Database Italia

Whistleblower CIA: Obama e Biden inviarono 152 MLN all’Iran come copertura per la morte del Navy Seal Team 6 che uccise Bin Laden

Allen Harrow Parrot (informatore della CIA) ha annunciato a Charles Woods (padre di Tyrone Woods ucciso a Bengasi) che Obama e Biden hanno inviato all’Iran 152 milioni di dollari come copertura per la morte del Seal Team 6. Si sospetta che Il Team sia stato intenzionalmente abbattuto perchè nulla si sapesse sulla vera storia della cattura e uccisione di Bin Laden.


Allen ha detto che TUTTE le prove verranno fuori : documenti e audio. I coinvolti in questa operazione criminale e di alto tradimento sarebbero secondo l’informatore CIA: Obama – Clinton – Brennan – Biden

 LA STORIA

 Si pensava fosse caduto in una trappola dei Taliban l’elicottero della Nato abbattuto in Afghanistan nella notte dell’ 8 Agosto 2011 con trentotto militari a bordo, di cui 30 americani. Si è pensato ad una vendetta contro le Navy Seals, le unità speciali della marina americana che uccisero Osama Bin Laden e che quella notte, in un colpo solo, hanno perso ventidue dei loro super-rambo
Il Pentagono smentì ogni ipotesi del genere. “Si è trattato solo di un incidente eccezionale”, disse il colonnello David Lapan, portavoce della Difesa.

Ma a Kabul circolava una versione diversa sulla strage: non si tratterebbe di un incidente come tanti che possono accadere sul campo di battaglia, ma di un tranello ben congegnato. E i collaboratori del presidente Hamid Karzai non esitano a raccontare all’agenzia francese Afp e ad altri organi di stampa i dettagli di come le Seals americane sarebbero cadute nella trappola tesa loro da Qari Tahir, uno dei comandanti locali dei Taliban, nella vallata del Tangi, a una ottantina di chilometri dalla capitale.

Secondo queste ricostruzioni, Qari Tahir ” fece giungere agli americani delle false informazioni su una riunione di otto leader Taliban di spicco in quella zona della provincia di Wardak”. Vennero subito mandati sul posto dei Rangers dell’esercito americano, i quali, resisi conto del numero degli insorti, chiesero rinforzi alla base. E si alzò subito un elicottero da trasporto CH-47 Chinook con a bordo 38 uomini: 5 uomini d’equipaggio, 22 Seals, di cui molti del Team 6, cioè della squadra che uccise Bin Laden (anche se nessuno dell’elicottero partecipò a quella missione), 3 rambo della Air Force, 7 commandos afgani e un interprete.

Per arrivare in quel punto della vallata del Tangi, il Chinook doveva sorvolare le montagne e scendere attraverso una specie di apertura che era ben nota a Qari Tahir. Il capo degli insorti avrebbe fatto appostare i suoi uomini sui due lati, Al passaggio dell’elicottero, non avendo dei veri e propri missili terra-aria, gli insorti hanno utilizzato dei rpg (rocket propelled grenade), che sono adatti per i carri armati ma in anche in questo si sono rivelati idonei. Colpito al fianco, il Chinook è esploso, cadendo a terra in una nuvola di fuoco e di fumo.

Guerra al terrore :

In verità non conosciamo ancora la storia completa della più grande singola perdita in Afghanistan e della più grande perdita di SEAL mai registrata – membri di un gruppo rinomato dell’elite delle forze speciali americane.

Probabilmente questo è uno tra i più grandi scandali dell’amministrazione Obama, le famiglie dei membri del Navy SEAL Team 6 uccisi in un disastroso abbattimento di un elicottero Chinook in Afghanistan nell’agosto 2011 incolpano il governo Obama per la tragedia, l’indifferenza e la segretezza che ne seguirono.

L’abbattimento è stato descritto all’epoca come un “colpo fortunato”, ma le famiglie dei SEAL morti ritengono che, come Bengasi, sia stata un’operazione di vendetta pianificata e facilitata da un governo che li ha messi in pericolo senza un’adeguato supporto

Doug Hamburger, il cui figlio Patrick è stato ucciso, ha definito l’incidente un “agguato” che avrebbe potuto essere evitato.
Karen Vaughn dice di voler sapere perché suo figlio Aaron e il suo team non utilizzavano aerei per operazioni speciali con difese in atto per consentire agli elicotteri di andare in profondità dietro le linee nemiche.

La notte in cui suo figlio Aaron morì, era su un elicottero costruito negli anni ’60 e rinnovato l’ultima volta nel 1985.
A Bengasi, dove alle squadre di soccorso è stato ordinato di “ritirarsi”, il fuoco di attacco è stato vietato mentre il Chinook è precipitato nel disastro.
Le regole di ingaggio impedivano che il fuoco difensivo fosse mirato alla torre che sparava sul Chinook.

Perché?

Billy Vaughn, il padre di Aaron Vaughn, ha ricordato come un ammiraglio a tre stelle ha spiegato questa violazione alle famiglie in lutto: le forze statunitensi non potevano rispondere, ha detto l’ammiraglio, perché “vogliamo conquistare i cuori e le menti“.
“Andiamo per vedere i corpi, e siamo tutti nell’hangar laggiù”, ricorda Charles Strange, padre dell’ucciso SEAL Michael Strange. “E il presidente Obama viene da me e dice:” Mr. Strange “- e mi prende per le spalle -” Michael ha cambiato il modo in cui vive l’America “. Ho afferrato il signor Presidente per le spalle e ho detto: “Non ho bisogno di sapere di mio figlio. Ho bisogno di sapere cosa è successo, signor presidente” “.

Charles Strange dice che gliel’ha detto il presidente. “Signor Strange, esamineremo questo molto, molto, molto in profondità.” Da allora, Strange dice: “Non ho saputo più niente”. 

Qualcuno molto vicino al presidente Trump viene informato proprio ADESSO.
https://youtu.be/sQwCqeGHdfU

Questa è un’enorme storia e potrebbe avere ampie ramificazioni. Ecco il post originale e le discussioni approfondite :
https://www.godlikeproductions.com/forum1/message4549187/pg1



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.