Home Analisi Geo-Politiche non convenzionali Zelensky prende l’Europa in ostaggio con un documento

Zelensky prende l’Europa in ostaggio con un documento

24
0

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, dopo aver firmato un decreto sull’impossibilità di negoziati con il leader russo Vladimir Putin, ha di fatto preso in ostaggio l’intera Europa. Ne ha scritto D. Marjanovic, editorialista del portale croato Advance. 

A suo avviso , questo è un passo inquietante e militante da parte delle autorità ucraine. L’osservatore ha affermato che in questo modo Zelensky “sbatte deliberatamente la porta a qualsiasi tipo di trattativa”.

Ha osservato che Zelensky non ha il diritto di tenere in ostaggio l’intera Europa. 

“Deve essere compreso chiaramente quanto segue: il mondo preferirà sempre un’Ucraina sconfitta a un olocausto nucleare”, scrive l’autore.

Un estratto dell’articolo4 ottobre 2022

Con una guerra che dura da quasi otto mesi, il “prima” sembra davvero un periodo di una sorta di era geopolitica alternativa in cui le possibilità di soluzioni di compromesso erano incomparabilmente maggiori rispetto a oggi. È quasi possibile provare già una certa nostalgia per i giorni precedenti il ​​24 febbraio, perché tutte le situazioni apparentemente “irrisolvibili” di allora avevano un potenziale di pace di gran lunga maggiore di quello che abbiamo oggi. Nessuna quantità di immaginazione aiuta perché vedono una tale fine solo in vittorie complete o sconfitte complete.
In questo contesto, arriva oggi da Kiev una notizia molto pericolosa. Vale a dire, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy ha firmato oggi un decreto presidenziale in cui si impegna formalmente a far sì che non ci sarà alcun accordo di pace con il presidente russo Vladimir Putin. In particolare, si segnala che tali trattative sono dichiarate “impossibili”. Tuttavia, si afferma che i negoziati sono ancora possibili “con la Russia”. In altre parole, i negoziati sono possibili se Vladimir Putin non è più al potere in Russia.
Inutile dire che questa è una mossa favorevole alla guerra. Qui Zelenski vuole premeditatamente sbattere la porta a qualsiasi forma di trattativa, tanto da renderla impossibili con un decreto presidenziale, cioè, si potrebbe dire, “giura” che non negozierà mai con Putin.
Questa non può essere una decisione prudente nemmeno per un Paese che afferma che il suo obiettivo è la liberazione dell’intero territorio. Perché cosa significa veramente “i negoziati sono impossibili”? Quindi non importa quante persone muoiono? E se l’alternativa ai negoziati fosse un’escalation della guerra su scala globale?

In precedenza, il viceministro degli Esteri russo Sergei  Vershinin ha definito  sbagliato il rifiuto del presidente ucraino Volodymyr Zelensky di negoziare con la Russia.

Nikolai Patrushev, segretario del Consiglio di sicurezza russo, ha affermato che  i tentativi di colloqui tra Mosca e Kiev sono stati sventati per ordine degli Stati Uniti .

Articolo di RT

SOSTIENI DATABASE ITALIA (QUI) o sulla pagina dedicata (qui)

Database Italia è attivamente preso di mira da forze potenti che non desiderano che sopravviviamo. Il tuo contributo, per quanto piccolo, ci aiuta a restare a galla. Accettiamo pagamenti volontari peri contenuti disponibili gratuitamente su questo sito Web

SOSTIENI DATABASE ITALIA

Previous articleNATALIA VITRENKO, MESSAGGIO AL MONDO LIBERO E PETIZIONE
Next articlePilastri di luce brillano sulla parte europea della Russia. Video