Database Italia

TUTTO QUESTO NON FINIRÀ FINCHÉ NON DIREMO BASTA TUTTI INSIEME




Ci sono quasi 8 miliardi di persone in questo mondo, ma la maggior parte di loro acconsente alle parole e alle decisioni di pochi. Molto probabilmente a causa del fatto che la maggioranza è indottrinata in un sistema che li condiziona a obbedire all ‘”autorità” senza metterla in dubbio. Indottrinati e condizionati fin dalla tenera età a sapere solo ciò che le autorità vogliono che tu sappia, e a fare esattamente ciò che le autorità vogliono che tu faccia, e tutto questo senza porti dubbi. Siamo entrati in un mondo in cui il libero pensiero e la messa in discussione di una narrazione ufficiale sono etichettati come folli, teoria del complotto, pericolosi. Ma il vero pericolo è la mancanza di libertà di pensiero e capacità di mettere in discussione.

Ecco una semplice spiegazione del motivo per cui tutto ciò che pensavi sapere essere corretto e vero, potrebbe in realtà non esserlo.

Fin dalla tenera età vieni mandato a scuola per essere istruito. Un sistema educativo che è dettato dallo stato su ciò che devi imparare e con cui essere educato. Questa è la tua prima fonte di informazioni.

La tua seconda fonte di informazioni è ciò che puoi leggere su un giornale o ascoltare e vedere alla radio o alla TV tramite i principali canali di notizie.

La terza fonte di informazioni proviene da altre persone, come amici o genitori. Ma qui sta il problema.

I tuoi genitori fin dalla tenera età, sono stati mandati a scuola per essere istruiti. In un sistema educativo dettato dallo Stato su ciò che è stato appreso e con cui sono stati educati. Questa è stata la loro prima fonte di informazioni. La loro seconda fonte di informazioni era ciò che leggevano su un giornale o ascoltavano alla radio o vedevano in TV tramite i principali canali di notizie. La loro terza fonte di informazioni proveniva da altre persone, come amici o genitori. 

Generazione dopo generazione è stata esposta a informazioni che sono state dettate dallo “stato” all’interno delle scuole o tramite notizie tradizionali che sono sempre state di proprietà degli stessi pochi oligarchi, che sono essenzialmente “lo stato” quando si segue la scia del denaro.

Ovviamente ci sono altre fonti di informazione, ci sono libri e ci sono pensieri liberi delle persone. Tuttavia, per la maggioranza, a meno che questa informazione non sia approvata dallo “stato”, è vista come una sciocchezza, ignorata come un fatto, lasciata a marcire nella storia.

Quindi si spera che la spiegazione di cui sopra ti abbia giustificato perché tutto ciò che pensavi di sapere, potrebbe non essere effettivamente corretto e vero.

Il che ci porta ad oggi. La maggioranza ha acconsentito al fatto che “lo stato” ci tolga i diritti e le libertà. Il popolo italiano come quello europeo è stato indotto a rinunciare ai propri diritti e libertà con questa frase: “Abbiamo bisogno di tre settimane per appiattire la curva”. Ora, alla maggioranza può sembrare abbastanza ragionevole, stavamo per entrare in un regno dell’ignoto e potevamo formulare giudizi solo sulla base delle informazioni che ci erano state fornite. Quelle informazioni erano rapporti di persone che crollavano per le strade a Wuhan e filmati di notizie di ospedali sopraffatti nella regione Lombardia in Italia con persone che faticavano a respirare. Dovevamo agire.

Ma in qualche modo tre settimane si sono trasformate in quattordici settimane. Quattordici settimane senza divertimento e isolamento da amici e persone care. Quattordici settimane di non lavoro per molti. Ma come abbiamo fatto a trasformare esattamente quattordici settimane in un anno?

Vedi, dopo quattordici settimane abbiamo avuto qualcosa che non avevamo all’inizio, e dopo quasi un anno ne abbiamo ancora di più. Dati.

Dati che contraddicono quanto ci è stato detto all’inizio. 

Hai visto qualcuno crollare per strada a causa del “Covid-19”? No? Allora, di cosa parlavano questi rapporti su quanto accaduto a Wuhan.

Il sistema sanitario è stato sopraffatto? I dati mostrano che è stato lontano dall’esserlo. Nella prima chiusura del Regno Unito ad esempio, il numero totale di letti occupati era solo del 62%, rispetto al 90% dei tre anni precedenti. Il numero di persone che hanno partecipato a A&E è sceso a 916.581 in aprile, rispetto agli oltre 2 milioni dell’anno precedente. Eppure ci è stato detto di restare a casa e proteggere il Sistema Sanitario. Da cosa? (Cercate gli innumerevoli articoli di Database Italia ricchi di dati numeri e fonti, pubblicati in questi mesi).

Sapevi che i dati sulle morti giornaliere sono stati originariamente conteggiati facendo rientrare coloro che erano morti entro 45 giorni dal test positivo per il virus Sars-COV-2? Sono stati quindi ridotti a 28 giorni alla fine del primo blocco e ora sono stati modificati a 60 giorni all’inizio del blocco 3 (indicazioni per il Regno Unito)? Ciò significa che se qualcuno muore in un incidente automobilistico e ha avuto un risultato positivo del test nei 60 giorni precedenti, viene aggiunto alle statistiche di morte del Covid-19. Questo fatto da solo dovrebbe essere sufficiente per sollevare molte domande nella mente di chiunque.

Sapevi che il test utilizzato per rilevare Sars-COV-2 è un test PCR che fino a pochi giorni fa veniva eseguito a oltre 40 cicli ? L’inventore del test PCR Kary Mulis ha detto che era possibile trovare praticamente tutto ciò che si voleva trovare se si eseguiva il ciclo PCR abbastanza in alto, ma ciò non significava che fosse effettivamente lì. Ciò significa che stiamo assistendo a una casedemia di falsi positivi, non a una pandemia.

Potremmo andare avanti all’infinito, ma il punto che stiamo cercando di sottolineare è che la maggioranza sta acconsentendo a un’autorità di mentirgli. Un’autorità che ha scatenato una raffica di propaganda per incitare alla paura tramite pubblicità radiofoniche e televisive. Sai cosa succede quando le persone sono in uno stato di paura? Perdono la capacità di avere un pensiero razionale e entrano in modalità lotta o fuga.

Vite vengono distrutte sulla base di questa menzogna. I blocchi causano più danni che benefici. L’Italia si trova in una situazione in cui il 75% della sua industria del turismo potrebbe essere spazzata via a causa dei blocchi draconiani. Oggi sentivo in Tv delle prime proposte di pacchetto viaggio Covid-Free solo per vaccinati! Quello che vi abbiamo sempre raccontando seguendo le tracce e le orme lasciate da questi criminali si sta avverando sotto il vostro naso. I tassi di suicidio sono ai massimi storici a causa dei blocchi draconiani. La solitudine e i problemi di salute mentale sono diventati la vera pandemia a causa dei blocchi draconiani. Il lockdown totale è durato poco ma ancora oggi lo viviamo sotto forma di blocchi mirati regionali, quasi un anno dopo.

Questa è una follia. I dati mostrano che questo virus uccide meno dello 0,2% di coloro che infetta. Perché diavolo dobbiamo essere bloccati? Non possiamo continuare con una politica che uccide le persone, distrugge i mezzi di sussistenza, decimando le imprese e lasciando un’economia in rovina che i nostri figli dovranno pagare per riparare.

Dobbiamo abbracciare il pensiero libero e il controllo. I dati sono ora lì per porre domande sulla narrativa ufficiale e giungere alle nostre conclusioni. Scatta dallo stato di paura in cui ti hanno rinchiuso le autorità.

L’autorità della minoranza è ovviamente aiutata dal fatto che siano riusciti a truffare o corrompere alcuni della maggioranza in modo che sorvegliassero le loro politiche draconiane per loro. Ora ci sono vicini che fanno la spia ai vicini alla polizia se escono di casa più di una volta al giorno. Chi rifiuta di conformarsi alla terribile politica scientifica di indossare una maschera per il viso si sente come un ‘lebbroso’ quando è circondato da coloro che le indossano solo per paura di essere multati, e il più delle volte viene criticato da coloro che sono così trincerati nello stato di paura che le autorità hanno esercitato su di loro.

Ma come abbiamo detto all’inizio, ci sono quasi 8 miliardi di persone in questo mondo, eppure la maggioranza acconsente alle parole e alle decisioni di pochi. Le autorità sono in inferiorità numerica. Loro sono l’1% e noi il 99%. Se smettessimo di cadere nella trappola dell’1% fissato al 99% per dividerci e conquistarci, potremmo farla finita domani. Tutto quello che dobbiamo fare è dire “NO!”.

Avevano bisogno di “tre settimane per appiattire la curva”. Eppure abbiamo dato loro quasi un anno. Darai loro un altro anno? Questo non finirà finché non lo diciamo tutti. Cosa dirai ai tuoi nipoti quando ti chiederanno cosa hai fatto nella “Guerra alla nostra libertà”?

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.