Deep StateEight O’Clock in the MorningPolitica

UN RIASSUNTO REALE DI 5 MESI DI OPERAZIONE MILITARE SPECIALE RUSSA IN UCRAINA

E The Saker è tornato dopo una pausa di salute, grazie al cielo. Abbiamo perso le sue intuizioni e analisi. Ecco alcuni brevi punti su questo lungo articolo riassuntivo:

  • Il suo primo paragrafo ci fornisce alcune utili panoramiche “fattoidi”, dettagli pratici su  ciò che l’Ucraina ha finora perso.
  • Esamina le bugie occidentali dell’MSM sulla  vera situazione militare  in Ucraina (è uno specialista militare).
  • Kiev e Zelensky NON hanno AUTONOMIA . Le indicazioni provengono da Washington e dal Deep State ( DS  è la nostra parola per queste persone)
  • La popolarità di Putin in patria è aumentata vertiginosamente; traditori e altri sono stati messi in luce. (Non è stato così anche per il Covid, per tutti i nostri paesi?)
  • L’Impero anglo-sionista / Neocons (le nostre parole –  deep state, cabala, KM ) sta per uscire ma è molto pericoloso in quanto esce dal palco. L’intero conflitto tra queste persone e la Russia; è ESISTENTE. 
  • La guerra con la Russia ora è più  economica  che militare o guidata dai media. Eppure la Russia sta andando molto bene mentre l’Occidente è in declino economico. Ha un’economia REALE basata su prodotti tangibili e sta formando alleanze economiche globali.
  • I paesi occidentali stanno attuando approcci e politiche  suicide , messe in atto da leader fantoccio  che stanno distruggendo i loro paesi dall’interno.
  • Il resto del mondo (cioè alcuni paesi molto importanti) si sta allontanando da questa follia.
  • Putin, al potere dal 2000 circa, ha cambiato le cose per la Russia dopo lo stupro del Paese da parte dei neocon negli anni ’90.
  • La guerra tra queste due parti sta usando l’Ucraina semplicemente come teatro delle operazioni. Il DS non ama gli ucraini più di quanto non ami i russi.
  • Putin non bluffa mai; l’Occidente non può vincere  , non avrà la sua soluzione finale sulla Russia.

***

I lettori noteranno l’uso da parte di The Saker del termine  “Ukronazi” , un termine ben scelto date tutte le prove dell’inserimento nell’esercito ucraino, così come nell’establishment e nel governo della difesa, da parte di membri di varie organizzazioni naziste ucraine.

********

Cinque mesi nell’operazione militare speciale: un riassunto

The SAKER

Nota: dopo tre mesi di assenza (per lo più) dal blog, è un vero piacere per me tornare. In poche parole: mi sei mancato e mi è mancato scrivere analisi. Per questo sono davvero felice di essere tornato e voglio ringraziare ancora una volta tutti coloro che hanno pazientemente aspettato che mi ricaricassi. Il tuo supporto significa il mondo per me! Grazie di tutto!
Andrei

***

Cinque mesi fa, il 24 febbraio, la Russia ha iniziato quella che ha definito una “operazione militare speciale” (SMO). In parole povere, questo è ciò che la Russia ha ottenuto finora: l’Ucraina ha perso circa il 20% del suo territorio, circa 3mila città e villaggi, metà del prodotto nazionale lordo e un terzo della produzione di carbone. Ha perso completamente l’accesso al Mar d’Azov e il traffico attraverso i porti del Mar Nero si è bloccato a causa dei combattimenti e dell’estrazione mineraria dei corsi d’acqua. Il numero dei rifugiati ha raggiunto i 7 milioni (fonte).

Ma questi factoidi non iniziano nemmeno a raccontare la storia completa. Ci sarebbero molti modi in cui questa storia potrebbe essere raccontata, ma per iniziare voglio elencare  alcuni elementi della narrativa occidentale ufficiale  che ora hanno preso piede e nessuno sano di mente lo prenderebbe sul serio. Ne presenterò alcuni senza un ordine specifico (e ignorerò quelli più idioti, incluso il fatto che Putin sta morendo di cancro o è molto malato (controlla qui per  50 titoli su questo! ) –  non lo è, con grande dispiacere della CIA  – o che Shoigu voglia rovesciarlo).

  • “La Russia sta perdendo la guerra, è stata sconfitta dagli ukronazi vicino a Kiev, sta finendo le munizioni e i rifornimenti e sta per crollare”.

In primo luogo, se guardi alle dimensioni della forza russa che ha preso l’aeroporto di Antonov vicino a Kiev (un reggimento aviotrasportato) e alle dimensioni della forza che si è spostata via terra verso quell’aeroporto, puoi facilmente convincerti che questa forza non era destinata a attaccare o invadere Kiev. Questa forza fece esattamente quello che doveva fare, costrinse gli ukronazi a  spostare le forze per  proteggere Kiev  e, quindi, le immobilizzò abbastanza a lungo per stabilire  la superiorità aerea, attaccare e tagliare le forze vicino e nel Donbass , distruggere il C4I ucraino e quasi l’intera forza aerea ucraina . Ci sono voluti solo pochi giorni e una volta completata la missione, queste forze si sono ritirate perché non avevano letteralmente nulla da guadagnare rimanendo sul posto. È la parte ucraina che sta finendo le armi, i rifornimenti e i soldati (ne parleremo più avanti). I russi hanno tutta la potenza di fuoco di cui hanno bisogno per molti anni a venire.

  • “La Russia ha dovuto cambiare i suoi piani e le sue tattiche a causa delle pesanti perdite subite dall’esercito russo all’inizio dell’operazione”

In realtà, c’è un granello di verità qui, ma non la spiegazione corretta. Come ho detto più volte, l’operazione militare speciale è “speciale” perché è un’operazione che  non è  una normale operazione di armi combinate. I russi iniziarono l’OSM con meno soldati della parte avversaria e  privilegiarono la manovra e gli attacchi a lungo raggio rispetto alla presa di paesi e città . Soprattutto, i russi hanno deliberatamente tentato tutto il possibile per  ridurre al minimo le vittime ucraine e preservare l’infrastruttura civile ucraina  (a differenza dei paesi “democratici” là fuori che per primi distruggono centrali elettriche, ponti, stazioni idriche, ecc. per infliggere il massimo di ” shock and awe”  sulla popolazione civile!). I russi avrebbero potuto facilmente trasformare, per esempio, Kiev in Baghdad o Belgrado sotto le bombe USA/NATO, ma hanno deliberatamente scelto di salvare quante più vite e infrastrutture civili possibili, anche a costo della vita dei soldati russi).

Un esempio perfetto è la piccola città di Avdeevka, vicino a Donetsk, che è pesantemente fortificata e da cui gli Ukronazis bombardano non solo Donetsk, ma anche altre città come Makeevka uccidendo persone e distruggendo le infrastrutture civili ogni giorno. I russi potrebbero usare il loro TOS-1A “Solntsepyok”, FAE aviotrasportate, bombe FAB-3000, mortai pesanti e molte altre armi per trasformare semplicemente tutta Avdeevka in un deserto senza vita. Ma ecco il problema:  Avdeevka è piena di civili, compresi i parenti dei combattenti dell’LDNR . Inoltre, se la Russia utilizzasse tali armi, alimenterebbe solo la propaganda anglo-sionista per creare una città ” victastar ” alla Sarajevo o addirittura accusare i russi di un “genocidio” simile a Srebrenica. Il precedente di  Bucha è qualcosa che limita i russi in due modi principali: primo, rende quasi impossibile ritirarsi, ora che sappiamo che gli  ukronazi spianeranno tutti i “collaboratori” nell’area lasciata dalle forze russe  e, secondo, significa che qualsiasi un grande sciopero, non importa quanto militarmente giustificato, si  trasformerà in un “massacro”,  proprio come in Bosnia, Kosovo o Siria.

Ciò che apparentemente ha colto di sorpresa i russi è la  volontà delle forze ucraine in alcune città di attaccare le colonne russe  anche se le autorità locali sembravano aver indicato ai russi che, come, diciamo, a Kherson, la loro città non avrebbe resistito.  In poche parole, hanno scelto il modello Mariupol  (spianare la maggior parte della città)  piuttosto che il modello Kherson.  Questa scelta è stata dettata principalmente dai potentissimi squadroni della morte nazisti che nella migliore delle ipotesi avrebbero arrestato chiunque avesse negoziato con la Russia e, nella peggiore, avrebbero semplicemente sparato loro sul posto. I russi hanno trovato molti corpi di soldati ucraini giustiziati.

Ma anche questo non racconta tutta la storia.

La verità è che secondo le leggi della guerra, l’Ucraina ha perso la guerra in meno di una settimana.

Qual è la mia prova per un’affermazione così apparentemente stravagante e esagerata? Semplice:  dall’inizio della SMO, gli ucraini non sono riusciti a eseguire un singolo attacco o contrattacco a livello operativo . Al massimo sono stati in grado di eseguire piccoli attacchi a livello tattico, la stragrande maggioranza dei quali è fallita quasi istantaneamente, alcuni sono stati sconfitti in pochi giorni e, soprattutto,  nessuno ha dato l’iniziativa operativa alla parte ucraina . Non una volta.

Allora, cos’è successo?

Se Kiev avesse avuto qualche agenzia e se la leadership ucraina avesse a cuore il proprio paese e il proprio popolo, avrebbe immediatamente chiesto la pace.  Ma Kiev non ha mai avuto alcuna agenzia e ai buffoni al potere non frega niente del popolo ucraino.

Invece, sono stati gli  Stati Uniti a dire agli ucraini di non arrendersi o ritirarsi mai , anche se ciò significava enormi perdite sia in termini di manodopera che di potenza di fuoco. L’Occidente, che  disprezza e odia gli ucraini quasi quanto odia i russi, è  stato felice di vedere gli odiati ucraini e gli odiati russi che si uccidevano a vicenda. Inoltre, essendo militarmente incompetenti, i leader occidentali credevano che la fornitura di armi, denaro, istruttori e forze speciali agli ucraini potesse, se non invertire la tendenza, rallentare la Russia abbastanza da creare paura, incertezza e dubbi nell’opinione pubblica russa. Anche quel piano è fallito in modo spettacolare, Putin è più popolare che mai, la 5a e la 6a colonna in Russia sono disperate (molti sono emigrati) e l’OSM ha il pieno sostegno della nazione russa.

Quanto ai tanto discussi “piani russi”, che nessuno ha visto, non sono come il progetto di un edificio. Non sono fissi, ma altamente flessibili e reattivi e, infatti, sono  costantemente adattati  e perfezionati in risposta agli sviluppi del terreno. Quindi, mentre i russi speravano che gran parte dell’Ucraina orientale seguisse il “modello Kherson”, si sono rapidamente adattati alla realtà che gli Stati Uniti e i loro agenti nazisti nell’esercito ucraino avrebbero costretto l’Ucraina orientale a seguire il “Modello Mariupol”. Quindi sì, i piani operativi sono come l’acqua in un ruscello: a seconda degli ostacoli incontrati, possono andare a sinistra o a destra per aggirare quell’ostacolo, ma in entrambi i casi stanno scendendo verso l’oceano. Il fatto che gli strateghi da poltrona abbiano dichiarato che la Russia “ha cambiato i piani” dimostra semplicemente che non capiscono come funziona la pianificazione operativa.

La maggior parte delle persone in Occidente pensa alle operazioni militari come a qualcosa di simile al football americano: ci sono “linee/fronti” che vengono difesi e la maggior parte delle forze si fronteggiano lungo queste linee. Non è così. La guerra moderna è molto più simile al calcio europeo, in cui ogni giocatore è “attaccato” a un giocatore avversario e questi giocatori manovrano costantemente e si impegnano regolarmente a vicenda. Ad esempio, la guerra moderna non ha realmente un “fronte” e un “retro” come possiamo vedere dagli attacchi russi nel profondo dell’Ucraina occidentale. Infine, la guerra moderna si basa profondamente su azioni coordinate. Vale a dire che anche se il lato A ha, diciamo, cinque subunità (diciamo compagnie) non puoi sommarle e contarle come reggimento o brigata perché non hanno la capacità di operazioni coordinate. Pensa alla tua mano: ha cinque dita, ma queste cinque dita diventano un pugno potente solo se le cinque dita agiscono all’unisono e diventano un pugno. Quindi, quando qualcuno scrive, diciamo, di 60.000 soldati ucraini nell’Ucraina orientale, questo descrive un numero X di plotoni, compagnie, reggimenti o persino “brigate” (metto le virgolette perché queste non sono vere brigate con una tabella completa di organizzazione e equipaggiamento), queste subunità non sono in grado di coordinare le loro azioni come fa l’esercito russo.  Si parla tanto di “guerra incentrata sulla rete “che non è altro che operazioni di armi combinate con steroidi, in cui il livello di integrazione include una fusione completa di tutti i dati C4ISR in un’immagine comune in tempo reale del campo di battaglia e un coordinamento completo di tutte le forze/mezzi militari. A proposito, solo la Russia ha pienamente sviluppato tale capacità (sebbene anche gli Stati Uniti abbiano compiuto seri progressi in questo campo).

