Home Salute Vernon Coleman: “Le più grandi e potenti bugie raccontate dai dottori”

Vernon Coleman: “Le più grandi e potenti bugie raccontate dai dottori”

20
0

Per cinque decenni ho combattuto l’assurdo mito che le aziende farmaceutiche e i medici abbiano allungato l’aspettativa di vita.

Questa è mera propaganda egoistica che esiste esclusivamente per promuovere l’industria farmaceutica e la professione medica.

Il semplice fatto è che alla fine del 19° secolo, e all’inizio del 20° secolo, la mortalità infantile era terribilmente alta.

I bambini spesso morivano prima del loro primo compleanno.

E questo dava l’impressione che l’aspettativa di vita per gli adulti fosse inferiore a quella di prima.

È semplice da spiegare.

Se un bambino muore subito dopo la nascita e un altro bambino vive fino a 80 anni, l’aspettativa di vita media è di circa 40 anni.

Acqua potabile migliore, impianti fognari migliori, alloggi migliori e cibo migliore significano che oggi è molto raro che i bambini muoiano. Il tasso di mortalità infantile è notevolmente migliorato.

E questo ha avuto un effetto drammatico sull’aspettativa di vita media.

Se un bambino su 100 muore subito dopo la nascita e gli altri 99 vivono fino a 80 anni, l’aspettativa di vita media è vicina agli 80 anni.

Questa anomalia statistica consente alle aziende farmaceutiche e all’establishment medico di affermare di essere responsabili del miglioramento dell’aspettativa di vita e di meritare enormi applausi.

La verità è che il cambiamento nell’aspettativa di vita è quasi interamente dovuto, come ho detto prima, a un’acqua potabile più pulita, a migliori impianti fognari, alloggi migliori e cibo migliore.

Pochissimi miglioramenti importanti sono stati apportati dalla scienza medica.

Lo sviluppo più grande è stata la scoperta fortuita di antibiotici quasi un secolo fa.

E il vantaggio che gli antibiotici ci hanno dato sulle infezioni è stato sperperato da un’assurda prescrizione eccessiva e consentendo agli allevatori di somministrare antibiotici alla maggior parte o a tutto il loro bestiame. Questi errori disastrosi hanno portato allo sviluppo di batteri resistenti agli antibiotici.

Le compagnie farmaceutiche e i medici non hanno praticamente avuto alcun impatto sull’aspettativa di vita. In effetti, è possibile sostenere che, a conti fatti, hanno fatto più male che bene. Certamente, trent’anni fa ho prodotto prove evidenti che i medici sono uno dei tre maggiori assassini, insieme al cancro e alle malattie circolatorie.

Ma l’establishment medico, e i giornalisti acquistati dall’industria farmaceutica, continuano con la loro bugia preferita e più potente, suggerendo che loro e solo loro sono responsabili del miglioramento dell’aspettativa di vita.

Naturalmente, si rifiutano di discutere il mito perché sanno che perderanno il dibattito.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato sul sito web di Vernon Coleman .

PER FAVORE AIUTACI AD ANDARE AVANTI – RACCOLTA FONDI DI LUGLIO

Previous articleSIAMO VERAMENTE ALLA FINE DEI GIORNI O C’È ANCORA SPERANZA?
Next articleSono usciti i nuovi documenti della sperimentazione clinica Pfizer. Questo è solo un caso.
Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.