Database Italia

UK, NASCE L’AGENZIA BRITANNICA PER LA SICUREZZA SANITARIA. UN ALTRO STEP VERSO UNA DITTATURA SANITARIA

Il Segretario alla sanità del Regno Unito ha confermato questa settimana che una nuova “Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito” sarà istituita il 1 aprile, segnando così la fase successiva della trasformazione della Gran Bretagna in uno stato repressivo di bio-sicurezza.

Nel 1957, il programma di attualità di punta della BBC Panorama (beh, era allora) mostrò un breve film di tre minuti di una famiglia in Svizzera che raccoglieva spaghetti da un “albero degli spaghetti”. La gente in seguito chiamò il centralino della BBC per chiedere consigli su come coltivare i propri spaghetti. Avrebbero dovuto prestare maggiore attenzione alla data della trasmissione. Il primo di aprile. Sì, era un “pesce d’aprile”. Uno dei migliori nella storia. 

Il primo aprile è anche la data in cui viene istituita la nuova “Agenzia per la sicurezza sanitaria” del Regno Unito, ma questa volta non è davvero una cosa da ridere. Sarebbe bello se Matt Hancock avesse voluto scherzare quando ha detto che stava creando un “istituto nazionale dedicato e guidato dalla missione per la sicurezza sanitaria”. Ma, a differenza del suo omonimo, il grande comico Tony Hancock, Matt non è minimamente divertente. L’istituzione dell’UKHSA dovrebbe garantire a tutti noi notti insonni. In realtà è più terrificante del più spaventoso film horror di Hammer. Bene, il video di Hancock che annunciava la notizia lo era, in ogni caso.

La nuova agenzia – di cui la Gran Bretagna ha bisogno in questo momento tanto quanto un buco nella testa – riunisce il lavoro di Public Health England, NHS Test and Trace e il Joint BioSecurity Center.

Hancock dice che il corpo sarà guidato dalla missione, ma quale sarà la missione?

“Voglio che tutti all’UKHSA, a tutti i livelli, si sveglino ogni giorno con lo zelo per pianificare la prossima pandemia.” 

Sì, è giusto. Siamo alla fine di Covid, ma è ora di pianificare l’arrivo del prossimo Covid. Un’agenda del governo è mai stata così trasparente? Ovviamente, Hancock fa eco a Bill Gates quando parla della “prossima pandemia” . A gennaio il multi-miliardario del software, che è stato in grado di ottenere così tanta influenza con i finanziamenti della sua fondazione per accademici, scienziati e organizzazioni di sanità pubblica, ha delineato la sua strategia per affrontare la ” prossima pandemia ”, che, avverte, potrebbe essere “Dieci volte più grave” del Covid. E, indovina un po ‘, la sua strategia richiede “piattaforme mega-diagnostiche”, vaccinazioni di massa e governi che spendono un sacco di soldi dei contribuenti.   

Confronta le proposte di Gates con ciò che dice Hancock e la nuova pagina web “Securing Our Health” che introduce UKHSA e puoi vedere abbastanza chiaramente da dove viene l ‘”ispirazione” per tutto questo. Hancock, come ha fatto per tutto il 2020 e il 2021, sta seguendo un copione globale. 

Le libertà civili sono state eliminate, dopo l’11 settembre, durante la “Guerra al terrorismo” e ora abbiamo l’ultima fase del progetto. Come la Guerra al terrore, la Guerra al Covid / Guerra ai virus non è destinata a finire. In realtà non abbiamo davvero bisogno che arrivino nuovi virus. Le varianti Covid funzioneranno abbastanza bene, se il virus “dieci volte più grave” di Gates viene ritardato nel traffico.

In un articolo per Bloomberg questa settimana intitolato “Dobbiamo iniziare a pianificare una pandemia permanente”, Andreas Kluth lo ha spiegato molto chiaramente per coloro che ancora non lo capiscono : “Per l’anno passato, un’ipotesi, a volte esplicita, spesso tacita – ha informato quasi tutti i nostri pensieri sulla pandemia: ad un certo punto sarà finita e poi torneremo “alla normalità. Questa premessa è quasi certamente sbagliata. SARS-CoV-2, per quanto proteiforme e sfuggente, potrebbe diventare il nostro nemico permanente, come l’influenza, ma peggio. 

L’istituzione dell’UKHSA in un momento in cui i decessi con Covid sono scesi a un numero basso è un chiaro segno che il governo del Regno Unito non intende “tornare alla normalità”. Forse la frase più spaventosa nel documento politico UKHSA è “Dobbiamo considerare il modo migliore per interagire con i cittadini e guidare il cambiamento del comportamento nel 21 ° secolo”.

Quale “cambiamento di comportamento” può essere, mi chiedo? Richiedere alle persone di indossare maschere per il viso e mantenere la “distanza sociale” l’una dall’altra in modo permanente? Non dimenticare che il ministro dell’Interno Priti Patel ha dichiarato lo scorso maggio che l’allontanamento sociale è “qui per restare”.

Molti pensavano che si fosse espresso male, ma dieci mesi dopo e il “distanziamento sociale” è ancora qui.

Poi c’è l’elenco delle cinque funzioni principali della nuova agenzia . Il numero uno, sempre con echi della “Guerra al terrore”, è “Prevenire”. Ciò significa ” Anticipare e agire per mitigare le malattie infettive e altri rischi per la salute prima che si concretizzino, ad esempio attraverso la vaccinazione e influenzando il comportamento”. 

Sì, avete letto bene. “PRIMA che si materializzino.” Avremo bisogno di essere vaccinati contro virus e rischi per la salute che non si sono ancora concretizzati! Che fortuna per Big Pharma!   

L’annuncio di Hancock arriva nella stessa settimana di Boris Johnson – il ciarlatano spettinato che si è promosso un “ libertario ” per essere eletto ma che si è rivelato essere il primo ministro più dittatoriale della storia – dicendo che i pub potrebbero richiedere i passaporti vaccinali, una volta che a tutti sarà stato offerto un vaccino. 

Con noi ancora bloccati e il Coronavirus Act esteso per altri sei mesi, viene costruita l’architettura per la schiavitù digitale permanente – e tutto viene fatto con il pretesto di “proteggerci”. Ma chi ci proteggerà dai nostri protettori? Questa è davvero la domanda che dovremmo porci tutti.

Neil Clark
è giornalista, scrittore, emittente e blogger. Il suo premiato blog può essere trovato su www.neilclark66.blogspot.com



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.