Ora affrontiamo due bugie più piccole ma comunque cruciali raccontate da alcuni sulla Russia:

  • “Non ci sono integrazionisti atlantici o sovranisti eurasiatici in Russia”

Se non altro, questa guerra ha portato a un  grande sconvolgimento della società russa in  cui alcune persone hanno improvvisamente mostrato i loro veri sentimenti.  Gli esempi vanno dai giornalisti russi in piedi con un cartello contro la guerra dietro un giornalista a quei russi all’estero che hanno accettato di condannare Putin e l’OSM o hanno accettato di partecipare a vari eventi sotto una bandiera neutrale o straniera, a  Dmitri Medvedev  che ora cambia tono per rinominarsi ultra-patriota  ( qualche tempo fa era stato rivelato come un Integrazionista atlantico o pro-globalista). Ho elencato questi esempi perché sono conosciuti in Occidente, ma all’interno della Russia ci sono molti altri esempi simili, anche tra dirigenti d’azienda e funzionari eletti. Infine, anche lo stesso Putin ha menzionato l’esistenza di tali nemici interni della Russia. Il fatto che la Russia abbia ora ampliato la definizione di “tradimento” significa che gli agenti filo-americani in Russia ora corrono un grosso rischio per le loro attività. Alcuni editorialisti sono già stati condannati al carcere.  Per quanto riguarda i 6 editorialisti, odiano ancora Putin con passione e continuano a cantare il loro mantra “tutto è perduto”, ma (quasi) nessuno li prende più sul serio.  

L’ironia è che gli Stati Uniti volevano creare una crisi per rovesciare Putin ma, invece, questa crisi gli ha dato un’altra spinta in popolarità, nonostante alcuni problemi molto reali (settore automobilistico, aerei di linea civili, ecc.).

Prossimo,

  • “Putin è un tirapiedi israeliano, lavora a stretto contatto con gli israeliani”

In realtà, è abbastanza ovvio che i  russofobi più rumorosi in Occidente sono prevalentemente ebrei , sia all’interno che all’esterno di Israele. Di solito, la scusa invocata è che ci sono stati pogrom antiebraici in Russia. Eppure, in realtà,  tutti quei pogrom sono accaduti in quella che è oggi l’Ucraina , eppure è abbastanza chiaro che  le organizzazioni sioniste ed ebraiche si stanno schierando in modo schiacciante con Kiev  (nonostante il regime al potere sia innegabilmente nazista), e solo pochissimi individui schierarsi con la Russia (ma esistono e non dovrebbero mai essere trascurati). Quanto al Cremlino, si sta  stancando dell’arroganza israeliana in Siria (anche se gli attacchi aerei israeliani sono inefficaci e non fanno differenza per la realtà sul campo) e i russi  ora chiedono agli israeliani di cessare i loro attacchi alla Siria . Gli israeliani non possono fermarsi, per ragioni politiche interne e persino psicoterapeutiche, ma è probabile che accada una di queste due cose: gli attacchi israeliani diventeranno ancora più inutili e simbolici, oppure la Russia abbatterà un aereo israeliano.

Ma basta parlare di Israele qui: questa è solo una piccola parte dell’impero anglo-sionista gestito dagli Stati Uniti. Passiamo ora alle azioni dell’Occidente negli ultimi 5 mesi.

Allora che dire di USA/NATO/UE in tutto questo?

In primo luogo, voglio chiarire che credo fermamente che l’Impero anglo-sionista sia morto l’  8 gennaio 2020  quando ha  permesso all’Iran di bombardare le basi del CENTCOM  senza che venisse sparato nemmeno un solo proiettile  (Un promemoria che il generale iraniano Qasem Soleimani è stato assassinato il 3 gennaio 2020) . Quel giorno l’Impero mostrò al mondo che non aveva nemmeno le carte in regola per attaccare l’Iran. Per quanto riguarda gli USA, sono morti il ​​6 gennaio 2021.

Tuttavia, ricordi il mio esempio sopra contrapponendo 5 dita con un pugno? Mentre l’Impero come lo conoscevamo e gli Stati Uniti come li conoscevamo morirono, ciò non significa che le loro parti componenti siano svanite tutte nel nulla. Paesi e imperi hanno slancio, proprio come il Titanic, quando sono feriti a morte.  In poche parole, il processo finale di affondamento richiede tempo. L’impero russo morì nel febbraio del 1917, ma la guerra civile durò fino al 1923 (e direi anche fino alla seconda guerra mondiale).

In secondo luogo, ci sono due aerei totalmente diversi su cui l’Occidente (beh, davvero gli USA) ha deciso di combattere la Russia:

  • In primo luogo, ha dichiarato una guerra per procura totale alla Russia, ma solo in mancanza di un confronto militare diretto con la Russia
  • Secondo, un totale  #cancelRussia  nella realtà virtuale di PR/propaganda. Queste azioni infantili (l’ultimo esempio  qui ) mostrano quanto sia frustrato e impotente l’Occidente.

Per anni ho affermato molte, molte volte che  la Russia e l’Impero erano bloccati in una guerra esistenziale dalla quale solo una parte si sarebbe allontanata.  Di solito aggiungevo che questa guerra totale era circa l’80% informativa, il 15% economica e solo il 5% cinetica. Esito a fornire numeri qui, ma direi che dopo un fortissimo successo nei primi 2-3 mesi dell’OSM, la guerra informativa inizialmente vinta dall’Occidente sta ora svanendo. La guerra economica è cresciuta enormemente, così come quella cinetica (seppur sempre per procura). Sono molto riluttante a fornire numeri qui, ma in modo molto provvisorio segnerei la guerra in corso come forse il 10% informativo, il 50% economico e forse il 40% cinetico. Ancora una volta, per favore, non concentratevi su queste cifre molto incerte, la cosa fondamentale è questa: secondo il presidente “Biden”, l’obiettivo degli USA è  infliggere un fallimento strategico alla Russia . Le stesse cose sono state pronunciate anche dall’UE, dai politici del Regno Unito e praticamente da tutti in Occidente.

Per quanto riguarda i polacchi dementi  ( la Polonia è conosciuta come un barboncino dello stato profondo degli Stati Uniti) , uno dei loro  ex presidenti e vincitore del premio Nobel  ha dichiarato di voler ridurre la popolazione della Russia fino a 50 milioni. Poi ci sono gli inglesi, che vogliono ancora essere “Grandi” o, almeno, rilevanti, e che parlano di “guidare il mondo libero” contro la Russia con alleati stellari come la Polonia, gli statelets 3B  (Lettonia, Lituania e Estonia)  e Banderastan  (I simpatizzanti nazisti nostrani dell’Ucraina) .

Eppure, diamo un’occhiata ai risultati su tre livelli:

  • Militari: il  miglior procuratore che gli USA hanno avuto nella storia (le forze armate ucraine) viene lentamente e inesorabilmente distrutto da circa l’8-10 per cento delle forze armate russe.
  • Economico: mentre alcuni settori in Russia hanno subito le cosiddette “sanzioni” (non sono sanzioni, ma atti di guerra e rapine crudeli, solo il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite può imporre sanzioni legali), tutto sommato  la Russia ha fatto benissimo, e sembra avviarsi sulla strada del successo economico  dovuto al fatto che a) la maggior parte dei paesi si è rifiutata di obbedire alle richieste di Washington e b)  l’economia russa è potente e reale, non virtuale come le economie occidentali.  Ci vorranno un paio d’anni prima che la Russia si adatti, ma ora che questo processo è iniziato, è inarrestabile.
  • Propaganda: qui l’immagine è abbastanza chiara: da una parte abbiamo gli USA e le sue colonie, poi alcuni paesi con  élite compradore  che sono odiati dalla maggior parte delle persone, e paesi che sfidano apertamente Washington. Ciò è espresso al meglio da questa mappa del ministero degli Esteri cinese:

Una caratteristica chiave dei paesi mostrati in rosso sulla mappa (realistica) in basso è che tutti questi paesi hanno due fattori cruciali in comune: a) mancano (per lo più) di risorse reali (poiché  le loro civiltà sono sempre state costruite sull’imperialismo, sul colonialismo e sulla pianura delle rapina ) b)  odiano così tanto la Russia da essere disposti a prendere misure che danneggiano se stessi molto più di quanto feriscano la Russia.  Questo tipo di follia satura di odio mi ricorda una vecchia barzelletta sovietica: “in un piccolo villaggio un locale scopre una bottiglia e quando la apre, esce un genio e dice:  visto che mi hai liberato, ti concedo una desiderio, l’unica condizione è che il tuo vicino di casa riceva il doppio di quello che otterrai tu . Poi l’uomo ci pensò un po’ e rispose: per favore cavami un occhioQuesto è lo stato mentale attuale dei “leader” occidentali…

Questa è la “filosofia” centrale degli USA:  combattere la Russia fino all’ultimo ucraino , prolungare la guerra il più a lungo possibile, distruggere la maggior parte delle infrastrutture civili dell’Ucraina, sovvertire lo status del dollaro, far crollare l’economia mondiale, lasciare che l’UE crolli e bruci economicamente, socialmente e politicamente, spinga l’agenda Woke in gola a tutti, anche se ciò li fa vomitare e, ultimo ma non meno importante, infilare la testa nella sabbia e negare la realtà in tutti i suoi aspetti.

Sì, l’Occidente è così immerso nell’odio rabbioso e nella paura della Russia che preferisce  suicidarsi collettivamente piuttosto che accettare qualsiasi tipo di convivenza con una Russia sovrana.

Lo slogan relativamente vago/ambiguo/obliquo di Hitler di ” Drang nach Osten ” è stato ora sostituito da uno slogan molto più schietto e inequivocabile  #cancelRussia  . Stessa idea, solo molto più “sfacciata”.

A dire il vero, la maggior parte del cosiddetto “Occidente” è in realtà gestito da questi tre gruppi, in ordine di influenza:

  1. I Neoconservatori americani
  2. Gli anglo imperialisti
  3. Le élite al potere compradore dell’UE

Questo mi ricorda molto un album di Roger Waters intitolato “ Animals ” in cui separa le nostre società moderne in tre archetipi: cani, maiali e pecore. Inutile dire che i cani e i maiali correranno con le pecore, ma non appena un orso (russo) si presenta, sono impotenti contro di lui.

Questa piccola immagine racconta la vera storia del rublo “che si sta trasformando in macerie” come promesso da “Biden”.

Questo è ciò che vediamo ora e che probabilmente continuerà fino al 2023.  Il fatto che la guerra economica intrapresa contro la Russia o la promessa di  Wunderwaffen  sia completamente fallita non sarà mai ammesso da queste persone profondamente psicopatiche e terminali deliranti. E se non possono raddoppiare  all’infinito  nelle loro azioni, continueranno sicuramente a raddoppiare nella loro retorica, proprio come l’orchestra ha continuato a suonare mentre l'”inaffondabile” Titanic stava affondando.

Tuttavia, almeno alcune delle persone normali in Occidente stanno annusando le rose, da qui la triste valutazione di TUTTI i leader politici occidentali.  L’ostilità di molti americani si traduce persino in sondaggi che suggeriscono che molti di loro vorrebbero  separarsi dagli altri stati, in questo caso gli elettori di Trump . Considerando che gli elettori di Trump sono, di regola, molto più patriottici dei “liberali statunitensi intrisi di Woke”, questo è molto significativo. Ma anche ironico: gli USA vogliono smantellare la Russia e finiscono per sfasciarsi. Karma?

Non solo. Diamo un’occhiata alla mappa che mostra quali paesi hanno e non hanno imposto “sanzioni” alla Russia:

Si noti che praticamente l’intera zona verde è composta da paesi che l’Occidente ha invaso, derubato, devastato, ridotto in schiavitù, sovvertito, convertito con la forza, bombardato, economicamente “sanzionato” con blocchi e ricatti (attraverso le cosiddette “sanzioni secondarie” che è un eufemismo per ricatto ed estorsione) e, più recentemente, a cui è stata imposta la piena follia satanica di Wokeness (da cui le ambasciate americane che sventolano bandiere “omopride”).  La popolazione di questi paesi verdi, che io chiamo “Zona B”, conosce il vero punteggio e per lo più odia e disprezza l’Occidente.  E questo pone tutti i loro  compradores le élite al potere in una situazione molto delicata: i loro padroni statunitensi vogliono che dichiarino guerra totale alla Russia mentre la loro popolazione è per lo più solidale con la Russia. In passato, questo sarebbe stato un gioco da ragazzi, lo zio Shmuel con i suoi squadroni della morte gestiti dalla CIA, le portaerei e la capacità di stampare denaro apparentemente infinita era molto più vitale per queste élite compradores che per la loro stessa popolazione. Ma  ora che gli squadroni della morte sono stati in gran parte sostituiti con fate sveglie che sono brave solo a sparare a civili disarmati, ora che le portaerei statunitensi non spaventano davvero nemmeno paesi come l’Iran, la RPDC o il Venezuela e ora che l’intera costruzione occidentale il sistema economico e finanziario internazionale è al collasso, queste élite compradore devono diventare molto, molto più attente a non finire come i tirapiedi statunitensi in Bolivia: senza potere e in prigione. Anche la Colombia sembra scivolare via lentamente, così come il Brasile. E non menzionerò nemmeno l’assoluta mancanza di utilità di artisti del calibro di Guaido, Tikhanovskaia o della banda degli “amici della Siria” (Maduro, Lukashenko e Assad stanno tutti benissimo, grazie!).

La scritta è sul muro e solo chi chiude deliberatamente gli occhi non riesce a vederla.

Questo ci lascia con la questione dei neocon statunitensi.

E le classi dirigenti occidentali? Che impatto ha avuto su di loro la SMO?

Per prima cosa, definiamo le nostre categorie. Nell’UE non abbiamo una vera “classe dirigente”, abbiamo solo frontman  (scusate! Intendevo “frontperson” ovviamente),  burattini, finti governanti  senza alcuna agenzia (Olaf Scholz e  Josep Borrell sono esempi perfetti ) .  (Possiamo solo essere d’accordo!)  Non esiste una “politica di difesa” europea o qualsiasi altra prova significativa di agenzia a qualsiasi livello.  L’UE è morta, all’oscuro e totalmente sotto il controllo dei neocon statunitensi.

In secondo luogo, negli Stati Uniti, i Neoconservatori governano in modo supremo, avendo il controllo totale di entrambi i principali partiti negli Stati Uniti. E mentre la base del GOP è molto diversa dalla base dei Dem,  i loro leader sono per lo più intercambiabili . Quindi li considererò come uno.

La loro mentalità e visione del mondo sono abbastanza chiare: sono suprematisti messianici e si considerano sinceramente superiori dal punto di vista razziale al resto dell’umanità. La fusione di imperialismo anglo e suprematismo ebraico ha prodotto il mostro che oggi conosciamo come “Neocons”. Queste persone eccellono nell’arte di accumulare potere, con le buone o con le cattive.  A loro piace affermare di avere un’intelligenza superiore, ma in realtà ciò che separa queste persone non è l’intelligenza, ma due aspetti chiave della loro visione del mondo: a) tribalismo e b) pulsione. In poche parole, la maggior parte delle altre persone non ha questa mentalità tribale “noi contro di loro” e solo una sottosezione delle persone normali è veramente spinta al potere e all’influenza. Quindi, pur essendo una minoranza numericamente piccola, i Neoconservatori statunitensi hanno il pieno controllo degli Stati Uniti.

Il loro profilo psicologico è  nella migliore delle ipotesi narcisistico e  nella maggior parte dei casi  completamente  psicopatico . Questo dà loro anche un vantaggio, soprattutto quando hanno a che fare con persone deboli, ignoranti e facilmente influenzabili. Ma quando incontrano un deciso respingimento, che sia da parte della Russia, dell’Iran, della RPDC o persino di Hezbollah, diventano rapidamente incapaci e indifesi.  Controlla l’espressione di Blinken nella foto sopra: quella è la faccia di un codardo e di un perdente. Avrebbe potuto diventare un sarto decente; gli fu invece chiesto di dirigere la politica estera della (ormai ex) superpotenza. Non c’è da stupirsi che tutto ciò che ha prodotto sono stati disastri e abietti fallimenti!

Inizialmente, forti del loro controllo totale su Eltsin  (negli anni ’90, sotto la presidenza di Bill Clinton)  e sui liberali russi, i neocon statunitensi hanno celebrato la vittoria. Poi qualcosa è andato storto e all’improvviso si sono trovati di fronte a un tipo di leader radicalmente diverso, uno con il massiccio sostegno del popolo russo. Ricorda qui che Putin era un ufficiale dell’intelligence specializzato in Occidente, quindi un uomo che aveva un’ottima comprensione dei suoi nemici. Inoltre, Putin è stato abbastanza paziente da rendersi conto che nei primi anni del confronto con l’Occidente, la Russia non era in condizione di sfidare apertamente l’Occidente, per non parlare di combatterlo militarmente. Questo è il motivo per cui ha impedito alle forze dell’LDNR di spostarsi ulteriormente verso ovest nel 2014-2015 anche se l’esercito ucraino era allo sbando. Pur sapendo che durante il periodo gli ucraini erano nel panico e disorganizzati, sapeva anche che la Russia non poteva affrontare l’Occidente consolidato. Quindi, tra il 2014 e il 2018 la Russia ha compiuto uno sforzo gigantesco per sviluppare il tipo di capacità necessarie per poter affrontare tutta la NATO e vincere (c’è chi sostiene che la mossa generale di Trump verso la pace globale durante il suo mandato abbia aiutato la Russia in questo compito) .  Al momento dell’ultimatum russo all’Occidente lo scorso autunno, la Russia era finalmente pronta.

Si noti che l’ultimatum russo non era un ultimatum per Kiev quanto una sfida diretta agli Stati Uniti e alla NATO . I Neoconservatori, ubriachi della loro spavalderia e del loro senso di superiorità razziale, in pratica hanno detto alla Russia di farsi fottere e hanno raddoppiato la loro retorica. E quando la Russia si è trasferita, sono andati davvero fuori di testa, da qui le loro politiche suicide nei confronti della Russia da allora. Queste persone presumevano erroneamente che mentre la Russia avrebbe potuto (forse!) prevalere sulle forze ucraine, erano fiduciose che Putin non avrebbe osato sfidare apertamente l’Occidente consolidato. E quando Putin ha fatto proprio questo, sono entrati in piena modalità di panico , da qui le sciocchezze che sentiamo quotidianamente dalle capitali occidentali.

Ma è andata anche peggio. Lungi dall’essere scoraggiati dalle promesse occidentali di fuoco e zolfo, i russi hanno quindi proceduto a  distruggere metodicamente le forze armate ucraine.  Nonostante l’esercito ucraino sia la migliore forza per procura nella storia degli Stati Uniti, nonostante i MILIARDI dati al regime nazista ogni mese, nonostante tutti i tipi di  consegne di Wunderwaffen super-dooper  , nonostante la guerra economica, la Russia sta ora martellando Le forze ucraine+occidentali in Ucraina giorno dopo giorno, e mentre gli Stati Uniti ordinano agli ucraini di combattere fino alla fine e di non ritirarsi mai, le numerose ondate di  Volkssturm  (ER: gente del posto reclutata nell’esercito) i rinforzi non hanno avuto alcun impatto sulle capacità di combattimento della Russia. Gli Stati Uniti hanno anche ordinato ai suoi stati vassalli nell’Europa orientale di inviare le loro grandi forniture di armi dell’era sovietica in Ucraina (oltre 300 carri armati solo dalla Polonia!), e si vedono ancora Mi-24, Su-25 e MiG-29 a marchio ucraino nei cieli ucraini quasi ogni giorno nonostante il fatto che quasi l’intera forza aerea ucraina sia stata distrutta nei primi 3 giorni di guerra. Gli elicotteri sono facili da nascondere, gli aerei “ucraini” decollano dalle basi in Polonia e Romania, eppure non sembrano fare la differenza:  per la maggior parte di loro è una missione a senso unico e lo sanno. Ma è un buon PR, anche se costa vite (almeno questo è ciò che pensa lo zio Shmuel). Ma ora che la già bassa credibilità dei media legacy è in caduta libera, anche tali “vittorie” di pubbliche relazioni producono pochissima trazione:

È assolutamente comico sentire i paesi occidentali (Germania, Italia e persino gli Stati Uniti) lamentarsi del fatto che i loro depositi di armi si stanno esaurendo mentre tutte queste consegne davvero enormi non hanno fatto alcuna differenza sul campo dall’inizio delle operazioni di combattimento.

la Russia ha la superiorità aerea sull’Ucraina? Si assolutamente. Alcuni elicotteri o velivoli ad ala fissa in missioni a senso unico non fanno differenza qui. In effetti,  una minaccia molto più grande per le forze aerospaziali russe sono le difese aeree ucraine che, sebbene vecchi, sono stati spesso modernizzati e hanno il pieno supporto del C4ISR statunitense (Command, Control, Communication, Cyber, Intelligence, Surveillance and Reconnaissance) inclusi drone di sorveglianza, AWACS, satelliti, SIGNIT, ecc. i russi si sono adattati: i velivoli di supporto aereo ravvicinato volano bassi, mentre i loro SEAD (soppressione delle difese aeree nemiche) volano alti con pronte missili anti-radiazioni a lungo raggio. Un rapido promemoria, mentre l’USAF/USN ha spesso raggiunto la supremazia aerea su paesi privi di una moderna forza aerea o di moderne difese aeree, non è riuscito a mettere fuori combattimento le difese aeree serbe durante le guerre anglo-sioniste contro la nazione serba. In effetti, l’USAF/USN *non ha mai operato in un ambiente pericoloso come quello attualmente creato sull’Ucraina, ma la forza aerospaziale russa, relativamente molto più piccola, raggiunse e mantenne la superiorità aerea su questo enorme paese. Per quanto riguarda la supremazia aerea (in opposizione alla superiorità), è realizzabile solo contro un avversario molto mal armato: la superiorità aerea è quanto di meglio si possa sperare di ottenere, anche in teoria, su qualsiasi paese con difese aeree serie]

Eppure, le (relativamente piccole, ma più moderne) forze aerospaziali russe hanno raggiunto e mantenuto la superiorità aerea negli ultimi 5 mesi di operazioni di combattimento.  Questo è un segnale estremamente allarmante per le forze USA e NATO. Immagina cosa farebbe alla NATO tutta la potenza delle forze armate russe se fosse scatenata!

Ma c’è di peggio (per l’Impero, cioè): ci sono tutti i segnali e persino i messaggi chiari che Putin non sta affatto “bluffando” e che  la Russia ha il pieno dominio dell’escalation sull’Occidente. ma ora sta diventando abbastanza evidente che il Cremlino non si fermerà in nessuna circostanza prima di una vittoria totale, e se questo significa guerra nucleare, così sia. E il popolo russo sostiene in modo schiacciante questa posizione.

Come mai?

Poiché il popolo russo ha finalmente visto il vero volto dell’Occidente, ora comprende che questa non è altro che una continuazione della seconda guerra mondiale e che sono in gioco l’esistenza stessa e la sovranità del popolo russo . Ancora una volta, Putin  lo ha detto chiaramente : “ se qualcuno decide di distruggere la Russia, abbiamo tutto il diritto di reagire. Sì, sarebbe un disastro globale per l’umanità e per il mondo, ma essendo cittadino russo e capo della Russia, voglio porre una domanda: “Che senso ha il mondo senza la Russia? “. Se queste fossero solo parole vuote, come quelle che Biden legge (con difficoltà) dal suo teleprompter, sarebbe una cosa, ma queste parole devono essere ricordate nel contesto del dispiegamento di Avangard, Poseidon, S-500 e tutte le altre armi e tattiche sviluppate dalla Russia  mentre i Neoconservatori, ubriachi di arroganza, dormivano al volante.

Quindi no, mentre Putin fa raramente minacce, non bluffa mai.

La conclusione è questa: chiunque creda sinceramente che la Russia non cancellerà l’intero Occidente se viene seriamente minacciata è un delirante terminale, non sa nulla della storia e non comprende la mentalità russa. Lo farebbero a loro rischio e pericolo.

Se c’è un messaggio che voglio trasmettere a chiunque sia disposto ad ascoltarlo è questo: Putin non sta bluffando, l’Occidente non può vincere e l’unica variabile qui è il prezzo che l’Occidente è disposto a pagare per la sua sconfitta.

A proposito, i cinesi sono anche molto stufi dei pazzi di Washington, basta controllare le  loro ultime dichiarazioni .

Qualcuno agirà davvero contro i Neoconservatori? Ne dubito. Semmai, l’intera debacle di Trump  (ER: non siamo d’accordo con la parola ‘debacle’)  ha dimostrato oltre ogni ragionevole dubbio che gli anti-neocon statunitensi o sono falsi, o che hanno la forza di volontà di un caso di gelatina (che vale anche per Tulsi Gabbard, tra l’altro –  ER: Era una giovane leader globale! ). I Neoconservatori si renderanno conto che se persistono nel raddoppiare, moriranno personalmente e fisicamente? Forse. Alla fine della giornata, gli Stati Uniti possono permettersi di avere un’Ucraina completamente distrutta e un’UE non meno completamente distrutta. Ora che il Regno Unito ha lasciato l’UE, agli anglosassoni non potrebbe importare di meno, e scatenare guerre in Europa è comunque una tradizione britannica secolare.

Il vero contraccolpo dell’arroganza e dell’ignoranza dei Neoconservatori è che, lungi dal trattare prima con la Russia e con la Cina come obiettivo finale,  hanno notevolmente contribuito a un importante rafforzamento dell’alleanza russa, cinese e indiana.

I Neoconservatori potrebbero decidere di far bruciare l’Europa, mentre manterranno il controllo degli USA che, a differenza dell’UE, hanno molte risorse naturali e rimarranno, se non un egemone mondiale, almeno una nazione potente. In tal caso, il loro piano è semplice: continuare a spingere per il massimo confronto e guerra in Europa, ma senza coinvolgere gli USA in uno scambio nucleare con la Russia. Gli inglesi sulla loro isola potrebbero avere piani simili, solo su scala ridotta e con la necessità vitale di fare pieno affidamento sul sostegno degli Stati Uniti. Nel “migliore” dei casi (per loro), il Regno Unito sarebbe incaricato di gestire il caos in Europa per conto degli Stati Uniti.

A proposito, non credo che nemmeno ai neocon se ne frega niente di Israele e del popolo israeliano. Né le “élite” al potere anglosassoni se ne fregano del popolo degli Stati Uniti o del Regno Unito. Se c’è una lezione che dobbiamo trarre dall’orrore dell’11 settembre è che queste persone non esiteranno a uccidere migliaia di “loro” perché, in realtà, nonostante tutti gli sbandieratori patriottici o sionisti, a loro importa solo se stessi e il loro potere.

La NATO è uno scherzo e, prima o poi, la Russia denazizzerà tutta l’UE, sia politicamente che economicamente, o, se non rimane altra opzione, militarmente. Prima l’Ucraina, poi i pazzi 3B+P  (ER: nazioni baltiche e Polonia)  dovranno essere denazificati. Poi sarà il turno di UE/NATO a cominciare dalla Germania. A quel punto, gli Stati Uniti avranno subito un enorme disastro economico, sociale e culturale che probabilmente riformatterà l’attuale sistema politico statunitense. Dove andranno i Neoconservatori dopo? Non lo so e, francamente, non mi interessa. I Neoconservatori sono pericolosi solo come un parassita che invade il cervello di un ospite molto più grande.  Una volta che l’ospite è a terra, il parassita potrebbe anche abbandonarlo e trovare un nuovo ospite. Di per sé, questo parassita è debole e universalmente antipatico.

Nel frattempo, la stupida pecora sveglia può tenersi occupata  chiedendosi se gli uomini possono partorire  o decidere se  un senatore “twerking”  risolverà i tanti problemi degli Stati Uniti.

