita hanno affermato che “mantenere la linea etica ci dà la capacità di mettere le risorse verso una scienza migliore e più promettente che sta già mostrando potenziale” contro il COVID-19.

Si menzionano in particolare tre progetti.

In primo luogo, indicano topi “umanizzati” che già esistono, ma non si basano sul tessuto fetale abortito.

Secondo studio che renderebbe inutile la ricerca di un vaccino è la Clorochina. Alla fine di marzo, la Food and Drug Administration (FDA) ha autorizzato i trattamenti sperimentali di coronavirus utilizzando farmaci anti-malaria: clorochina e idrossiclorochina.

Infine, hanno sottolineato il “grande potenziale” delle cellule staminali adulte “ottrnute senza distruggere embrioni e senza aborto”. Un tipo specifico di cellule staminali adulte umane, hanno affermato, “è stato dimostrato che genera nuovo tessuto polmonare e guarisce polmoni danneggiati, essenziali per la riparazione di polmoni danneggiati dai virus respiratori”.

“Durante questa crisi, l’ultima cosa che chiunque dovrebbe fare è cercare di far avanzare il programma di aborti della sinistra”, ha detto Lamborn. “La vita è preziosa in tutte le fasi e qualsiasi affermazione contraria è inconcepibile.”

È convinto che sarà trovata una cura per COVID-19, “ma usare tessuti di bambini abortiti per farlo è immorale e sbagliato. Sono grato che il presidente Trump abbia preso una posizione così forte per la vita e sono fiducioso che si possa trovare una soluzione pur mantenendo la santità della vita “.

“Mentre milioni di americani lavorano insieme per combattere l’epidemia di coronavirus, l’industria dell’aborto guidata dai profitti e i loro alleati sfruttano i timori che circondano la pandemia per promuovere un programma di aborti estremi”, ha osservato.

I sostenitori dell’aborto insistono sul fatto che esperimenti non etici che coinvolgono parti del corpo di bambini abortiti siano necessari per trovare una cura per il coronavirus, ignorando l’ampia varietà di opzioni etiche già disponibili e in fase di sviluppo.

Fonte:



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 vote
Article Rating
4 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments