Scienza e Tecnologia

Vivo, Oppo, Realme e OnePlus sono tutti di proprietà di una sola azienda cinese segreta, la BBK Electronics

Vivo e Oppo, due produttori cinesi di smartphone, sono nei guai dopo essere stati accusati da diverse autorità governative rispettivamente di riciclaggio di denaro ed evasione fiscale. Tuttavia, lo sapevi che Vivo, Oppo, Realme e OnePlus sono tutti di proprietà di una sola azienda segreta cinese nota come BBK Electronics.

In un’indagine sul riciclaggio di denaro la scorsa settimana, la Direzione delle forze dell’ordine ha fatto irruzione in 48 sedi del produttore di telefoni e in 23 società affiliate prima di congelare i 10 conti bancari indiani di Vivo. Il 13 luglio, l’Alta Corte di Delhi ha concesso a Vivo l’accesso ai suoi conti bancari, ma con una condizione. È necessario fornire una garanzia bancaria di Rs 950 crore e mantenere sempre Rs 250 crore nei suoi conti.

Per quanto riguarda Oppo India, il Directorate of Revenue Intelligence (DRI) avrebbe scoperto oltre Rs 4.389 crore di evasione dei dazi doganali. Gli uffici di Oppo India e le case dei suoi dipendenti dell’alta dirigenza sono stati recentemente perquisiti, secondo un comunicato stampa diffuso dal ministero delle finanze il 13 luglio.

Sebbene Vivo e Oppo siano spesso indicati come produttori di telefoni, in realtà sono divisioni di BBK Technologies, un enorme conglomerato che possiede anche i marchi Realme, OnePlus e iQOO.

Gigante nascosto

Duan Yongping, un miliardario solitario, ha fondato il produttore privato di smartphone BBK Electronics a Dongguan nel 1995. BBK Electronics è il nome non riconosciuto dietro alcuni dei marchi di smartphone più famosi in India, che controlla una delle catene di fornitura di elettronica più grandi e sofisticate nel mondo.

Molti considerano Yongping il padre dell’industria cinese degli smartphone.

Sin dall’inizio, BBK ha avuto tre verticali principali con capi di divisione e team distinti: elettronica per l’istruzione, apparecchiature audiovisive e dispositivi di comunicazione.

Nel 1999, quattro anni dopo la creazione dell’azienda, Yongping iniziò a trasformare queste divisioni in società separate, portando la sua proprietà di BBK Electronics al 17%. Su questa base, Chen Mingyong ha fondato Oppo nel 2004 e Shen Wei ha fondato Vivo nel 2009.

Inoltre, BBK Electronics ha ampliato la sua gamma di marchi aggiungendo nuovi nomi tra cui OnePlus, Realme e, più recentemente, iQOO.

Il più grande produttore di smartphone?

Secondo la narrativa ampiamente accettata, Samsung, Apple e Xiaomi stanno guidando la corsa per diventare il più grande produttore di smartphone al mondo, ma BBK Electronics non è mai inclusa nell’elenco.

Tuttavia, secondo i dati della società di ricerca Canalys di aprile, è quasi il più grande produttore di smartphone al mondo, con Oppo e Vivo che detengono rispettivamente una quota di mercato mondiale del 10% e dell’8%.

Questo pone BBK sopra Xiaomi al 13 percento e alla pari con Apple (18 percento).

Non solo BBK è il più grande produttore di telefoni in Cina, ma anche in India, dove i suoi marchi hanno avuto un grande successo.

Nonostante ciò, molte persone non hanno ancora familiarità con il nome BBK. Questa non è una coincidenza; piuttosto, è il risultato del piano sviluppato da Yongping quando inizialmente fondò l’azienda.

Clicca Qui

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!