Allora dove andiamo da qui?

Ebbene, almeno finora, i leader degli Stati Uniti sono ancora in piena modalità “raddoppio per sempre”, insieme ai loro schiavi volontari nell’Europa orientale. Il loro piano per la Russia è visualizzato al meglio con questa mappa: ( fonte )

Questi sogni bagnati includono anche il famigerato “Idel Ural” che è stato  denunciato da Alexander Solzhenitsyn  nei suoi articoli contro l’altrettanto famigerata “legge delle nazioni prigioniere”. In effetti,  questa “legge” ha le sue origini dalla CIA e dalla Germania nazista . Quindi possiamo dire che questo non è altro che “lo stesso vecchio, lo stesso vecchio di nuovo”. Anche se non del tutto, alcune cose sono cambiate.

Durante la seconda guerra mondiale il popolo russo capì rapidamente che Hitler non era un “liberatore”, non più di Napoleone prima di lui, e che usava quel tipo di linguaggio solo per cercare di ottenere la vittoria. Poi, durante la Guerra Fredda, era facile credere che il nemico dell’Occidente fosse il comunismo e la sua idea di liberazione universale dal giogo capitalista. Sicuramente, se la Russia si sbarazzasse del PCUS, l’Occidente abbraccerebbe una Russia così libera?

No, è successo l’esatto contrario: nonostante le “libertà” “all you can eat” di blue jeans, fast food, criminalità e pornografia, la  Russia è stata saccheggiata ed è arrivata molto, molto vicino alla rottura totale  (solo la 2a guerra cecena con Putin poiché il comandante in capo ha impedito che ciò accadesse). Invece del promesso “paradiso democratico”, la Russia si è  profondamente immersa nel peggior tipo di inferno capitalista immaginabile.  (ER: negli anni di Eltsin-Clinton)

Inoltre, la combinazione di una macchina di propaganda sovietica piuttosto inetta e di una propaganda occidentale molto più efficace ha dato a molti russi l’illusione che l’Occidente fosse un gruppo di nazioni libere e prospere che volevano solo il meglio per la Russia. L’incubo occidentale degli anni ’90 ha aperto gli occhi ad alcuni, ma non a tutti. Così come l’apocalisse nella cosiddetta “Ucraina indipendente”. Ma il tipo di odio aperto, diretto e assoluto per la Russia, Putin e tutto ciò che il russo che tutti vediamo sappiamo ha convinto la stragrande maggioranza dei russi che  ciò che l’Occidente vuole veramente è una “soluzione finale” al “problema russo” non dissimile da quella Il regime papista di Pavelic durante la seconda guerra mondiale voleva per i serbi: uccidere ⅓, espellerne un altro ⅓ e “convertire” i restanti ⅓.

Certe cose non cambiano mai, soprattutto non in Occidente. I musulmani sono tutti azzeccati quando parlano dei “crociati moderni”!

Finora, la Russia ha osservato solo con un certo stupore, e persino divertimento,  come l’UE stesse commettendo un suicidio economico, politico e sociale senza nemmeno cercare di migliorare il proprio destino.  Per i cittadini europei c’è solo una cosa più importante della loro mentalità imperialista e razzista: i loro portafogli. E quel portafoglio ha sofferto parecchio da quando sono state attuate le “sanzioni” autolesioniste contro la Russia. In Russia questo atteggiamento viene definito un  ” ragazzo che si congela le orecchie per far incazzare la nonna “: infantile, autolesionista e semplicemente stupido.  Detto questo:  quanti regimi (con questo intendo i sistemi politici, al contrario dei governi che sono persone specifiche; per esempio, se Truss sostituirà Johnson nel Regno Unito, questo sarà un cambio di governo, ma non un cambio di regime)  sono minacciati dal malcontento popolare nell’UE?

La triste realtà è che nessuno.  Oh certo, sono immensamente impopolari, proprio come “Biden” è negli Stati Uniti, ma cambiare i prestanome fantoccio non farà nulla per cambiare i regimi al potere (fondamentalmente i regimi di occupazione coloniale controllati dagli Stati Uniti).

ER: Interveniamo qui perché non siamo sicuri di cosa stia VERAMENTE accadendo con l’apparente crollo dei governi nel Regno Unito, Germania (un lavoro in corso), Italia, forse Francia, Estonia, Irlanda, ecc. Certamente non lo è ‘ malcontento popolare” che li sta abbattendo in qualche modo, ma francamente non siamo sicuri di cosa sia. Teniamo d’occhio Benjamin Fulford e Thierry Meyssan a Voltairenet per questi argomenti…

È quindi probabile che la Russia dovrà alzare il livello del dolore di qualche tacca prima che le pecore nell’UE o negli Stati Uniti tornino in sé.  In primo luogo, penso alle misure economiche, ma se i pazzi della 3B+PU fanno qualcosa di veramente stupido, la Russia non esiterà a usare la potenza militare se/quando necessario. La conclusione è questa:  la Russia ha bisogno di denazificare tutto il continente europeo, e più paesi viene detto di aderire alla NATO, più candidati alla denazificazione avrà la Russia.

È impossibile prevedere il futuro, a questo punto ci sono semplicemente troppe variabili, ma offrirei i seguenti passaggi suggeriti per l’escalation:

  • La Russia potrebbe gradualmente rifiutarsi di vendere le sue risorse alla Russia [sic –  l’UE? ], non solo gas e petrolio, ovviamente, ma tutto il resto che la Russia ha venduto all’UE in passato a prezzi molto convenienti e che è stata una chiave per la ricchezza delle nazioni dell’UE. Quindi sarebbe  un contrattacco economico su vasta scala della Russia contro l’UE.  Come primo passo, la Russia potrebbe anche chiedere di essere pagata solo in rubli per tutte le esportazioni verso l’UE.
  • La Russia sta già uccidendo decine di mercenari polacchi, britannici e altri (mi scusi, “consiglieri” e “volontari”) in Ucraina, ma la maggior parte di questi sono soldati di basso livello. La Russia potrebbe decidere di prendere di mira i ranghi più alti coinvolti nella guerra contro la Russia, compresi gli obiettivi a Kiev e altrove. Finora la Russia ha scatenato solo una piccola parte della sua reale potenza di fuoco, ma  se le consegne di armi USA/NATO e il dispiegamento di mercenari aumenteranno, la Russia non avrà altra scelta che alzare ulteriormente il livello del dolore . E se i polacchi, o gli statelet baltici impazziranno, gli scioperi contro obiettivi in ​​questi paesi diventeranno inevitabili (Putin ha già messo in guardia contro questo quando ha menzionato lo sciopero dei “centri decisionali”).
  • Infine, se la Russia decide che basta, il primo obiettivo di una risposta militare russa alla guerra per procura USA/NATO sarebbe quello di  attaccare le capacità C4ISR USA/NATO , inclusi gli aerei AWACS/JSTARS, i centri SIGINT e i satelliti.

In questo momento, questi aerei USA/NATO stanno volando solo lungo lo spazio aereo ucraino e rimangono basati al di fuori dell’Ucraina. Ma se, per esempio, USA/NATO partecipano attivamente a un attacco contro  la Crimea o il Crimean Bridge , allora tutte le scommesse saranno annullate e gli S-400 e varie armi di stallo parleranno.

Immagina per un secondo che la Russia abbatta un AWACS/JSTARS statunitense, quale sarà la reazione dell’Occidente? E non intendo espressioni di indignazione e odio, sono già al massimo e non hanno davvero alcun effetto sui russi. Gli USA/NATO proverebbero ad abbattere un aereo russo? E quale sarebbe la risposta russa a questo?

La verità è che gli USA/NATO semplicemente non hanno i mezzi per condurre una guerra di terra contro la Russia. Mancano letteralmente di tutto il necessario per farlo.  Oh certo, hanno molti missili da crociera (per lo più vecchi e subsonici) che potrebbero sparare contro la Russia, ma anche qui, questo rappresenterebbe un dilemma per l’Occidente: se gli attacchi non hanno successo (come è successo in Siria), cosa fare prossimo? E se questi scioperi avessero successo, cosa farebbero i russi dopo? Utilizzare le proprie capacità di deterrenza strategica convenzionale per colpire obiettivi in ​​tutta Europa e forse anche negli Stati Uniti? E poi cosa?

Barra laterale : la potenza aerea e i missili da crociera sono ampiamente sopravvalutati nella propaganda statunitense. Uno dei miei insegnanti al college era un colonnello USAF in pensione che lavorava per il programma YF-23 e che ci ha insegnato un ottimo corso sulla pianificazione delle forze. Un giorno disse in classe “ a che ti serve se bombardi tutti i tuoi bersagli, abbatti gli aerei nemici se quando torni il tuo club di ufficiale è pieno di soldati nemici?! Stava scherzando, ovviamente, ma quello che sapeva è che solo gli “stivali per terra” possono vincere una guerra. E  “stivali a terra” è esattamente ciò che né gli Stati Uniti, né la NATO (tra l’altro né Israele o KSA) possono schierare,  specialmente contro un esercito che ha la più grande esperienza di guerra terrestre del pianeta, e con un margine enorme !]

La verità è che la scelta per i Neoconservatori è binaria: o accettare la sconfitta in Europa e mantenere gli Stati Uniti come loro premio e ospite, o morire in un grande confronto nucleare che spazzerà via milioni di persone (cosa di cui non si preoccupano affatto) , compresi gli stessi Neoconservatori (a cui tengono molto).

Cercare di ragionare o convincere maniaci razzisti messianici, narcisisti e deliranti è un compito pericoloso e per lo più futile. Questo è il motivo per cui la Russia sta alzando il ritmo del dolore molto, molto lentamente. In questo momento, la maggior parte degli sforzi del Cremlino non sono nemmeno diretti all’Occidente, ma a  forgiare il nucleo del futuro mondo multilaterale, i paesi BRICS e i candidati BRICS  (forse includendo Iran, Argentina, Egitto, Turchia, Arabia Saudita, Afghanistan , Messico, Libano e Indonesia nel prossimo futuro). La Russia sta anche espandendo i suoi legami con l’Africa e l’America Latina. Infine, ma non meno importante, Russia, Cina e India ampliano costantemente i loro legami e persino la collaborazione, soprattutto con la Cina.

A questo proposito, consiglierei caldamente ai neocon e ai loro regimi fantoccio di considerare attentamente le implicazioni delle parole di Putin secondo cui ” Non abbiamo ancora iniziato davvero nulla sul serio ” (мы ещё всерьёз и не начинали). Questa non è una minaccia, ma una constatazione di fatto. Se l’Occidente continuerà a fingere che la Russia stia per crollare, o che Putin stia bluffando, determinerà cosa accadrà dopo.

In questo momento, ed esattamente come avevo previsto sarebbe successo, la Russia ha praticamente rinunciato completamente a qualsiasi forma di dialogo con l’Occidente, dal momento che l’Occidente ha sostanzialmente interrotto tutti i suoi legami diplomatici con la Russia. Detto diversamente,  la Russia sta ora agendo unilateralmente senza prendere in considerazione i lamenti e le minacce dell’Occidente . In effetti, la cruda realtà è che la Russia non ha bisogno o usa l’Occidente, specialmente un Occidente che cerca di commettere un suicidio collettivo con un milione di tagli. In questo momento,  l’Occidente sta per lo più componendo il quadrante del dolore su se stesso, con poca o nessuna assistenza russa. Ma ciò non significa che la Russia non alzerà in modo proattivo quel quadrante se/quando necessario. E se le pecore in Occidente preferiscono eventi atletici o tornei di scacchi senza la partecipazione russa, lascia che lo facciano loro e, nel frattempo, rendi questi eventi privi di significato. Lo stesso vale per tutta la  follia di #cancelRussia  là fuori, inclusa la distruzione di statue e monumenti o le sanzioni ai musicisti russi. Gli europei dell’est, apparentemente orgogliosi e amanti della libertà, sembrano assaporare particolarmente le loro “gloriose vittorie” contro le antiche statue e monumenti sovietici. Dico: lasciali, mostra solo la loro impotenza e totale irrilevanza. Se non hanno rispetto per se stessi, perché dovrebbe farlo qualcun altro?

Come si suol dire, “vai svegliato, vai in rovina”. Un appropriato epitaffio sulla lapide dell’Occidente.

Per quanto riguarda la Russia, il suo vero futuro risiede nel sud, nell’est e nel nord.  Non ha bisogno o utilità per l’Occidente.  Quasi mille anni di imperialismo occidentale stanno arrivando a una morte vergognosa e autoinflitta, in un modo o nell’altro.  Come ho scritto molte volte, quel sistema non era né praticabile né riformabile. O morirà per le sue stesse contraddizioni interne, o la Russia e la Cina dovranno eliminarlo. Hanno sicuramente i mezzi per farlo, ma non agiranno direttamente a meno che non siano provocati.

Ma questo, se dovesse accadere, è ancora più avanti. Per il momento, stiamo entrando in una lunga fase (probabilmente molti mesi) di graduale aumento del quadrante del dolore. La Russia continuerà a schiacciare le forze NATO in Ucraina ea lasciare che le realtà economiche sprofondano nella consapevolezza delle pecore europee.

Come molti osservano in Russia: “ora la russofobia avrà un caro prezzo”.

Non potrei essere più d’accordo.

Andrei

PS: quanto sopra era una specie di “vista a volo d’uccello” che cercava di coprire gli sviluppi chiave degli ultimi cinque mesi. D’ora in poi scriverò analisi più brevi, ma più frequenti, di questioni specifiche. In questo contesto,  se hai domande o vuoi che affronti un argomento specifico nelle mie analisi future, faccelo sapere nella sezione commenti qui sotto.   Grazie!

************

Fonte

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!