CoronavirusDeep StateEight O’Clock in the MorningPolitica

Università che finanzia il Think Tank di Biden e ospita FactCheck.Org ha un contratto con BioNTech, viene pagata per la vendita di vaccini e le approvazioni della FDA

I documenti ottenuti da NATIONAL FILE dimostrano che l’Università della Pennsylvania, che ospita e finanzia il think tank di Joe Biden chiamato Penn Biden Center, trae profitto direttamente dalla vendita dei vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna. L’Università ottiene più soldi se vengono venduti più vaccini. L’Università della Pennsylvania riceve anche “pagamenti fondamentali” quando la Food and Drug Administration (FDA) approva un vaccino Pfizer-BioNTech. BioNTech paga direttamente il Board of Trustees dell’Università della Pennsylvania e l’università è protetta dalla responsabilità civile qualora qualcuno cercasse di citare in giudizio per “lesioni fisiche” o “morte” causate dai vaccini BioNTech.

BioNTech ha firmato un accordo di licenza nel 2018 con l’Università della Pennsylvania, che finanzia direttamente il Penn Biden Center for Diplomacy and Global Engagement. Anche se il Coronavirus non era ancora scoppiato quando è stato concluso l’accordo, l’accordo del 2018 ha assicurato pagamenti sostanziosi per l’Università della Pennsylvania se la sua tecnologia fosse stata utilizzata nei nuovi vaccini a base di mRNA. Bene, la tecnologia di UPenn ha finito per essere utilizzata nel vaccino contro il Coronavirus basato su mRNA prodotto da Pfizer e BioNTech e l’accordo ha portato a enormi entrate per l’università. Joe Biden, che lavorava per l’Università della Pennsylvania quando è stato concluso l’accordo, ha ricevuto più di $ 900.000 dall’Università della Pennsylvania nei due anni prima di candidarsi alla presidenza in queste ultime elezioni.

L’Università della Pennsylvania ospita anche il sito web pro-vaccino FactCheck.org. La presidente dell’Università della Pennsylvania, Amy Gutmann, è ora nominata da Biden come ambasciatore in Germania. La FDA dell’amministrazione Biden ha rapidamente approvato o autorizzato i vaccini Pfizer-BioNTech, anche per i bambini, il tutto mentre l’università madre del Penn Biden Center gode di enormi profitti dalle vendite di vaccini e dall’approvazione della FDA. E la FDA collegata a Pfizer era persino a conoscenza di numerosi eventi avversi per i bambini legati al vaccino Pfizer-BioNTech, ma ha comunque consentito ai bambini di essere iniettati. Ora, poiché la FDA considera l’autorizzazione all’uso di emergenzaper un vaccino Pfizer-BioNTech per bambini di appena sei mesi, la relazione finanziaria diretta tra questi vaccini e il think tank di Joe Biden deve essere esposta.

L’Università della Pennsylvania trae profitto dai vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna

La fonte di NATIONAL FILE ha spiegato che “UPenn guadagna ingenti pagamenti (in effetti confidenziali, probabilmente nell’ordine di miliardi)” dai vaccini Pfizer/BioNTech e Moderna.

L’ Università della Pennsylvania ha ammesso nel dicembre 2020 che “I vaccini Pfizer/BioNTech e Moderna COVID-19 mRNA utilizzano entrambi la tecnologia autorizzata dell’Università della Pennsylvania. Come risultato di questi rapporti di licenza, Penn, il Dr. Weissman e il Dr. Kariko hanno ricevuto e potrebbero continuare a ricevere significativi vantaggi finanziari in futuro sulla base della vendita di questi prodotti. BioNTech fornisce finanziamenti per la ricerca del Dr. Weissman sullo sviluppo di ulteriori vaccini contro le malattie infettive”. Si scopre che la dottoressa Katalin Kariko è sia professoressa a contratto presso la Perelman School of Medicine di UPenn che anche vicepresidente di BioNTech.

Il 5 novembre 2018, BioNTech ha dichiarato:“BioNTech AG, una società di biotecnologie in rapida crescita focalizzata sullo sviluppo di immunoterapie per il trattamento preciso e individualizzato del cancro e la prevenzione delle malattie infettive e l’Università della Pennsylvania (Penn), Philadelphia, USA, ha annunciato oggi di aver avviato una strategia collaborazione di ricerca. L’obiettivo dell’esclusiva partnership pluriennale è sviluppare nuovi candidati vaccini mRNA modificati con nucleoside per la prevenzione e il trattamento di varie malattie infettive. Secondo i termini dell’accordo, BioNTech e il laboratorio di Drew Weissman, MD, PhD, presso Penn scambieranno le loro conoscenze ed esperienze approfondite nella ricerca e sviluppo di mRNA per far avanzare la scoperta di nuovi vaccini candidati. Penn sarà responsabile di un programma di ricerca preclinica dedicato dalla scoperta fino al completamento di studi abilitanti IND in un massimo di dieci indicazioni di malattie infettive. BioNTech potrà ricevere una licenza esclusiva mondiale per sviluppare e commercializzare ulteriormente i prodotti candidati derivanti dalla collaborazione di ricerca. Se la tecnologia proprietaria Penn farà parte di un nuovo vaccino a base di mRNA, l’università potrà ricevere ulteriori pagamenti cardine e royalties da BioNTech. I termini finanziari dettagliati non sono stati divulgati”. 

Subscribe to our newsletter!

Il lavoro di Drew Weissmann ha portato direttamente ai vaccini contro il Coronavirus, inclusa l’iniezione Pfizer/BioNTech. Nel dicembre 2020, Penn Medicine ha dichiarato: “Il team scientifico la cui scoperta nel 2005 della biologia dell’RNA messaggero presso l’Università della Pennsylvania ha contribuito a spianare la strada ai vaccini COVID-19 di Pfizer/BioNTech.
Drew Weissman, MD, PhD, professore di Malattie infettive alla Perelman School of Medicine di Penn, e Katalin Karikó, PhD, professore associato aggiunto alla Penn e vicepresidente senior alla BioNTech, hanno scoperto insieme che lo scambio di uno dei quattro elementi costitutivi delle molecole di acido ribonucleico messaggero (mRNA) potrebbero aumentare notevolmente il suo potenziale terapeutico.

ECCO L’ACCORDO DI LICENZA DELLA Securities and Exchange Commission (SEC) TRA BIONTECH E I TRUSTEES DELL’UNIVERSITÀ DELLA PENNSYLVANIA DEL 9 OTTOBRE 2018: L’accordo afferma che “Tutti i pagamenti alla Penn di seguito devono essere effettuati tramite deposito di USD nell’importo richiesto a il “The Trustees of the University of Pennsylvania …”

Secondo l’accordo di licenza SEC, BioNTech paga l’Università della Pennsylvania con “pagamenti fondamentali” per ogni domanda di approvazione del vaccino che viene approvata dalla Food and Drug Administration (FDA) o da un’altra agenzia di regolamentazione, fino alle prime tre approvazioni.

Guarda questi “Traguardi dello sviluppo” per i quali l’Università della Pennsylvania viene pagata e tieni presente che il termine “BLA”, secondo questo accordo, è definito come “una domanda presentata a un’autorità di regolamentazione per l’approvazione all’immissione in commercio di un prodotto, tra cui (a) una domanda di licenza per prodotti biologici o una domanda per nuovi farmaci presentata alla FDA, (b) una domanda di autorizzazione all’immissione in commercio (“MAA”) nell’Unione Europea, (c) qualsiasi domanda, registrazione o certificazione equivalente o comparabile in qualsiasi altro paese o regione, o (d) eventuali domande o procedure successive, supplementi o modifiche che possono essere presentati rispetto a quanto sopra.

Il processo BLA sembra essere molto redditizio per l’Università della Pennsylvania. Ad esempio, quando la FDA ha approvato il vaccino contro il Coronavirus Pfizer-BioNTech “COMIRNATY” nell’agosto 2021, la FDA ha concesso “BLA APPROVAL” all’iniezione.

BioNTech paga i “Commercial Milestone Payments” dell’Università della Pennsylvania corrispondenti alle vendite mondiali di vaccini, il che significa che l’Università della Pennsylvania guadagna di più se Pfizer-BioNTech vende più vaccini:

L’Università della Pennsylvania ha ottenuto l’immunità legale civile per se stessa nel suo accordo con BioNTech, incluso da eventuali casi di “lesioni fisiche” o “morte” che potrebbero essere associati al vaccino. Secondo l’accordo di licenza SEC: “Il licenziatario deve difendere, indennizzare e tenere indenne Penn e i suoi rispettivi amministratori, funzionari, docenti, studenti, dipendenti, appaltatori e agenti (gli “Indennizzi Penn”) da e contro qualsiasi responsabilità, danno, perdita, costo o spesa (comprese le ragionevoli spese legali), inclusi, senza limitazione, lesioni personali, rischio di lesioni personali, morte e danni alla proprietà nella misura derivante da rivendicazioni o azioni legali di Terze parti relative a: negligenza grave, imprudenza o atti intenzionali illeciti o omissioni del Licenziatario, dei suoi Affiliati o Sublicenziatari e dei suoi rispettivi direttori, funzionari,

Il Penn Biden Center di Joe Biden è ospitato e, secondo quanto riferito, finanziato dall’Università della Pennsylvania

Nel 2017, la presidente dell’Università della Pennsylvania Amy Gutmann ha annunciato il lancio del Penn Biden Center for Diplomacy and Global Engagement, con Joe Biden che ha assunto la guida del Penn Biden Center e ha anche assunto il ruolo di professore presso l’Università della Pennsylvania. L’Università della Pennsylvania ha dichiarato che “Il Centro sarà situato a Washington, DC. Biden avrà anche un ufficio nel campus della Penn… Il Penn Biden Center promette un impatto significativo sia per le missioni di insegnamento che di ricerca. In qualità di Presidential Practice Professor, Biden ricoprirà incarichi congiunti presso la Annenberg School for Communication e la School of Arts and Sciences, con un’affiliazione secondaria alla Wharton School”.


Abbiamo bisogno del tuo supporto per portare avanti il ​​nostro giornalismo indipendente e investigativo basato sulla ricerca.. La missione di Database Italia è ampliare la portata delle informazioni politiche e internazionali oltre che legate ai grandi crimini atti a manipolare le sorti dei popoli.. Il tuo contributo, per quanto piccolo, ci aiuta a rimanere a galla. Dona qui


Joe Biden ha guadagnato più di $ 900.000 dall’Università della Pennsylvania tra il 2017 e il 2019 per pochissimo lavoro. Biden ha confermato il suo congedo dall’Università della Pennsylvania nell’aprile 2019 quando ha dato il via alla sua campagna presidenziale. Il liberale American Prospect ha riferito che “il centro fondamentalmente funzionava come un think tank di politica estera per la cerchia ristretta di Biden. Ha dato a Penn un punto d’appoggio a Washington…”

Il professore dell’Università della Pennsylvania e vice rettore delle iniziative globali Zeke Emanuel, un architetto chiave dell’Obamacare quando prestò servizio nell’amministrazione Obama, ha accolto pubblicamente Biden all’UPenn. Tony Blinken, che ora serve come Segretario di Stato di Joe Biden, era l’amministratore delegato del Penn Biden Center prima di dirigere il Dipartimento di Stato di Biden. L’attuale team dirigenziale del Penn Biden Center comprende Caroline Tess, ex dell’amministrazione Obama, e il suo business manager è un impiegato di lunga data dell’Università della Pennsylvania. I recenti funzionari del Penn Biden Center Ariana Berengaut e Colin Kahl, che hanno spinto la propaganda a favore del vaccinonel primo periodo della pandemia di Coronavirus, entrambi hanno lavorato per Joe Biden o per l’amministrazione Obama-Biden e Kahl è ora Sottosegretario alla Difesa per la politica di Biden. Michael Carpenter, il recente amministratore delegato del Penn Biden Center che spinge i discorsi da falco contro la Russia, ora lavora come ambasciatore nell’amministrazione Biden.

Secondo Politico: “Il Penn Biden Center non raccoglie fondi. L’Università della Pennsylvania utilizza fondi generali per gestire il centro e non ha intenzione di richiedere denaro in futuro, secondo un portavoce dell’università”.

Quando il Penn Biden Center è stato aperto nel febbraio 2018, Joe Biden era alla cerimonia di lancio a Washington, DC con la presidente dell’Università della Pennsylvania Amy Gutmann. Il Penn Biden Center si vanta che “di aver aperto ufficialmente le nostre porte l’8 febbraio 2018, con un evento con la presidente dell’Università della Pennsylvania, la dott.ssa Amy Gutmann, e una discussione sugli affari globali tra Joe Biden e il famoso giornalista e l’allieva Penn, Andrea Mitchell. Il centro ha accolto ospiti da Penn e da tutto il mondo del governo e della politica estera, tra cui l’ex segretario di Stato John Kerry, l’ex consigliere per la sicurezza nazionale Susan Rice, i procuratori generali Eric Holder e Loretta Lynch e membri attuali ed ex del Congresso degli Stati Uniti”.

UPenn ospita il sito Web pro-vaccino FactCheck.Org

La fonte di NATIONAL FILE ha detto: “Anche nell’apparentemente ampia ” Guida al vaccino COVID-19 di Pfizer-BioNTech” di FactCheck.Org , omettono informazioni sui contributi dell’università ospitante all’mRNA e sui pagamenti di BioNTech in particolare. Non si fa menzione degli accordi di licenza mRNA di UPenn.

FactCheck.org, che afferma di essere “apartitico”, afferma quanto segue sul suo sito Web: “FactCheck.org è un progetto dell’Annenberg Public Policy Center dell’Università della Pennsylvania. L’APPC è stato istituito dall’editore e filantropo Walter Annenberg per creare una comunità di studiosi all’interno dell’Università della Pennsylvania che avrebbe affrontato questioni di politica pubblica a livello locale, statale e federale”.

L’Annenberg Public Policy Center , proprietario di FactCheck.org, ha sede nel campus dell’Università della Pennsylvania a Filadelfia e anche a Washington, DC ed è finanziato con una dotazione della Annenberg Foundation, che collabora con la Bill and Melinda Gates Foundation. La Fondazione Annenberg è il principale finanziatore di FactCheck.org secondo la sua più recente divulgazione finanziaria. FactCheck.org riceve anche finanziamenti da Facebook e Google e dalla Robert Wood Johnson Foundation, ma afferma che i suoi donatori “non hanno alcun controllo sulle nostre decisioni editoriali”.

FactCheck.org ha un rapporto di lavoro estremamente stretto con la sua università ospitante. FactCheck.org afferma che “FactCheck.org riceve supporto in natura dall’Annenberg Public Policy Center, inclusi alcuni costi di infrastruttura, nonché supporto di supervisione, tecnico e amministrativo da parte di docenti e personale APPC. Non tentiamo di assegnare un valore in dollari a questi servizi in natura, che sono finanziati dalle risorse proprie dell’APPC”. Kathleen Hall Jamieson, direttrice dell’Annenberg Public Policy Center e co-fondatrice di FactCheck.org, è una professoressa dell’Università della Pennsylvania. Il direttore emerito di FactCheck.org Brooks Jackson ha dato vita a FactCheck.org poco dopo essere entrato a far parte dell’Annenberg Public Policy Center. FactCheck.org afferma inoltre che “Le donazioni con carta di credito possono essere effettuate tramite la nostra pagina” Dona “, che è gestita per nostro conto dall’Università della Pennsylvania”. L’Università della Pennsylvania gestisce un fondo di donazioni per FactCheck.org.

[jetpack_subscription_form]

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!