Quantcast
Database Italia

VACCINI A mRNA: NEGLI STATI UNITI I PRIMI SEGNI DI UN DISTURBO IMMUNITARIO LETALE



Almeno 36 destinatari dei vaccini Covid-19 di Pfizer e Moderna negli Stati Uniti hanno sviluppato una rara malattia immunitaria che attacca il sangue, secondo i dati. Un paziente è morto e i medici non possono escludere il responsabile sia proprio il vaccino.

Il dottor Gregory Michael, un ginecologo ostetrico di 56 anni che ha gestito il proprio studio presso il Mount Sinai Medical Center di Miami Beach per oltre un decennio, è morto a gennaio per un’emorragia cerebrale. Aveva ricevuto una dose del vaccino contro il coronavirus Pfizer-BioNTech due settimane prima e aveva immediatamente sviluppato una trombocitopenia immunitaria, una malattia del sangue rara e talvolta fatale.

Michael è una delle almeno 36 persone ad aver sviluppato la condizione dopo aver ricevuto entrambi i vaccini coronavirus di Pfizer o Moderna, secondo il New York Times con un rapporto pubblicato Lunedi. I casi sono stati auto-segnalati al Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) del governo prima della fine di gennaio, il che significa che più persone potrebbero aver sviluppato la condizione da allora.

La trombocitopenia immunitaria è una condizione rara che colpisce circa 50.000 persone negli Stati Uniti. La condizione è causata dal sistema immunitario del corpo che attacca le piastrine che sono il componente del sangue responsabile della coagulazione. Con il sangue incapace di coagulare, i pazienti spesso sviluppano ematomi interni o esterni, che possono sembrare un’eruzione cutanea. In molti casi come quello di Michael, la condizione ha causato enormi emorragie e ictus.

Un paziente contattato dal Times ha subito un forte sanguinamento vaginale due settimane dopo aver ricevuto il vaccino di Moderna che ha richiesto trasfusioni di piastrine e trattamento con steroidi per sopravvivere. Un’altra donna è stata ricoverata in ospedale con lividi e vesciche sanguinanti in bocca appena un giorno dopo aver ricevuto la stessa iniezione. Le sue condizioni sono peggiorate al punto che i medici, preoccupati che un leggero colpo avrebbe provocato un’emorragia fatale, avevano paura di spostarla dal letto d’ospedale.

I casi non possono essere tutti definitivamente collegati ai vaccini, ma il dottor James Bussel, un ematologo ed esperto della condizione, ha detto al Times che un’associazione “è possibile”.

“Che succeda dopo un vaccino è ben noto ed è stato visto con molti altri vaccini”, ha detto. “Perché succede, non lo sappiamo.”

A differenza dei vaccini tradizionali, che utilizzano una forma inattiva dell’agente patogeno da cui proteggono, sia l’offerta di Pfizer che quella di Moderna prevede vaccini a mRNA. Tecnologicamente nuovi e quindi non testati su base di massa, questi vaccini funzionano introducendo nelle cellule del corpo un filamento di RNA con istruzioni che dicono al DNA della persona come iniziare a produrre anticorpi.

I ricercatori dell’Università di Cambridge affermano che gli effetti collaterali potrebbero includere “reazioni autoimmuni”, ma gli scienziati di Harvard affermano che i vaccini a mRNA producono “un tipo più forte di immunità” rispetto alle loro controparti tradizionali. 

La trombocitopenia immunitaria può anche svilupparsi come risultato di alcuni farmaci e tumori, dall’influenza e apparentemente dallo stesso Covid-19. Già la scorsa primavera, molto prima che i vaccini fossero quasi completati, i medici negli Stati Uniti, in Europa, in India e in Cina hanno notato la condizione nei pazienti Covid e sospettavano un collegamento.

Funzionari della Food and Drug Administration (FDA) e dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno affermato che stanno indagando sui rapporti VAERS, mentre sia Pfizer che Moderna hanno dichiarato al Times che stanno monitorando la sicurezza dei loro vaccini.

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai! Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, i blocchi delle pubblicità ad intermittenza e in ultimo l’immotivata chiusura del conto Pay Pal uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.

SOSTIENICI


Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

3.7 3 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments